gpt skin_web-cucina-0
gpt strip1_generica-cucina
gpt strip1_gpt-cucina-0
1 5

Tutto quello che puoi fare con il miele in cucina

/pictures/2018/05/14/tutto-quello-che-puoi-fare-con-il-miele-in-cucina-1720743000[782]x[326]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-cucina
Non solo dolcificante: con il miele si possono fare molte cose in cucina, ricette salate comprese. Andiamo allora a esplorare tutte le tipologie di miele più usate e cosa possiamo farci in cucina, dall'antipasto al dolce

Come usare il miele in cucina

Lo avete sempre usato per dolcificare il tè al posto dello zucchero. Ma il miele, grazie delle sue caratteristiche e proprietà, sta per conquistare i ricettari d'Italia come ingrediente passe-partout. È arrivato il momento di ripensare il ruolo del miele tra i fornelli, chiedetelo ai giovani chef più promettenti che sanno bene come usare il miele in cucina, senza relegarlo in pasticceria.

I pericoli dei dolcificanti

Gli usi odierni del miele in cucina, anche se appaiono fantasiosi e azzardati, sono la riscoperta degli utilizzi più antichi del nettare dorato, conosciuto e apprezzato per le sue proprietà conservanti e stabilizzanti. Prima di scoprire i principali usi del miele in cucina, analizziamo le tipologie di miele più conosciute perché, si sa, un miele (non) vale l'altro. E non dimentichiamo poi che il miele può essere utile in una marea di usi alternativi, dalla creazione casalinga di scrub per il corpo o per il viso, fino addirittura alla fabbricazione casalinga di sapone o può essere utilizzato per alleviare la tosse.

Ecco tutto quello che c'è da sapere su come usare il miele in cucina:

I tipi di miele da usare in cucina

  • Miele d'acacia: il miele d'acacia è quasi trasparente, ha un sapore molto neutro, dolce e delicato. Si produce nelle zone collinari di tutta Italia ed è uno dei dolcificanti sostitutivi dello zucchero più usati.
  • Miele di castagno: miele dal colore scuro e dal sapore intenso che vira sull'amarognolo. Si trova principalmente nelle zone montane ed è buono anche spalmato sul pane casereccio, in purezza o con un formaggio morbido.
  • Miele d'arancio: dal sapore dolce e agrumato, è di un giallo chiaro e viene coltivato in prevalenza nel Sud Italia. Ideale per la preparazione di dolci da forno, si può utilizzare anche per condire insalate primaverili e creare vinaigrettes agrumate.
  • Miele di lavanda: prodotto in Spagna e in Francia, il miele di lavanda è di un bel color giallo oro e si distingue per un sapore deciso e riconoscibile. Solitamente si abbina alla frutta e ai formaggi dal sapore intenso come Pecorino e Montasio.
  • Miele di tiglio: fresco, mentolato e balsamico, il miele di tiglio è di un bel color ambra. Dà il meglio di sé quando viene utilizzato per addolcire le tisane d'erbe.
  • Miele millefiori: a differenza dei precedenti, questo non è un miele mono-floreale. Si tratta della tipologia di miele più diffusa in Italia e più versatile in cucina.
  • Miele di timo: aromatico e quasi piccante, dal colore ambrato. Si produce anche in Sicilia e si abbina fantasticamente alle cipolle e per glassare carni le verdure.
  • Miele di rosmarino: profumato come i fiori di rosmarino e molto aromatico, questo miele deciso è consigliato in abbinamento a formaggi freschi e poco stagionati. Ottimo per le marinature.
  • Miele millefiori: a differenza dei precedenti, questo non è un miele mono-floreale. Si tratta della tipologia di miele più diffusa in Italia e più versatile in cucina.

Caramelle fatte in casa al miele e non solo contro i malanni: le ricette

Come usare il miele come dolcificante

Lasciando da parte il recente boom di stevia e sciroppo d'agave come sostituti dello zucchero, il miele è da sempre l'alternativa più utilizzata per dolcificare bevande e dolci da forno. Se si usa il miele per confezionare un dolce, occorre ricordare di diminuire del 20% la quantità degli altri ingredienti liquidi presenti in ricetta, lasciando invece invariata la quantità di zuccheri indicata (si può sostituire lo zucchero con pari quantità di miele). Il miele mantiene il composto più umido e facilita la lievitazione conferendo anche aroma e colore più intensi.

Come usare il miele come conservante

Il miele è usato come conservante in cucina fin dai tempi più antichi. Grazie al miele venivano conservate, in immersione, la frutta e persino la carne. Questo per via dell'acidità che contrasta la crescita di microrganismi e l'alta concentrazione zuccherina che li disidrata, uccidendoli. Potete utilizzare il miele per impedire che alcuni tipi di frutta e verdura, come mele, carciofi e avocado, anneriscano a contatto con l'ossigeno. Rispetto al limone, ha il vantaggio di essere meno invadente, a patto che si scelga un miele dal sapore delicato, come il miele d'acacia.

