1 5

Dolci di Natale pugliesi

/pictures/2017/10/31/dolci-di-natale-pugliesi-1524655727[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
I dolci natalizi pugliesi sono tanti, e spesso molto diversi da una provincia all'altra di questa splendida terra: abbiamo raccolto le ricette più facili e buone da rifare a casa

Ricette di dolci di Natale pugliesi

Continuiamo il nostro excursus delle tradizioni di Natale delle varie regioni italiane: dopo i dolci di Natale siciliani e napoletani ecco il ricettario dei dolci di Natale della Puglia, che è particolarmente esteso e vario (oltre che ovviamente golosissimo). Non dimentichiamo infatti che la Puglia è una regione davvero estesa, che raccoglie tante tradizioni diverse, spesso di origine "povera". Proprio per questo fare una carrellata completa di tutti i dolci di Natale di questa regione è impossibile, ma in compenso abbiamo raccolto alcune delle ricette più famose e più semplici da rifare anche per chi non è un pasticcere provetto.

Ecco le ricette di che trovate in questo articolo:

Pettole

Le pettole sono un dolce natalizio tipicamente pugliese, ma che in realtà sono estremamente simili alle zeppole napoletani e a molti altri dolci regionali tipici di altre zone d'Italia, ma in tutto e per tutto simili. Si tratta di base di semplicissime frittelle fatte di acqua e farina, fritte e rese dolci da una spolverata di zucchero o dal miele. Andiamo allora a vedere la ricetta delle pettole.

Ingredienti:

  • 300 gr di farina
  • 150 ml di acqua
  • 6 gr di lievito di birra
  • sale qb
  • zucchero qb
  • olio per friggere

Procedimento

  1. Mettere in una terrina la farina a fontana
  2. Dentro mettere l'acqua intiepidita e sciogliere il lievito, quindi aggiungere il sale
  3. Impastare finchè il composto non è omogeneo
  4. Far lievitare finchè l'impasto non fa le "bolle"
  5. Scaldare l'olio per friggere, fare a pezzi piccoli l'impasto e friggere man mano le pettole
  6. Guarnire con una spolverata di zucchero

Pettole salate: questa ricetta è popolarissima anche nella versione salata, che prevede di inserire in ogni pettola, subito prima di friggere, un'acciuga. Alla fine ovviamente non va messo lo zucchero.

Come fare l'albero di Natale di pasta sfoglia

Porcedduzzi

Anche i porcedduzzi o purcidduzzi hanno un loro omologo in altre parti d'Italia: si tratta infatti di frittelle di piccole dimensioni guarnite con sciroppo al miele, quindi estremamente simili agli struffoli napoletani. Ecco come prepararli:

Ingredienti

  • 600 gr di farina
  • 80 gr di olio EVO
  • 70 gr di liquore per dolci (oppure vino bianco)
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale
  • acqua qb
  • miele per guarnire

Procedimento

  1. Impastare la farina con l'olio, il liquore, la scorza di limone e il sale
  2. Se l'impasto è troppo secco aggiungere un poco di acqua
  3. Far riposare l'impasto per mezz'ora
  4. Tagliare l'impasto in pezzi da fare a bastoncini, e da lì tagliare in piccole porzioni
  5. Scaldare l'olio per friggere e friggere man mano tutto l'impasto
  6. Versare in una padella il miele a fuoco basso con un po' di acqua, e quando si è scaldato e ben fluidificato utilizzarlo per guarnire i porcedduzzi
  7. Per guarnire ulteriormente questi dolcetti si può utilizzare anche della frutta secca

Marzapane o pasta di mandorle

Il marzapane o pasta di mandorle è un must in molte zone della Puglia, ma in particolare nel periodo natalizio si usa farlo in forma di dolcetti a forma di pesce. Ecco la ricetta base del marzapane:

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00
  • 250 gr di zucchero a velo
  • 4 albumi
  • scorza di 1 limone
  • cannella
  • chiodi di garofano
  • vanillina
  • zucchero qb

Procedimento

  1. Per prima cosa si tostano velocemente in forno le mandorle
  2. Mettere le mandorle nel frullatore insieme allo zucchero a velo e frullare: in questo modo si ottiene una sorta di farina di mandorle dolce
  3. Impastare la farina di mandorle con gli albumi, le spezie e la vanillina
  4. Far riposare l'impasto per una mezz'ora, e creare i dolcetti a forma di pesce
  5. Spennellare la superficie del marzapane con poco latte e spolverare con dello zucchero
  6. Cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti: attenzione a non cuocere troppo per non far seccare e indurire troppo i dolcetti

Cartellate

Ecco un dolce davvero particolare che esiste solo in Puglia. Si tratta di una pasta semplicissima fritta e poi guarnita con una glassa al vino cotto, che è il dettaglio più interessante delle cartellate. Il nome cartellate è usato soprattutto nella zona di Bari, ma questi dolci sono diffusi un po' in tutta la Puglia seppure con nomi diversi. Andiamo a vedere come si preparano:

Ingredienti

  • 500 gr di farina
  • 200 ml di vino bianco
  • 50 ml di olio EVO
  • scorza di arancia e limone
  • 500 ml di vincotto
  • olio per friggere

Procedimento

  1. In un pentolino scaldiamo appena l'olio EVO e il vino bianco con le scorze di arancia e limone, andando così a realizzare un'emulsione aromatizzata
  2. Impastiamo la farina con questa emulsione fino a ottenere un impasto omogeneo
  3. Stendiamo l'impasto molto sottile: se occorre utilizziamo la macchina per stendere la pasta
  4. Tagliamo l'impasto a strisce con l'aiuto di una rotella per i ravioli
  5. Ogni strisciolina va ripiegata su se stessa, sigillando la pasta a intervalli di 2-3 centimentri, in modo che si formino una sorta di "tasche". Quindi la striscia di pasta va arrotolata su se stessa in modo da costituire una specie di rosa.
  6. Scaldiamo l'olio per fritte e andiamo a friggere le cartellate.
  7. Una volta pronte mettiamole a scolare su una griglia
  8. Immergiamo le cartellate nel vincotto appena scaldato e scoliamo: le cartellate sono pronte
gpt skin_mobile-cucina-0