1 5

Il torrone: le origini e la ricetta per farlo a casa

/pictures/2016/11/25/il-torrone-fatto-in-casa-801182289[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
E' un classico della tradizione natalizia, a base di albumi, miele, zucchero e frutta secca. Farlo in casa si può, ma è consigliato solo a cuoche coraggiose perchè, durante la cottura di 3 ore, è necessario mescolare continuamente

Torrone fatto in casa: ricette

Pensavate che il torrone fosse un dolce di Natale tipicamente italiano? Non è affatto così: oltre al fatto che in molte regioni è un dolce tipico non solo del periodo natalizio, non tutti sanno che le origini del torrone si perdono nella notte dei tempi, e come se non bastasse si tratta di una preparazione presente in moltissimi paesi fuori dall'Italia.

Molte sono le varianti, ma di base il torrone è sempre composto da semi o frutta secca legati da una pasta dolce e solida. Generalmente a partire da novembre i torroni riempiono gli scaffali dei supermercati in vista delle feste ma ciò non toglie che il torrone si può fare in casa, esattamente come il panettone o il pandoro. Potete proporlo ai vostri ospiti assieme ad altri dolci e torte della tradizione come gli struffoli, le zeppole, il tronchetto di Natale o la casetta di pan di zenzero. Se invece puntate a preparazioni più semplici o da regalare, provate a fare i biscotti o i cupcake di Natale.

In questo articolo vi racconteremo:

Torrone: origine e storia

Altro che panettone e pandoro, il torrone è probabilmente uno dei dolci tradizionali più antichi, e non solo in Italia. La sua origine infatti si perde letteralmente nella notte dei tempi, e un'altra curiosità davvero interessante è che questa tipologia di dolce è diffusa in un'area geografica sterminata, che va praticamente dalla Cina al Mediterraneo. Insomma, l'idea di creare un "croccante" legando con una pasta dolce della frutta secca non ha un "padre" ben preciso, ma è figlia di una tradizione antichissima che si è diffusa in moltissime regioni diverse.

A portare questa preparazione nel Mediterraneo sono stati molto probabilmente gli arabi, anche se pare che un dolce simile fosse già diffuso in Italia all'epoca dell'Impero romano. Proprio dall'arabo deriva infatti la parola "cubbaita", che è il torrone tipico siciliano. Restando in Europa poi il torrone è diffuso ancora oggi nelle tradizioni dolciarie francesi e spagnole, nonostante le ricette siano lievemente diverse da quelle nostrane.

In Italia però, a reclamare i natali del torrone è la città di Cremona. Secondo una leggenda molto popolare (ma forse poco realistica), il torrone sarebbe stato inventato proprio a Cremona nel 1441. Il popolare dolce sarebbe stato - nientemeno - inventato per celebrare il matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, e il nome "torrone" sarebbe derivato dal fatto che il dolce sarebbe stato modellato nella forma del "Torrazzo", che è la torre della cattedrale di Cremona.

Dolci di Natale dal mondo

Una storia suggestiva ma probabilmente non così attendibile, dato che come vi abbiamo appena raccontato la storia del torrone affonda le sue radici molto più lontano. Ciò non toglie che non solo Cremona, ma moltissime altre zone geografiche d'Italia possono vantare una lunga tradizione in fatto di torroni artigianali: ad esempio Salerno, la Sicilia, la Sardegna, il Piemonte, la Puglia. E ognuno ha la sua ricetta tipica.

Torrone fatto in casa: la ricetta

In commercio esistono numerosissime varietà di torrone, ma anche farlo in casa non è troppo difficoltoso. La compatta e dolcissima pasta bianca del torrone infatti viene da un semplice impasto a base di bianco d'uovo, che va a legare le mandorle (o se preferite le nocciole). Reperire gli ingredienti non è affatto difficile, semmai la difficoltà risiede nella preparazione, fisicamente piuttosto impegnativa dato che l'impasto va mescolato incessantemente per un lungo lasso di tempo.

Insomma, cimentarsi è un po' impegnativo ma non impossibile. L'ideale è collaborare almeno in due e organizzare magari una domenica pomeriggio "pasticcera", perchè no, in famiglia. Ma andiamo a vedere quali ingredienti ci occorrono.

