1 5

Il menù settimanale: ecco come si fa

/pictures/2018/03/15/il-menu-settimanale-ecco-come-si-fa-77168074[750]x[313]780x325.jpeg Shutterstock
Cosa è un menù settimanale, a cosa serve e come si fa? Andiamo a vedere perchè organizzare il menù settimanale è utilissimo per mangiare bene e per fare la spesa nel modo più conveniente

Come fare il menù settimanale

Siamo sempre di corsa, mangiamo quello che ci capita a tiro perché in frigo abbiamo poco e niente e quando andiamo a fare la spesa, non abbiamo la più pallida idea di cosa comprare! Fermi tutti: ci serve organizzazione. Stabilire un menù settimanale ci aiuterà senza dubbio a stilare la lista della spesa per avere nel frigorifero quello che ci serve a preparare una cenetta ad hoc che sia corretta dal punto di vista nutrizionale che ci faccia piacere vedere e soprattutto che ci permetta di saziarci senza fagocitare barrette di cioccolato e pop corn all’infinito.

Ecco allora qualche idea e consiglio su come organizzare un menù settimanale adeguato alle nostre esigenze.

Il menu settimanale: vantaggi

Stilare la lista della spesa in relazione al menu settimanale ci permetterà sicuramente di evitare sprechi poiché non compreremo cibi superflui, risparmiando così sula spesa totale. Inoltre, ci permetterà di velocizzare il tempo dedicato alla spesa, permettendoci di pianificare pranzi e cene settimanali senza dover pensare ogni singola volta a quello che dovremmo portare in tavola, costringendoci ad un menu equilibrato e sano, poiché avremo una visione d’insieme della settimana.

Consigli per fare la lista della spesa

Punto uno: scarichiamoci un’app sul cellulare per stilare una lista della spesa veloce e pratica, ma soprattutto che non potremo mai dimenticare a casa. Punto due: dedichiamo dieci minuti a settimana alla compilazione della lista della spesa, controllando sia il fresco, in frigo, sia il conservato, nella dispensa, pianificando pranzi e cene, colazioni ed eventuali merende dei più piccolini. Segniamoci subito ciò che ci serve o che ci viene in mente poiché, se perdiamo l’attimo, lo dimenticheremo senza dubbio (come sempre avviene!)

Cosa mangiare e quando?

Se a pranzo mangiamo a casa, organizziamo la settimana affinchè a pranzo si possa se lo gradiamo, consumare sempre un primo piatto. Prediligiamo paste con verdure e minestre di legumi o passati di verdura, completati se lo desideriamo da un pezzetto di formaggio, lasciando per la cena le proteine.

Per la sera, suddividiamo la settimana in:

  • 1 volta carne rossa (o bianca)
  • 2 volte pesce
  • 2 volte formaggi, uno fresco uno stagionato
  • 2 volte uova

Possiamo anche sostituire la carne rossa o quella bianca con piatti di legumi, salutari e ricchi di proteine sane e fibre utili a regolarizzare l’intestino.

Menù settimanale e cibi freschi

Avere cibi freschi e di stagione per il nostro menù settimanale è fondamentale. Certo, se facciamo la spesa una volta a settimana, avremo necessariamente bisogno di comprare sia il fresco sia il confezionato insieme. Come fare quindi? Sicuramente scegliamo le scadenze più lunghe sia per il latte sia per i formaggi freschi, preferendo carne dal banco macelleria o appena inscatolata.

Come conservare i cibi: la guida

Pollo e carne rossa potranno essere porzionati e congelati per una maggiore freschezza, scegliendo invece di consumare i formaggi a inizio settimana. Per quanto riguarda le verdure, consumiamo anche in questo caso le verdure a foglia entro i primi tre giorni della settimana e utilizziamo in seguito pomodori e verdura da cuocere. Anche verdure e ortaggi comunque possono essere cotti velocemente (per la maggior parte basta una veloce sbollentata) e congelati, in modo da averi a disposizione appena servono.

Cibi a lunga conservazione:si o no?

Avere cibi a lunga conservazione nella può essere utile nel caso di necessità ma facciamo sempre attenzione alle scadenze. Preferiamo cibi con periodi di conservazione più brevi poiché significa meno conservanti. Disponiamo in dispensa i cibi a lunga conservazione in maniera da consumare prima ciò che ha scadenza più corta per evitare sprechi inutili. Evitiamo di acquistare troppo cibo e conservarlo a lungo per poi consumarlo vicino alla data di scadenza.

Come fare le scorte

Oltre alla programmazione settimanale provvediamo a tenere una piccola scorta programmata nel caso avessimo ospiti improvvisi e dovessimo preparare una cena all’ultimo minuto. Due pacchi di spaghetti e un ragù pronto in barattolo, un pacco di insalata pronta all’uso e una scatola tonno salveranno la situazione in ogni evenienza, magari accompagnati da un barattolo di pesche sciroppate e due biscottini.

Torte dolci e salate

Ad aiutarci nella nostra programmazione, sicuramente l’utilizzo del forno per la preparazione di torte dolci e salate. Ebbene sì: dedicare un'oretta o due a settimana alla preparazione in contemporanea di una torta dolce e una salata magari con la pasta sfoglia, ci aiuterà a risparmiare tempo. Avere in frigo una torta pronta salata ricotta e spinaci, zucchine e prosciutto o tonno e carciofi, ci potrà evitare di preparare una cena, magari proprio quella sera che rincasiamo tardi. Allo stesso tempo un dolce facile come ad esempio una torta margherita leggera e soffice, con una spolverata di zucchero a velo, sarà una sana merenda e colazione per tutta la famiglia, molto più sana rispetto agli snack confezionati, e che richiederà una spesa contenutissima e anche una preparazione piuttosto facile e veloce.

gpt skin_mobile-cucina-0