1 5

Ricette light a base di bresaola

/pictures/2017/04/13/ricette-light-a-base-di-bresaola-4172178236[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
Perchè la bresaola fa tanto bene? Andiamo a vedere le principali proprietà di questo alimento e qualche ricetta light super gustosa, particolarmente indicata per chi fa sport.

Ricette light a base di bresaola

Saporita e leggerissima: c'è un motivo se la bresaola è generalmente considerata un alimento perfetto per chi è a dieta e per gli sportivi. Ma si tratta solo di un mito o davvero la bresaola è un alimento che fa bene? Oggettivamente le proprietà nutritive di questo salume possono apportarci benefici in diversi ambiti, e non è un mistero che si tratti di un alimento molto magro -  e allo stesso tempo anche saporito e gustoso. Per questo la bresaola può essere un vero e proprio jolly se usata con un po' di fantasia, se non volete ripiegare sul solito petto di pollo: andiamo allora a vedere quali sono le qualità della bresaola e vediamo qualche idea per alcune ricette salate light un po' diverse dal solito, e rigorosamente a base di bresaola.

In questo articolo scopriremo:

 

Bresaola calorie e valori nutrizionali

La bresaola contiene circa 150 calorie per ogni 100 grammi, ma la sua grande forza non sta solo nell'essere poco calorica. Nella bresaola troviamo infatti  un forte apporto di proteine e pochissimi grassi, il che si associa a un buon apporto di vitamine e sali minerali quali fosforo, zinco, potassio e ferro. Secondo il nutrizionista e medico dello sport Michelangelo Giampietro la bresaola è particolarmente indicata per chi fa sport, ed è particolarmente indicata prima e dopo gli allenamenti grazie alla presenza di amminoacidi ramificati, fondamentali per “nutrire” le fibre muscolari. Proprio per questo la bresaola rappresenta un vero e proprio integratore naturale di questi aminoacidi.

Ricette light invernali

Bresaola della Valtellina

Non tutti sanno che in Italia gran parte della produzione di bresaola (per la precisione circa il 70%) avviene sotto la supervisione del Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina. La tradizione della Bresaola della Valtellina infatti è garantita dal marchio comunitario IGP (Indicazione Geografica Protetta). Fanno parte di questo consorzio 14 aziende, tutte localizzate nella Valtellina, in provincia di Sondrio, e per farne parte è necessario attenersi a regole rigorose, che garantiscono la qualità del prodotto.

Quanta bresaola mangiare

Quale è la dose perfetta di bresaola che possiamo inserire nel nostro regime alimentare? Ovviamente tutto dipende dal nostro stile di vita e dalle nostre condizioni fisiche. Ma in particolare se facciamo sport almeno 2 o 3 volte a settimana è possibile consumare la bresaola una o due volte a settimana in porzioni di 50 grammi. Ovviamente se l'attività sportiva è molto intensa si può aumentare un poco la dose.

Come condire la bresaola

Condire la bresaola è semplicissimo: a meno che non abbiate intenzione di utilizzarla nella realizzazione di altre ricette. Basterà infatti guarnirla con olio e limone. Se desiderate dare un tocco di sapore in più potete poi utilizzare pepe e erba cipollina.

Bresaola ricette

La ricetta basic facile e veloce per proporre la bresaola è sempre la stessa: con parmigiano e rucola, ma con un po' di fantasia la bresaola può essere utilizzata davvero in molti modi diversi, dal più semplice al più elaborato. Ecco alcune ricette super sfiziose e light rigorosamente a base di bresaola, realizzate dalla dottoressa Emilia Ebner e dalla Dottoresssa Maria Lorena Tond per Bresaola della Valtellina IGP.

