1 5

Tutti i segreti dell'insalata di mare

/pictures/2017/06/20/tutti-i-segreti-dell-insalata-di-mare-3424402356[1000]x[416]780x325.jpeg Shutterstock
L'insalata di mare: un piatto inaspettatamente semplice ma schiude in sè un mare di sapori, a patto di saperla preparare a regola d'arte

Come fare l'insalata di mare

L'insalata di mare è un piatto estivo per eccellenza: da consumare freddo, ci regala tutti i sapori del mare, e lo si può utilizzare sia come antipasto in apertura a una bella mangiata di pesce, sia come secondo o piatto unico per una cena un po' più minimale e light.

Preparare l'insalata di mare non è come mettere nel piatto una caprese, dobbiamo ammetterlo. La preparazione è abbastanza lunga se non altro perchè questa ricetta prevede l'uso di diversi tipi di frutti di mare, e ognuno di essi va cotto a parte. Tuttavia non siamo di fronte a una ricetta impossibile: anzi basta rispettare pochi ma fondementali consigli per fare un'insalata di mare semplice ma perfetta. E ovviamente uno degli ingredienti fondamentali è il tempo: se non ne avete a sufficienza lasciate stare. Oppure optate per l'insalata di mare già pronta, e come leggerete nell'articolo abbiamo pensato anche a voi con i minuti sempre contati. Scorrete la nostra guida e scoprite tutte le versioni dell'insalata di mare, da quella tradizionale fino a quella più veloce da mettere in tavola.

Ecco il sommario con tutte le ricette dell'insalata di mare e i consigli che trovate in questa guida:

Insalata di mare ingredienti

L'insalata di mare per essere ricca e fatta a regola d'arte, deve contenere una buona varietà di frutti di mare che vi elenchiamo qui sotto insieme agli altri ingredienti, che serviranno invece a fare il brodo in cui cuocere il pesce e a condire l'insalata stessa. Per quanto riguarda invece le quantità in linea di massima ci si può regolare a piacimento, a seconda dei propri gusti e della quantità di insalata di mare da preparare. Ecco quindi cosa ci serve:

  • calamari
  • cozze
  • vongole
  • polpo
  • gamberi
  • polpa di granchio (opzionale)
  • carote
  • sedano
  • alloro
  • olio d'oliva
  • aglio
  • pepe nero
  • sale
  • succo di limone
  • prezzemolo

Insalata di pollo: tutti i modi in cui puoi farla

Insalata di mare: la preparazione

Passiamo alla preparazione, che come abbiamo già anticipato richiede il suo tempo. Di base le varie tipologie di frutti mare vanno bollite (a parte cozze e vongole), ma bisogna farlo separatamente. Andiamo con ordine:

  1. Il primo passo è pulire il pesce in modo accurato, quindi raschiare le cozze, togliere la sabbia dalle vongole, pulire i gamberi, il polpo e i calamari.
  2. Cominciamo cuocendo vongole e cozze in una padella in cui avremo precedentemente fatto soffriggere l'aglio. Appena le vongole e le cozze si apriranno saranno pronte (ci vogliono pochi minuti). Eliminiamo quelle che rimangono chiuse.
  3. Prepariamo il fondo per cuocere il resto del pesce: mettiamo in acqua carote, sedano e prezzemolo e portiamo a ebollizione. Se non avete a portata di mano questi ingredienti potete bollire il pesce in semplice acqua salata.
  4. Cuociamo nel brodo appena preparato il polpo: ci vorrà almeno mezz'ora a seconda del peso, quindi controlliamo la consistenza con una forchetta.
  5. Scoliamo il polpo e nella stessa acqua mettiamo i calamari tagliati ad anelli. Dovranno cuocere per 10-15 minuti, quindi tiriamoli su.
  6. Sempre nella stessa acqua cuociamo anche i gamberi e - se vogliamo - un po' di polpa di granchio di tipo surimi. I gamberi non devono cuocere più di 2-3 minuti.
  7. Facciamo freddare tutti gli ingredienti, sgusciamo cozze e vongole (avendo cura di lasciare alcuni gusci) e passiamo a condire

Come condire l'insalata di mare

Il condimento per l'insalata di mare deve assolutamente essere basico e minimale, in maniera tale da non coprire il sapore vero e proprio degli ingredienti. Inoltre è importante ricordare che una volta condita l'insalata deve riposare per almeno un'ora prima di essere servita, in modo da insaporire bene.

Andiamo al condimento secondo la ricetta base: ci servono sale, olio EVO, pepe nero, prezzemolo sminuzzato e succo di limone. Qualcuno al succo di limone preferisce l'aceto, ma qui è questione di gusti.

Ricette estive a base di basilico

Esistono poi anche delle alternative: molti amano condire l'insalata di mare con un "pesto" di olio di oliva, prezzemolo e aglio. E se siete amanti del piccante potete aggiungere a questo condimento del peperoncino.

Un'altra variante davvero interessante, ma non per tutti i palati, prevede l'uso della senape: mescolate 100 ml di olio di oliva e un cucchiaio di salsa di senape, aggiungete del prezzemolo sminuzzato e uno spicchio di aglio sbucciato ma lasciato intero e mescolate bene. Utilizzate direttamente questa emulsione per condire l'insalata di mare.