Torrone: gli ingredienti

  • 6 chiare d'uovo montate a neve
  • 400 gr di miele
  • 400  gr di zucchero
  • 600 gr tra nocciole e mandorle
  • 2 bustine di vaniglina
  • la buccia grattuggiata di un limone
  • sfoglia di ostia

Procedimento

Fare il torrone è tutt'altro che semplice. La prima parte della lavorazione avviene a "bagnomaria" quindi è necessario munirsi di una grande pentola in cui mettere l'acqua e, dentro, un recipiente in cui inserire tutti gli ingredienti.

  1. Si comincia facendo sciogliere lo zucchero con il miele
  2. Successivamente si aggiunge la vanillina, la buccia del limone e le chiare montate a neve e, in ultimo, mandorle e nocciole.
  3. Il composto andrà cotto a bagnomaria e lavorato ininterrottamente, girando, per ben tre ore.
  4. Passato questo tempo si stende sull'ostia, gli si dà lo spessore preferito, e si copre con un'altro strato di ostia.
  5. La "lastra" di torrone andrà poi tagliata a rettangoli.

Torrone morbido

La ricetta tradizionale del torrone, che vi abbiamo appena illustrato, prevede un risultato finale dalla consistenza dura: per mangiarlo ci voglio buoni denti, o in alternativa lo si gusta come si farebbe con una caramella, facendolo sciogliere in bocca. Non tutti amano questa consistenza, e per questo esiste anche la versione morbida del torrone.

Gli ingredienti sono molto simili a quelli della ricetta base, ma cambiano le proporzioni, e soprattutto occorre un tempo di cottura inferiore: ecco la ricetta del torrone morbido di Cookaround.

Torrone siciliano

Famosissimo, ma anche abbasta diverso dal torrone "bianco", è il torrone siciliano tradizionale, chiamato "giuggiulena" oppure "cubbaita" (parola che ne attesta l'origine araba). In Sicilia questo tipo di torrone, con le sue numerose varianti locali, è spesso associato non tanto alle festività natalizie quanto a una serie infinita di feste e sagre popolari.

Questo torrone è diverso da quello "bianco" perchè la ricetta base prevede solo due ingredienti: zucchero e mandorle, che servono in uguali quantità. Le mandorle vanno unite allo zucchero e il composto verrà fatto caramellare per poi essere steso a seccare su una superficie piatta. Per aromatizzare si usano invece vaniglia e limone.

Torrone sardo

Anche la Sardegna ha la sua tradizione del torrone. Il torrone sardo infatti si contraddistingue dagli altri torroni italiani perchè è fatto con le mandorle, il bianco dell'uovo e il miele tipico sardo, che è particolarmente profumato e aromatizzato. Questo tipo di torrone è molto diffuso nella zona del Campidano (Cagliari, Iglesias), e in Barbagia. Quindi, a meno che non disponiate di ottimo miele sardo, è il caso di andare a gustarlo direttamente in loco. Una delle località più rinomate quanto a torrone è Tonara (esiste infatti il "torrone di Tonara"), in provincia di Nuoro.

Torrone ricetta Bimby

Ebbene si, con il Bimby si può fare anche il torrone, e anzi l'uso del popolare robot da cucina è particolarmente salvifco perchè ci risparmia il dover mescolare per lunghissimo tempo il composto particolarmente viscoso del torrone durante la cottura. Qui trovate la ricetta per fare il torrone con il Bimby.

Torrone vegano

E' possibile fare il torrone vegano? Probabilmente i puristi storceranno il naso, perchè uno degli ingredienti fondamentali del torrone è proprio il bianco d'uovo, che va eliminato per rispettare i dettami vegani. E' possibile sostituire l'uovo? Si può tentare aumentando le dosi di zucchero e aggiungendo del malto di riso o di mais. Oppure potete optare per la ricetta siciliana (vedi sopra) che contiene unicamente zucchero e mandorle.

Il torrone dei morti al cioccolato

Il cosidetto "torrone dei morti" è una ricetta tipica della Campania, e deve il suo nome al fatto che viene mangiato tradizionalmente non nel periodo natalizio, ma per la ricorrenza del 2 novembre, cioè il giorno dei morti. Anche se la ricetta è un po' più complessa, può essere assimilato al torrone al cioccolato: è infatti composto da un impasto di cioccolato bianco e crema spalmabile alle nocciole, in cui vengono immerse nocciole intere. Questo composto viene racchiuso in una sorta di guscio di cioccolato fondente. Ecco la ricetta del torrone dei morti di Giallozafferano.

/var/www/orion-templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt skin_mobile-cucina-0-0