Come usare il miele per la marinatura

L'acidità contenuta nel miele gli permette di essere un ottimo ingrediente base per marinare carne e pesce. Si può dar vita a marinature esotiche, come nel caso della marinate a base di miele e menta o di zenzero e miele, spesso usate per il pesce, oppure a creazioni più tradizionali che si prestano a condire carni semplici come il pollo con marinature di miele e limone o di miele e aceto balsamico.

Come usalre il miele per stabilizzare le emulsioni

L'emulsione miele e olio ha la particolarità di essere stabile e non necessita di alcun additivo nella sua creazione. A differenza della citronette, celebre emulsione a base di olio e succo di limone, e di vinaigrette, fatta con olio e aceto, l'emulsione di miele e olio non necessita di essere riemulsionata a distanza di tempo, mentenendosi compatta. L'emulsione può essere utilizzata per condire carne, pesce e insalate.

Come usare il miele per glassare carni e dolci

Quando la carne è lucida e ricoperta di un salsa semi trasparente e un po' gelatinosa significa che è glassata. Il modo più semplice ed efficace per glassare la carne prevede l'uso del miele, mescolato a succo di limone, olio d'oliva e salsa di soia. La salsa si riversa sulla carne appena cotta, un attimo prima di servirla a tavola.

Per i dolci, invece, la glassa è un vero e proprio strato omogeneo, lucido e dolce che ricopre la torta interamente o in parte. La glassa dolce al miele si prepara con miele, zucchero e acqua e viene usata per rendere il dolce lucente e ancora più goloso. Un'altra versione della glassa, più compatta e meno specchiata, prevede l'aggiunta del burro, da sciogliere assieme a zucchero e miele, sul fuoco, fino alla caramellizzazione.

Come usare il miele in cucina: idee dall'antipasto al dolce

Se mai vi venisse la (mal)sana idea di sfoggiare le vostre neonate competenze sugli utilizzi del miele in cucina, organizzate una cena dove il miele c'entri, dall'antipasto al dolce. Basta qualche buona idea per rendere l'evento un vero tripudio gourmet e una data da ricordare. O meglio, una data che gli invitati ricorderanno sicuramente, con una certa invidia, e che voi conserverete come aneddoto da raccontare alla bisogna, con un maliziosa soddisfazione.

Antipasti con il miele

Aprite la cena con un'idea vincente e stuzzicante, degli involtini di prosciutto crudo ripieni di stracchino e pere conditi con miele di castagno, semi di zucca tostati e abbondante pepe in grani. Se invece preferite un antipasto vegetariano, optate per un crostino con ricotta e carote condite con un mix di erbe aromatiche e miele al timo.

Primi piatti con il miele

Per un primo piatto con il miele sostanzioso e indimenticabile, puntate sugli spaghetti a cui abbinare un sugo fatto con pancetta, cipolla, pecorino, miele e olio. Dopo aver unito la pasta a cipolla e pancetta ripassati in padella con l'olio d'oliva, completate con pecorino grattugiato e miele. In alternativa, sfoderate un risotto al miele e rosmarino, dove il miele al rosmarino viene aggiunto in fase di mantecatura assieme al burro, poco dopo il rosmarino tritato.

Secondi piatti con il miele

La fantasia non ha limite in fatto di secondi piatti con il miele. Se cercate sapori sorprendenti e raffinati, preparate una spigola al cartoccio con miele e lime, inserendo all'interno del cartoccio fettine d' arancia, lime e un po' di miele, sia sopra che sotto il pesce, irrorato d'olio e succo di lime. Se invece siete fan del pollo, lasciatelo marinare in una ciotola con succo di limone, scorze di limone, miele, aglio tritato, zenzero e peperoncino in polvere. Dopo un paio d'ore, cuocete in padella per una decina di minuti.

Dolci a base di miele

Dulcis in fundo, una scenografica e soffice torta rovesciata di mele e miele, dove le mele vengono poste sul fondo della tortiera e il miele viene usato nell'impasto come dolcificante sostitutivo allo zucchero. Una volta cotta la torta al forno, capovolgetela, servendola con lo strato di mele in superficie. Se invece preferite un dessert fresco al cucchiaio, presentate a tavola un creme caramel con il miele millefiori che si aggiunge agli ingredienti canonici del creme caramel: latte, uova e zucchero.

Trovate tante informazioni utili sul miele su Mieli d'Italia

Come usare il miele in cucina: video

Abbiamo quindi visto che il miele si può usare in tantissimi modi in cucina, e non solo come sotituto dello zucchero. Dagli antipasti alla funzione conservante, le cose che si possono preparare in cucina con il miele sono davvero tante, eccole tutte riassunte in un video:

 

 

 

gpt inread-cucina-0
gpt skin_mobile-cucina-0