Insalata di farro: tante ricette sfiziose

L'insalata di mare fa ingrassare? Le calorie

Affrontiamo ora un tema cruciale: l'insalata di mare fa ingrassare o può essere considerata un piatto da inserire nel menù anche quando si è a dieta? Come per molte cose tanto fa il contesto. Mi spiego meglio: un'insalata di mare media fatta di cozze, vongole, gamberi, polpo e calamari conta circa 100 calorie per 100 grammi. Il che vuol dire che una porzione normale di insalata di mare può contenere tra le 300 e le 400 calorie. Quindi può essere un piatto perfetto se la utilizziamo come piatto unico, mentre la questione cambia parecchio se si tratta solo dell'antipasto a cui segue un ricco menù.

Molto dipende anche dal condimento: è ovvio che se si è a dieta non bisogna esagerare con l'olio e lasciare il condimento più basico possibile.

Tante ricette di insalate estive sfiziose

Insalata di mare veloce e insalata di mare già pronta

Morite dalla voglia di concedervi una bella insalata di mare ma avete poco tempo e soprattutto poca voglia di stare un'ora a bollire pesce? Innanzitutto un escamotage che potete sfruttare è quello di cuocere il pesce al vapore (cozze e vongole escluse) invece che farlo bollire: questo metodo infatti dimezza i tempi di cottura.

Secondo trucco: eliminate dalla preparazione il polpo, più difficile da pulire e che richiede una cottura più lunga, e chiedete in pescheria di lasciarvi da parte calamari già puliti e tagliati (molte pescherie offrono questo servizio con una piccola maggiorazione del prezzo). In questo modo potrete fare un'insalata di mare quasi a regola d'arte tagliando le parti del procedimento più lunghe e noiose.

Ma se quello che proprio non vi va giù è il dover pulire il pesce l'unica via d'uscita è procurarsi l'insalata di mare già pronta avete più di qualche opzione. Evitate l'insalata di mare già condita del banco frigo, che spesso non ha un sapore troppo accattivante, anche perchè non potete scegliere voi il condimento che preferite. Piuttosto nei supermercati più forniti è possibile trovare dell'insalata di mare già pronta fresca e non condita: scegliete quella.

Un'altra opzione consiste nell'utilizzare l'insalata di mare surgelata: in questo caso vi basterà tirar fuori dal freezer il preparato, farlo rinvenire in acqua bollente per pochissimi minuti, e infine scolarlo e condirlo. Ovviamente il risultato non sarà paragonabile a quello dell'insalata di mare fresca, ma probabilmente lo avrete messo in conto.

Come fare il risotto alla pescatora

Insalata di mare: fredda, calda o tiepida?

La regola vuole che l'insalata di mare venga servita fredda, il che in effetti allunga ulteriormente i tempi di preparazione e la rende un piatto prettamente estivo. Tuttavia l'insalata di mare si può servire anche nella variante tiepida o calda. Nel primo caso potete condire subito l'insalata appena cotta,  e poi lasciarla intiepiedire mentre assorbe il condimento. Nel secondo invece potete servire immediatamente l'insalata di mare mentre è ancora calda: questa opzione è particolarmente valida in inverno.

Insalata di mare con il Bimby

Un altro modo per velocizzare la preparazione dell'insalata di mare è chiedere aiuto al robot da cucina: se ne avete uno e volete cimentarmi date un'occhiata alla ricetta dell'insalata di mare con pesto di basilico con il Bimby del ricettario ufficiale Bimby.

Insalata di mare con patate

Una variante particolarmente sfiziosa dell'insalata di mare è quella con l'aggiunta di patate. Prepararla è davvero facilissimo: vi basterà lessare tre o quattro patate di media grandezza, farle a cubetti e aggiungerle all'insalata di mare. Il trucco furbo? Lessate le patate nella stessa acqua in cui cuocete polpo, calamari e gamberi. In questo modo avrete un piatto unico davvero completo, ottimo anche per un pranzetto estivo.

Insalata di mare con verdure

Sempre nell'ottica di realizzare un perfetto piatto unico estivo, avete mai pensato a completare l'insalata di mare con delle verdure? L'ideale è utilizzare verdure crude: non solo insalata e carote, ma anche verdure che di solito siamo abituati a consumare cotte come ad esempio zucchine o peperoni, che possiamo unire all'insalata di mare dopo averle accuratamente tagliate alla julienne. Altri ingredienti ottimi da accostare all'insalata di mare sono i cetrioli, la cipolla (anch'essa tagliata sottile e lasciata cruda), i fagiolini, gli spinaci o gli spinacini baby. Potete utilizzare anche tipi di verdura più "invernali" come ad esempio il broccolo siciliano, tagliato in piccoli pezzi e appena sbollentato.

Insalata di pesce bollito

Non solo insalata di mare tradizionale: potete creare insalate sfiziose e sane praticamente con qualsiasi tipo di pesce  bollito o cotto al vapore. Qualche esempio? Perfetto il salmone, il filetto di tonno, ma anche il merluzzo o la sogliola. Non fateli stracuocere, e poi uniteli a una semplice insalata, pomodorini e olive, condite con olio, sale e pepe e il gioco è fatto. Si tratta poi di una ricetta ottima da portare a pranzo in ufficio nella schiscetta.

gpt skin_mobile-cucina-0