Rosellino di pasta di pizza con bresaola e zucchine

Ingredienti per la pasta per pizza:

  • 400 g di farina
  • 100 g di farina manitoba
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • un cucchiaino di zucchero
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 5 g di sale

Ingredienti per il ripieno

  • 2 zucchine
  • 100 g di bresaola della Valtellina IGP
  • 2 cucchiai di Parmigiano o Grana grattugiato
  • pepe

Preparazione

  1. Far sciogliere il lievito in un po' di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero. Far riposare un minuto circa e aspettare che si attivi il lievito (si formerà un po’ di schiuma in superficie).
  2. Setacciare le due farine ed aggiungervi il sale. Disporre a fontana e aggiungere al centro l’acqua con il lievito e l’olio extra vergine di oliva. Impastare energicamente su un piano infarinato e continuare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Mettere l'impasto in una ciotola, coprire e far lievitare per almeno 2 ore o fino a che non sarà raddoppiato di volume.
  3. Nel caso in cui non si abbia sufficiente tempo a disposizione, è possibile utilizzare in alternativa la pasta già pronta (rettangolare). Stendete la pasta per pizze formando un rettangolo della dimensione di mezza teglia da forno.
  4. Lavare bene le zucchine e tagliarle per lungo per ottenere delle strisce sottili, utilizzando ad esempio una mandolina o un pelapatate. Ricoprire la superficie della pasta della pizza prima con le fette di bresaola, disponendole una accanto all'altra a formare un singolo strato. Disporre poi le fette di zucchine a formare un secondo strato e aggiungere una spolverata di parmigiano e un pizzico di pepe.
  5. Avvolgere la pasta, arrotolandola dal lato lungo fino a formare un tubo, avendo cura di chiudere la pasta sia lateralmente che alla fine del rotolo. Tagliare il tubo così ottenuto in 10-12 rotelline.
  6. Mettere le rotelline su una teglia rivestita con carta da forno, distanziandole tra di loro. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 30-40 minuti.

Piadina con bresaola, verdure, robiola e zenzero

Ingredienti per l’impasto delle piadine

  • 220 g di farina 00
  • 100 g di farina di orzo
  • 140 ml di acqua
  • Sale q.b.

Ingredienti per il ripieno

  • 300 g di bresaola della Valtellina IGP
  • 200 g di robiola
  • 3-4 melanzana media
  • 3-4 zucchina media
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale
  • zenzero

Preparazione

  1. Mettere sulla tavola le farine a fontana, aggiungere il sale, e impastare il tutto con l’acqua. Formare una palla che lasceremo riposare coperta per circa mezz’ora. Dividere la pasta in quattro (tenendo conto che il peso della singola piadina deve essere intorno ai 90 g).
  2. Scaldare bene la padella unta di olio extra vergine d’oliva e mettere a cuocere la piadina prima da un lato e poi dall’altro, basteranno pochi minuti. Nel caso abbiate deciso di acquistare una piadina pre-confezionata, scegliere quelle preparate con olio extra vergine d’oliva.
  3. Lavare melanzane e zucchine, tagliarle a pezzi piccolissimi e metterle in una padella con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Salare e far cuocere tutte le verdure per 5 minuti circa.
  4. Prima di farcire le piadine, riscaldarle in una padella antiaderente. In seguito, stendere la robiola, aggiungere le verdure cucinate in precedenza, la bresaola, un cucchiaino di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale, zenzero e piegare a metà la piadina.

Tramezzini con bresaola, gamberi e verdure grigliate

Questa ricetta è ideale come spuntino, soprattutto in seguito a un allenamento.

Ingredienti per 4 porzioni

  • 160 g di pancarré (8 fette)
  • 240 g di bresaola della Valtellina IGP (24 fette)
  • 16 fette grandi di melanzane grigliate
  • 160 g di gamberi/gamberetti
  • prezzemolo q.b.
  • zenzero
  • 8 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 4 cucchiai di scaglie di grana

Preparazione

  1. Posizionare due fette di melanzane grigliate, condite solo con olio extra vergine di oliva, su una fetta di pancarré;
  2. subito dopo posizionare 3 fette di bresaola, gamberetti cotti (sciacquare i gamberetti sotto acqua corrente, pulirli e metterli in una padella con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e i gambi del prezzemolo, farli saltare su fiamma vivace finché non saranno diventati rosa, infine condirli con le foglie di prezzemolo crudo tritato e un po’ di zenzero), spolverare il tutto con le scaglie di grana.
  3. Continuare con tre fette di bresaola e infine con le ultime due fette di melanzane.
  4. Ricoprire con la seconda fetta di pancarré. Una volta farcito, il pancarré potrete riscaldarlo per pochi minuti su una piastra.

