1 5

Guida alle birre artigianali per signore

/pictures/2015/07/21/guida-alle-birre-artigianali-per-signore-3213644569[5669]x[2367]780x325.jpeg
Sono sempre di più le donne che rifiutano i prodotti industriali e si cimentano nella produzione fai da te degli alimenti. Ecco qui una guida per realizzare in casa un'ottima birra artigianale

Birra artigianale

C’è sempre un momento (e non si sa il perché!) nella vita delle donne in cui ci si avvicina alla naturalezza delle cose, al voler diventare salutiste, s’inizia a cercare l’integrale, il fatto in casa, evitando per lo più prodotti industriali, cercando di fare da sé, dal pane alle torte, alla pasta fino alle bibite, alle tisane e quant’altro..

Anche la birra, per le amanti, fa parte di questo processo irreversibile di ricerca di qualità, salute, del fatto artigianalmente con amore e passione. Per le amanti della birra, ora è possibile iniziare a produrre del buon oro giallo, tutto fai da te!



Sono sempre di più infatti le donne che si mettono in gioco e si cimentano nella produzione di birra artigianale, anche per dimostrare all’altro sesso che questa non è solo una cosa da uomini! Siete interessate? Allora non perdete quanto segue: consigli e accorgimenti per iniziare la vostra mini produzione casalinga..

Si inizia!

Non pensiate che sia semplice: impegno e costanza saranno fondamentali. Inoltre, fondamentale da sapere è che ogni luppolo, in base alla terra di provenienza mantiene caratteristiche e sapori.
Fatevi consigliare! Prima di buttarvi a capofitto in questa esperienza, cercate chi produca già per la vendita birra artigianale e fermatevi a chiedere consiglio e chiacchierare sulla tipologia di lavoro che vi aspetta, almeno per farvi un’idea!

Birra artigianale: con o senza Kit?

Esistono due modi di iniziare a fare birra, ragazze: cimentarsi con il kit oppure in maniera totalmente artigianale con il sistema dell’All Grain.
Con il kit avrete la possibilità di produrre con maggiore facilità passo a passo la vostra birra, grazie anche alla lattina d’estratto di malto generalmente contenuta all’interno del kit. In questo modo, mediante procedimenti con tempi prestabiliti, in poco più di una settimana avrete la vostra birra pronta!
Se poi volete davvero diventare delle esperte mastre birraie, potrete utilizzare il metodo dell’All Grain, ovvero unicamente mediante utilizzo di malto in grani, preparando il mosto estraendo unicamente dai grani gli zuccheri per la fermentazione.

La trota alla birra

Servirà una maggiore attenzione e l’utilizzo di malto in grani ed estratto: estratto di malto non luppolato, luppolo, lievito e grani particolari in relazione alla tipologia di birra che vorrete realizzare. In questo modo però, la qualità della vostra birra sarà decisamente maggiore e potrete variare gusti e sapori, in base alle scelte che farete.
Attenzione però: se siete al primo approccio, il consiglio è di provare prima con il kit per poi passare a procedimenti artigianali più impegnativi, per non scoraggiarsi da subito nella riuscita.

Quanto spazio occorre?

Per produrre birra in casa in realtà non serve tanto spazio, è per questo possibile produrla anche in un appartamentino! Ecco, servono invece i fuochi della cucina abbastanza spaziosi da potersi muovere con pentole e strumenti e un luogo come bagno, cantina o ripostiglio per riporre il fermentatore da 30 litri (all’interno del kit). Qui la temperatura deve essere costante non direttamente esposta al sole e non inferiore a 17°C.

Quanto costa?

Se decidete di procedere con il kit, i costi variano dai 50 agli 80 euro ognuno e un barattolo di estratto varia dai 15 ai 20 euro. Per il resto le spese saranno unicamente quelle di gas, bottiglie per imbottigliare, ecc..
Per il metodo artigianale con All Grain invece, i costi salgono, notevolmente! Si parte dai 200 euro di base per salire anche oltre ai mille nella realizzazione del piccolo impianto, per l’acquisto del malto e dei grani pregiati e della strumentazione.A voi la scelta!

Degustazione e abbinamenti

E infine ragazze.. come si assapora la birra? Come si degusta?
All’incirca come si fa per il vino: versandone un po’ in un ampio bicchiere e facendola girare circolarmente affinchè rilasci l’aroma, annusandone il profumo e gustandone uno o due sorsi.
Osate: cercate di abbinare e fare nuovi accostamenti tra bevande e cibo, saranno sicuramente molto apprezzati quando proposti a tavola! Il bello della birra è che avendo costi inferiori del vino, potrete sperimentare senza preoccuparvi della spesa

gpt skin_mobile-cucina-0