1 5

Menù di Capodanno: cosa preparare per la cena del 31 dicembre

/pictures/2016/11/24/menu-di-capodanno-tante-ricette-per-l-ultimo-dell-anno-3831992137[1254]x[523]780x325.jpeg
gpt
Come mettere a punto il menù di Capodanno facendo bella figura con gli ospiti senza fare troppa fatica? Ecco alcune idee per il menù di Capodanno

Menù di Capodanno 2019

Forse non avevate chiare le dimensioni dell'impresa quando avete invitato tutti gli amici a casa per il cenone di Capodanno. Si sa, la notte di Capodanno è spesso il "festival degli imbucati", perchè proverbialmente nessuno sa mai cosa fare (a parte gli organizzatissimi che hanno prenotato viaggi sei mesi prima). Insomma, ormai il danno è fatto, e quello che potete fare oltre a minacciare chi si azzarda a invitare altra gente è mettere a punto un menù per il cenone di Capodanno che sia furbo e allo stesso tempo adeguato alla situazione e che non vi faccia sfigurare, dall'antipasto al dolce. La missione non è difficile scegliendo le ricette giuste dall'antipasto al dolce. Ovviamente se il numero di convitati lievita incredibilmente lasciate stare il menù curato e imbastite un bel buffet di Capodanno con tanti buoni drink.

Se siete a corto di idee ecco qualche proposta di menu: da quello più tradizionale per i classici a quello fast per i più frettolosi, oppure delicato e raffinato per gli amanti del pesce. Ecco i nostri tre menù ideali di Capodanno:

Menu di capodanno a base di pesce

Come abbiamo la possibilità di cucinare, scegliamo di mangiare del pesce. Ci piace cucinarlo, sperimentare e gustarlo abbinato a contorni particolari, lo adoriamo! Ecco allora un menu a base di pesce per la cena di capodanno.

gpt

Antipasti

  • Arancini di riso venere e pesce: per gli amanti degli arancini ecco una particolarissima variante di quelli classici, aromatizzati dal delicato sapore di sandalo del riso utilizzato dai sovrani cinesi dei tempi passati. Insomma, particolarissimi arancini di riso venere con ripieno di gamberetti, scampi, triglie e piselli che potremo insaporire aggiungendo se lo desideriamo qualche cucchiaio di pomodoro. Un sapore particolarissimo ad ogni morso!
  • Carpaccio di polpo: ricetta semplice, fresca e gustosa che necessita di pochi passaggi per la preparazione. Basterà fare bollire il polipo con aromi e spezie, pressarlo in un contenitore e lasciarlo a riposare per tutta la notte in frigo. A questo punto poi, affettiamo finemente il blocco di pesce freddo e condiamo con olio, sale, prezzemolo e limone. Guarniamo il piatto con qualche rosellina di carota fresca e foglie di insalata croccante e gustiamo subito. Qui altre ricette di carpaccio.

Primi

  • Pasta e pesce in guazzetto: piatto semplice ma molto gustoso che ci farà leccare i baffi! Si tratta di una pasta fresca lunga condita con un mix di pesci e frutti di mare. Possiamo poi, aggiungere o variare in base ai nostri gusti le tipologie di pesce, cuocendo il tutto con pomodorini freschi e salsa di pomodoro, arricchito con un soffrittino di aglio e prezzemolo.
  • Strozzapreti al sugo di canocchie: pasta tipica della cucina romagnola, gli strozzapreti sono molto amati in tutta Italia assumendo forme diverse in base alla regione. Semplicissima la preparazione: basterà pulire le canocchie e farle saltare con scalogno e peperoncino, sfumando con vino bianco. Aggiungendo poi la passata di pomodoro e il basilico, avremo un sughetto profumatissimo con cui condire i nostri strozzapreti che nel frattempo avremo cotto in abbondante acqua salata.

Secondo

  • Calamari in umido con contorno di lenticchie: una versione questa, dei delicati molluschi proposti in rosso, sfumati con vino e insaporiti con prezzemolo e pepe. In questo caso li cucineremo tagliati a striscioline e con contorno di lenticchie gustose, preparate cuocendole lentamente in abbondante acqua e pomodoro, aglio e sedano. Condiamo poi prima di servire con olio e sale. Disponiamo nel piatto pietanza e contorno in parti uguali. Perfetto connubio tra mare e terra.

Menu di capodanno semplice e veloce

Questo menu sarà il top anche per un capodanno organizzato all’ultimo momento tra amici. Grazie a qualche ricettina semplice e veloce potremo fare bella figura e sederci a tavola rilassate e senza capelli dritti! Ecco come.