Farinata con bresaola

Ingredienti per 4 porzioni

  •  8 fette di pane
  • 125 g di farina di ceci
  • 375 g di acqua
  • un rametto di rosmarino fresco
  • 120 g di bresaola della Valtellina IGP
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • sale e pepe

Procedimento

  1. La sera prima mescolare la farina con l’acqua usando una frusta per evitare la formazione di grumi. Lasciar riposare per una notte fuori dal frigorifero e la mattina successiva rimuovere la schiuma che si è formata in superficie.
  2. Preparare un trito di rosmarino con sale e pepe e aggiungerlo alla pastella.
  3. Accendere il forno a 120°C. Versare la pastella in una teglia di 24 cm di diametro ricoperta con carta da forno. Infornare e far cuocere per circa 20 minuti fino a quando non si formerà la crosticina dorata in superficie. Sfornare e lasciar raffreddare.
  4. Nel frattempo, tostare le fette di pane e tagliarle in modo da formare dei piccoli quadrati da circa 6 x 6 cm. Tagliare la farinata a quadrati della stessa dimensione del pane.
  5. Alternare una fetta di pane, una fetta di farinata e una fetta di bresaola leggermente condita con olio extravergine, per almeno 2 strati, fermando poi la composizione con degli stuzzicadenti.

Ravioli di bresaola

Ingredienti per 4 porzioni (8 ravioli per porzione)

  • 320 g di bresaola della Valtellina IGP
  • 160 g di ricotta di mucca
  • 320 g di spinaci
  • 4 cucchiaini di olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di sale

Preparazione

  1. Mettere un cucchiaino di olio extra vergine di oliva in una padella antiaderente, pulire e lavare gli spinaci, dopodiché lasciarli cuocere.
  2. Una volta che gli spinaci saranno pronti, aggiungere la ricotta e lavorarli insieme. Prendere una fetta di bresaola, mettere un cucchiaio di impasto e formare i ravioli.
  3. Metterli poi in forno per 5/6 minuti e saranno pronti da servire.

Involtini di pollo con bresaola ricotta e verdure

Ingredienti per 4 porzioni

  • 4 fettine di petto di pollo (350 g circa)
  • 250 g di ricotta
  • 200 g di bresaola della Valtellina IGP
  • 2 carote
  • 1 zucchina
  • 5-6 foglie di salvia
  • mezzo bicchiere di vino bianco o birra
  • q.b. di brodo vegetale
  • un filo di olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di sale •
  • mezzo cucchiaino di curcuma (o zafferano)
  • mezzo cucchiaino di curry

Preparazione

  1. Pulire e tagliare le carote e la zucchina a listarelle. Lessarle leggermente in una pentola con poca acqua o in microonde e poi lasciarle raffreddare.
  2. Dividere le fette di petto di pollo e batterle leggermente in modo da renderle più sottili e regolari. Su ognuna posare due fette di bresaola, due cucchiaini di ricotta, alcune listarelle di carote e di zucchina ed una foglia di salvia.
  3. Richiudere le fettine ad involtino o come una tasca, fermarle con stuzzicadenti e disporle in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva e del brodo vegetale.
  4. Durante la cottura, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco oppure di birra e insaporire con curcuma (o zafferano), curry e un pizzico di sale. La cottura dura circa 20 minuti. Accompagnare il piatto con verdure a piacere e pane integrale oppure del riso Basmati.
gpt skin_mobile-cucina-0