1 5

The cake show: l'intervista alla star italiana del cake design!

Le nostre inviate dell’Associazione Tortechepassione intervistano Antonella di Maria, l’unica cake designer ad aver rappresentato l'Italia all’interno del PROGRESS STAR TOUR, accanto a nomi come Alan Dunn e Zoe Clark!
A cura dell' Associazione Tortechepassione

The Cake Show (VEDI FOTO), l’evento più dolce e glamour dell’anno, è appena terminato: all’interno del padiglione 21 della fiera di Bologna era allestito il paese dei balocchi per tutti gli appassionati di cake design & sugar art! Meravigliose torte decorate a fare da cornice, numerosi stand dove fare incetta di strumenti per la decorazione e montagne di pasta di zucchero coloratissima… inoltre tantissimi corsi, demo live gratuite. Noi dell’Associazione Tortechepassione (VAI ALLA FANPAGE) abbiamo per voi una meravigliosa sorpresa: l’opportunità di farvi conoscere da vicino Antonella di Maria, l’unica cake designer a rappresentare il nostro Paese all’interno del PROGRESS STAR TOUR, accanto a nomi come Alan Dunn e Zoe Clark!

LEGGI ANCHE: LE SQUADRE IN GARA AL THE CAKE SHOW


Il suo incontro con il dolce mondo delle torte risale a molti anni fa, quando finalmente la madre la fa pasticciare autonomamente nella cucina di casa, da quel momento in poi iniziano le sue sperimentazioni dolciarie. Solo in un secondo momento arriva l’approccio alla pasta di zucchero, ed è subito amore. La sua carriera decolla, da tutti è riconosciuta la bravura e la competenza, vediamo di conoscerla un po’ meglio: Antonella è nata e cresciuta in Germania, ma da 10 anni si è trasferita a Bisacquino, un paesino sperduto tra i Monti Sicani, a metà strada tra Palermo e Sciacca

Raccontaci un po’ di te…

ho 40 anni, sposata con due bimbi Flavio di 9 e Sofia di 6 anni! Ho un diploma conseguito in Germania, e ho lavorato come tour operator per oltre dieci anni, inoltre una quasi-laurea in lingue e letterature straniere! La strada prima di approdare alla pasticceria e al cake design è stata lunga. Per quanto riguarda la decorazione, sono assolutamente autodidatta, e ho seguito uno stage in una pasticceria in Germania, inoltre ho fatto esperienza sul campo presso altre strutture per specializzarmi nella pasticceria classica

Come sei approdata al cake design?


Grazie alla mia conoscenza delle lingue straniere, e alla necessità di dovere/voler fare una torta speciale per il compleanno di mio figlio (sorridendo ci confida che è dai tempi delle scuole medie che prepara dolci per la sua famiglia!)

Come ci si sente ad essere l'unica cake designer italiana del PROGRESS STAR TOUR del Cake Show (escluso Montersino il famoso pasticcere)?


Sicuramente sono molto emozionata...spero di essere all'altezza!

Le tue torte sono sempre decorate in maniera molto pulita, elegante e armoniosa... da dove trai l'ispirazione?

Dipende... Preferisco trarre ispirazione da qualcosa di nuovo, non ancora visto in giro, e personalizzare ciò che faccio. Ci imbattiamo quotidianamente in decori, fantasie ed effetti che, con la giusta immaginazione, si possono adattare ad una torta


LEGGI ANCHE: INTERVISTA ALLA FOOD PHOTOGRAPHY LAURA ADANI


Ti piace di più il modelling, la ghiaccia o le composizioni floreali?


In realtà, mi piace tutto. Forse non ho esattamente il pollice verde

Quali sono le decorazioni che ti danno maggior soddisfazione (torte wedding, torte per bambini o altro)?

Non sono una persona costante, per natura... Ho bisogno di cambiare, rinnovarmi di tempo in tempo e amo le sfide e tutti i progetti impegnativi

Qual'è la richiesta più strana/buffa che hai ricevuto per fare una torta decorata?

Eh, ne ho fatte di cose strane! Poi a me piace imbarcarmi in strane avventure di torte… e di solito sono io stessa a complicarmi il lavoro. Penso ad esempio al vaso di farmacia decorato in stile maiolica, la torta spirale, l'albero di Klimt, l'opera pittorica di Georges Matthieu, Marylin Monroe ad altezza naturale, un'aula di tribunale per una laurea, il ponte di Firenze per un matrimonio… e poi ancora ho dovuto realizzare varie volte dei plastici di strutture architettoniche e anche lo scorcio di un paesaggio di Corleone con relativi sposi in carrozza. E infine, qualche anno fa, mi venne richiesto un teschio corredato da altri elementi stile dark.... forse è stata una tra le più insolite, ma che mi ha dato tantissime gratificazioni!

Puoi svelarci qualche trucco sulla pasta di zucchero (ad esempio la fai tu o compri quella pronta, hai dei coloranti che preferisci, quale base e quale farcitura preferisci)?


Lavoro prevalentemente su pan di spagna, ovviamente non c'è paragone con le torte inglesi/americane che hanno una maggiore lavorabilità, stabilità e resa dal punto di vista estetico… ma a noi italiani piacciono le cose buone! Ogni pasta di zucchero, così come i coloranti, ha le sue caratteristiche che bisogna imparare a conoscere e gestire: non esiste il prodotto perfetto, ma sicuramente con lo studio e tante ore di lavoro, si possono ottenere risultati meravigliosi!

A presto dalle vostre inviate dell’Associazione Tortechepassione.it



gpt skin_mobile-cucina-0