gpt skin_web-cucina-0
gpt strip1_generica-cucina
gpt strip1_gpt-cucina-0
1 5

Come si fa la pasta madre o lievito madre?

/pictures/2017/03/22/come-si-fa-la-pasta-madre-554810504[985]x[411]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-cucina

La pasta madre è l'impasto magico che vi permetterà di fare del delizioso pane fatto in casa facendolo lievitare alla perfezione. Come si realizza la pasta madre? Con pochi semplici ingredienti avrete la base fondamentale per cominciare a fare da voi il pane per tutti i giorni: sano e buono

Come si fa la pasta madre?

Il pane è un alimento fondamentale della nostra dieta e come tale è bene che sia sempre sano e buonissimo, dato che anche il gusto vuole la sua parte! Allora cosa c'è di meglio che preparare il proprio pane in casa? Non è né complicato né vi ruberà molto tempo, basta provare una volta e non comprerete più pane al forno. Il segreto di tutto è preparare un'ottima pasta madre, o lievito madre che dir si voglia, al posto del lievito industriale: è l'ingrediente indispensabile per ottenere deliziose forme di pane. Il pane fatto con il lievito naturale infatti è decisamente più digeribile, oltre che più saporito e profumato rispetto a quello fatto con il lievito di birra.

Sono necessari solo pochi ingredienti e un po' di attenzione. Ricordiamo poi che la pasta madre è l'ingrediente che si è sempre usato per far lievitare il pane prima che si affermasse il lievito di birra industriale.

Tante ricette di pane fatto in casa

Come fare la pasta madre per il pane

Ingredienti

  • 200 gr di farina
  • 100 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di olio

Procedimento

  1. Impastate insieme tutti gli ingredienti. Lavorate l'mpasto a fondo, in modo che ciascun ingrediente si amalgami bene con gli altri.
  2. Una volta ottenuto un composto omogeneo cercate di manipolarlo e dargli la forma di una classica pagnotta. A
  3. questo punto lasciate riposare il composto per 48 ore a temperatura ambiente in un contenitore di vetro chiuso con un tappo.
  4. Trascorse le 48 ore dovete rinfrescare l'impasto. Cosa significa rinfrescare? Semplicemente pesare l'impasto e aggiugere lo stesso peso di farina e la metà di acqua. Ad esempio se il composto pesa 100 gr, dovrete aggiungere 100 gr di farina e 50 gr di acqua.
  5. Impastate di nuovo per bene e ricreate la forma a pagnotta. Lasciate nuovamente riposare l'impasto per 48 ore a temperatura amibiente in un contenitore di vetro chiuso con un tappo.
  6. A questo punto la vostra pasta madre si può considerare pronta. Tuttavia vi diamo un piccolo consiglio, di quelli che generalmente chiamiamo "consigli della nonna", secondo la nostra esperienza sono necessari altri 4 rinfreschi ravvicinati (cioè ripetere il procedimento altre 3 volte) per ottenere la pasta madre ottimale.

In generale più la pasta madre è "vecchia", più è buona: ipoteticamente si può andare avanti col rinfrescare la stessa pasta madre per anni.

Potete anche non preparare voi la pasta madre di sana pianta, ma semplicemente farvene prestare una piccola porzione da qualcuno che l'ha già fatta. Non vi resterà che rinfrescarla e continuare a farla "vivere" (e in effetti la pasta madre è qualcosa di "vivo", dato che proprio grazie ai batteri che contiene fa lievitare la pasta)

Importantissimo: la pasta madre va "rinfrescata" sempre ogni 2-3 giorni. Per questo è il caso di farla solo se la si utilizza davvero spesso. Potete diradare le operazioni di rinfresco se la conservate in frigo: in questo caso la pasta madre può resistere fino a 5 o 6 giorni, ma naturalmente poi dovrete rinfrescarla almeno una volta per risvegliarla.

Infine potete addirittura surgelare la vostra pasta madre, ma dopo dovrete fare diversi rinfreschi a vuoto prima di poterla utilizzare nuovamente.

gpt native-bottom-foglia-cucina
gpt inread-cucina-0
gpt skin_mobile-cucina-0