1 5

Come far durare più a lungo i tuoi gioielli e bijoux

Preziosi o meno i gioielli sono gli accessori che più personalizzano il nostro look. Ecco una piccola guida che ci spiega come mantenere il loro splendore più a lungo nel tempo

Come far durare più a lungo i tuoi gioielli

Accessori e gioielli riescono a personalizzare un look altrimenti banale e anonimo, ecco perché è fondamentale per ogni donna prendersi cura dei propri monili con attenzione quasi chirurgica. La buona conservazione di un gioiello permette infatti di mantenere la sua lucentezza e il suo valore inalterati nel tempo, che si tratti un’antichissima collana di perle, di anelli o di un bracciale di semplice bigiotteria. Ecco 10 piccole attenzioni che vi aiuteranno a conservare le vostre gioie il più a lungo possibile, garantendo loro un aspetto sempre impeccabile e prezioso.

Come sistemare e tenere in ordine collane, bracciali e altri bijoux

  1. CONSERVARE IN SACCHETTI DI TELA – Raggruppare in modo disordinato tutti i vostri gingilli in un cassetto rende più facile il loro deterioramento, prima di tutto perché alcuni metalli, come l’argento, tendono ad ossidarsi se esposti all’aria, poi perché il loro continuo sfregarsi può provocare degli antiestetici graffi. Conservate dunque i vostri gioielli in comparti o contenitori separati. Tenete inoltre a mente che le perle e gli opali vanno riposti in sacchetti di tessuto e mai nella plastica, in quanto hanno bisogno di respirare
  2. OCCHIO AL PROFUMO – Evitate che i vostri gioielli entrino in contatto diretto con il profumo o con altri prodotti a base di alcol, queste sostanze possono infatti logorare sia l’oro che l’argento. Prendete l’abitudine di indossare i vostri monili una volta terminato il trucco e l’acconciatura in modo da non esporli a eventuali prodotti aggressivi.
  3. EVITARE IL CONTATTO CON L’ACQUA – Cercate di evitare il più possibile che i vostri gioielli si bagnino. L’acqua provoca infatti la ruggine e con il tempo rende i metalli più opachi. Quindi semplici gesti, come ad esempio lavarsi le mani, devono essere fatti con estrema attenzione, soprattutto se si indossa dell’argento. Inoltre mai andare a nuotare dimenticando addosso anelli, collane e bracciali vari, il cloro presente nelle piscine e nelle vasche idromassaggio potrebbe danneggiare sia le pietre che i metalli, oro compreso.
  4. PULIRE CON UN PANNO MORBIDO -  Ricordarsi di pulire i gioielli ogni volta che sono stati indossati, in modo da evitare che il grasso della pelle o altre sostanze esterne con cui entriamo in contatto si accumulino su di essi. Usare un morbido panno di cotone per strofinare delicatamente i vostri preziosi, evitando di rimaneggiarli troppo con le mani nude una volta terminato il processo
  5. MAI DURANTE LO SPORT – Non indossare mai monili durante un allenamento sportivo, l’acqua e il sudore sono altamente deleteri per loro, pertanto potrebbero causarne un’usura immediata. Ricordarsi dunque di togliere ogni  gioiello prima di qualsiasi esercizio fisico.
  6. RICOPRI LA BIGIOTTERIA CON SMALTO TRASPARENTE – Un modo per aumentare la durata della vostra bigiotteria è quello di ricoprirla con un sottile strato di smalto per unghie trasparente. Non solo questo proteggerà i vostri gioielli da agenti esterni, impedendogli di opacizzarsi e cambiare colore, ma eviterà che col tempo e col sudore questi trasferiscano sulla vostra pelle il classico colore verdognolo, tipico della bassa bigiotteria.
  7. TENETELI LONTANI DAL BAGNO – Non conservare mai i gioielli in bagno, specie se sono d’argento. L’umidità può infatti danneggiare sia i metalli che le pietre. Il semplice vapore acqueo che si forma mentre si fa una doccia potrebbe provocare dei danni ai vostri monili, anche se sono semplicemente appoggiati sul lavandino accanto. Ricordate dunque di togliere anelli e bracciali prima ancora di entrare in bagno.
  8. CONSERVARE IN UN LUOGO FRESCO E BUIO – È fondamentale che i vostri gioielli vengano conservati di norma in un luogo fresco, asciutto e buio, in quanto umidità e luce solare possono logorare sia i metalli più preziosi che la bigiotteria. Optate dunque per un portagioie foderato o per un armadio o un cassetto che tenete solitamente ben chiusi.
  9. LE COLLANE DI PERLE VANNO RIPOSTE IN PIANO – Ricordarsi sempre che alcuni tipi di collane, come quelle di perle, vanno stese su un piano di appoggio, soprattutto se sono infilate su fibre di seta, altrimenti rischiano con il tempo di allungarsi, lasciando l’antiestetico spazio tra una perlina e l’altra. Tenete inoltre a mente che le perle vanno rinfilate ogni due anni se si vogliono mantenere le proporzioni iniziali della collana oltre che il suo luminoso aspetto originale.
  10. SPAZZOLINO E SAPONE NEUTRO PER PULIRE – L’alta gioielleria va pulita regolarmente facendo attenzione ad evitare l’uso di prodotti abrasivi, i quali possono danneggiare sia i metalli che le gemme più delicate. Immergere semplicemente i gioielli per 10 minuti in un contenitore con dell’acqua tiepida e del sapone neutro e sciogliere lo sporco più incrostato con l’aiuto di uno spazzolino da denti a setole morbide. Se si vuole invece rimuovere del grasso da alcuni gioielli impreziositi da diamanti, immergere i monili in un recipiente di comune alcol prima di metterli in ammollo nell’acqua e sapone. Ricordatevi di riporre i gioielli puliti solo una volta che saranno completamente asciutti, per non rischiare la formazione di ruggine o muffa.
gpt skin_mobile-casa-0