Antipasti:

  • Barchette di indivia ai formaggi: semplici, veloci e gustose, gradevoli all’occhio e gradite al palato. Questo finger food è così semplice che potremo prepararlo anche cinque minuti prima di sederci a tavola, ideale per essere gustato come aperitivo accompagnato da un prosecco. Basterà lavare e pulire le foglie di indivia e riempirle a barchetta con creme di formaggi aromatizzate: caprino con erba cipollina e granella di nocciole, gorgonzola e noci, robiola con cubetti di speck e trito di prezzemolo. Deliziosi.
  • Bocconcini di uva e pistacchi: particolari, senza dubbio. Oltre che facili e velocissimi da preparare questi bocconcini saranno una delizia per il palato grazie al connubio tra croccante e morbido, dolce e salato. Basterà lavare per bene degli acini d’uva scegliendo i più grossi e croccanti e immergerli in una crema di formaggio che avremo amalgamato per bene e scaldato leggermente per renderla più fluida. Poi, immergendoli in una granella di pistacchi tostati precedentemente preparata, avremo dei piccoli finger food davvero deliziosi!

Primo

  • Pasta panna, salsiccia e zucchine: gustosissima e veloce, giusto il tempo di cottura della pasta. Mentre mettiamo a cuocere la pasta, preferibilmente corta come penne o pipe, prepariamo il sugo mettendo in una padella antiaderente della salciccia sbriciolata a saltare. Intanto tagliamo le zucchine a listarelle e poi a cubetti. Aggiungiamole alla salciccia, mettiamo la panna e lasciamo cuocere a fuoco basso. A cottura ultimata, condiamo direttamente la pasta in pentola completando con parmigiano grattato in abbondanza. Serviamo subito.

Secondo

  • Tomini alla piastra: questa ricetta da veri golosoni ci farà concludere il pasto nel migliore dei modi. Basterà avvolgere intorno a un tomino dello speck o della pancetta che renderà croccante e saporito l’esterno del tomino dal cuore cremoso e delicato. Per accompagnare questa golosità, facciamo lessare delle lenticchie e poi passiamole in pentola con aglio, olio e pomodoro. Quando si saranno ritirate serviamole componendo un quadrifoglio di quenelle a lato del piatto, grazioso e portafortuna per il nuovo anno!

Menu di capodanno tradizionale

La tradizione è tradizione e come tale, va rispettata. C’è chi desidera presentare alla cena dell’ultimo dell’anno menu innovativi, stupire, provare nuovi sapori e c’è chi invece si fida della consolidata tradizione del cenone di capodanno: se siamo per il numero due, ecco allora il menu che fa per noi.

Antipasti

  • Vitello tonnato: un classico direi, che non manca e non deve mancare la sera del cenone di capodanno. Per farlo proprio come la tradizione desidera dovremo impegnarci un pochino ma se abbiamo del bollito avanzato dalla sera prima oppure un arrosto già pronto potremo comunque utilizzarli. Per la salsa, in questo caso, prepariamo una maionese al volo e tritiamola con tonno e capperi: disponiamo le fettine che avremo tagliato finemente su un piatto e ricopriamo abbondantemente con la salsina. Gustiamo freddo con qualche cappero di decorazione aperto a fiore.
  • Insalata russa: semplice e tradizionale, l'idea originale può essere servirla in piccole monoporzioni disposte in bicchierini, che potremo servire uno a commensale debitamente e allegramente colorati con ciuffi di carota alla julienne, pisellini lessi e tocchetti di patata. Per completare il capolavoro poi, posiamo creare decori floreali sul piatto con la maionese in tubetto.

Primo

  • Agnolotti con sugo d’arrosto: possiamo se abbiamo tempo farli in casa ma saranno perfetti anche quelli acquistati in pasta fresca o ancora più easy, confezionati. Per un buon sugo invece, prendiamo un pezzetto d’arrosto precedentemente preparato e tritiamolo grossolanamente. Aggiungiamo poi olio, acqua e una punta di farina per addensare, aggiustiamo di sale e lasciamo cuocere per fare rapprendere un po’, dopo di che condiamo direttamente la pasta in padella e serviamo subito!

Secondo

  • Cotechino con lenticchie: per chi ama la tradizione il secondo è gia scritto, cotechino con lenticchie. Servito a fette, caldo e fumante su letto di lenticchie, il cotechino è un secondo della tradizione davvero gustoso. Ancora di più poi, se acquistiamo un cotechino fatto in macelleria, meno grasso e più saporito di quelli della grande distribuzione. In ogni caso, andranno benissimo anche quelli confezionati, cotti a puntino e scolati di tutta l’acqua contenuta all’interno della confezione.
  • Cotechino in crosta: ecco una variante della preparazione del cotechino molto usata soprattutto in Emilia Romagna, un po' più laboriosa rispetto alla preparazione base del cotechino, ma davvero sfiziosa. Consiste principalmente nel "rinchiudere" il cotechino in un guscio di pasta sfoglia o altro tipo di pasta, motivo per cui la ricetta è anche detta "cotechino in galera".

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt skin_mobile-cucina-0-0