1 5

Ricette con gli avanzi di cotechino

/pictures/2018/01/02/ricette-con-gli-avanzi-di-cotechino-4112947142[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
Riciclare in cucina è un'arte, scopriamo le numerose ricette con gli avanzi di cotechino da sfruttare nei giorni successivi a Capodanno!

Riciclare il cotechino: le ricette

L’anno nuovo inizia all’insegna degli avanzi del cotechino del cenone di Capodanno da riciclare? In realtà si tratta di uno scenario piuttosto comune: abbiamo organizzato un ultimo dell'anno mangereccio a casa nostra con gli amici e come sempre a mezzanotte è arrivato il momento di cotechino e lenticchie. I più furbi servono questo piatto già durante la cena, senza aspettare la mezzanotte per un motivo ben preciso: nella baraonda generale mangiare non è più una priorità, ed ecco che matematicamente avanzerà del cotechino, che magari abbiamo preparato in abbondanza proprio per non sfigurare. Ed ecco che ritroviamo con grossi avanzi di cotechino, tra l'altro una pietanza non proprio facile da riciclare.

Ma la soluzione c'è: basta conoscere qualche ricetta furba. Oggi vi spieghiamo come riciclare il cotechino e riutilizzarlo per ricette future, per menù deliziosi e davvero particolari.

Un consiglio: se ne avete davvero troppo, alcune parti potrete congelarle e utilizzarle con più calma nei giorni successivi, senza però lasciarle troppo tempo in freezer.

Ecco le ricette per riciclare il cotechino avanzato che troverete in questo articolo:

Tartine alla crema di cotechino

Se quello che ci è avanzato dalla cena di Capodanno è il cotechino, potremmo riutilizzarlo per realizzare gustose tartine da antipasto. Frulliamo insieme gli avanzi di cotechino, con aggiunta di panna da cucina e prezzemolo: dobbiamo ottenere una cremina stile patè che utilizzeremo come base da palmare su fettine di pane tostato o cracker completandoli poi con quello che più ci piace, dalle olive ai pomodorini secchi. Deliziosi!

Pasta saporita al cotechino

Se invece quello che vogliamo è utilizzare il cotechino per condire la pastasciutta, potremo realizzare un ottimo sugo bianco per tagliatelle o pasta corta. Prima di tutto tagliamo a piccoli cubetti il cotechino e mettiamolo in una pentola antiaderente con un filo d’olio e dei cubetti di carota, sedano e cipolla: quando le verdure saranno appassite e la carne rosolata, sfumiamo con un bicchiere di vino bianco. Quando la pasta è al dente scoliamola e buttiamo in pentola con un cucchiaio di acqua di cottura. Mantechiamo poi con abbondante parmigiano, serviamo e mangiamo subito!

Vol au vent di lenticchie e cotechino

In questo modo avremo la possibilità di gustare il cotechino avvolto da una croccante sfoglia ricca e gustosa ripiena di morbida crema di lenticchie: un modo perfetto tra l'altro anche per riciclare le lenticchie avanzate. Tagliamo il cotechino a cubetti di un centimetro o due e a parte frulliamo le lenticchie avanzate fino a ottenere una crema.
A parte stendiamo una pasta sfoglia pronta e tagliamo dei piccoli quadratini di circa 5x5cm. Su ognuno mettiamo un cucchiaio di crema di lenticchie e un cubetto di cotechino: tiriamo su i lembi e pizzichiamo per chiuderli a fagottino. Disponiamo su carta su una placca del forno e facciamo cuocere a 180 gradi per 10 minuti controllando la doratura della sfoglia. Tiriamo fuori, lasciamo raffreddare e serviamo appena tiepidi.. deliziosi!

Polpette di cotechino al pomodoro e basilico

Tanto, tanto cotechino avanzato? Tritiamolo, ne faremo delle deliziose polpettine e il pomodoro donerà loro un gusto fresco e leggero! Tritiamo il cotechino e mettiamo in una ciotola con 2-3 uova (tarate le dosi in base ai gusti e alla quantità effettiva di cotechino), del pane ammorbidito nel latte e abbondante parmigiano: amalgamiamo per bene e se il composto risulterà troppo morbido aggiungiamo un paio di cucchiai di pangrattato.
Aggiustiamo di sale e pepe e facciamone delle palline. Per non appesantire facciamole cuocere stufate nel pomodoro molto lungo con uno spicchio di aglio, anziché friggerle, o se preferiamo cuociamo in forno. A cottura finita, aggiungiamo qualche foglia di basilico e gustiamo.

Involtini di cotechino

Solitamente gli involtini li facciamo utilizzando fettine di carne con al loro interno verdure o formaggi: questa volta ribalteremo la situazione. Avvolgeremo la carne all’interno delle verdure! Prendiamo del cavolo verza e laviamone delle foglie, recuperandone delle strisce che potremo utilizzare per avvolgere il cotechino al loro interno. Arrotoliamo per bene spalmando sulla foglia della senape e qualche fettina sottilissima di cipolla con una spolverata di parmigiano.

Fermiamo con degli stuzzicadenti e disponiamo in una padella larga con un filo d’olio evo e delle striscioline sottili di cavolo che avremo precedentemente fatto appassire con olio e vino bianco. Sfumiamo nuovamente con un goccio di vino e aggiustiamo di sale: lasciamo cuocere lentamente per circa 20 minuti. Serviamo caldi su letto di verza e gustiamo!

Polenta con cotechino e formaggio

In ultimo, magari non subito dopo Capodanno, possiamo utilizzare gli ultimi resti di cotechino (ovviamente se lo avevamo congelato) per conciare la polenta. Cuciniamo una pentola di polenta piuttosto grezza e a fine cottura, aggiungiamo il nostro cotechino spezzettato quasi triturato al suo interno: mantechiamo per bene aggiungendo formaggi come fontina, brie, toma di montagna e altri in base al gusto che desideriamo ottenere, più o meno saporito.
Serviamo al momento calda e filante, in ciotoline fonde. Supernutriente e davvero gustosa, soprattutto dopo una gita sulla neve!

Non perdete anche le nostre ricette per riciclare gli avanzi del panettone, del pandoro e del torrone.

gpt skin_mobile-cucina-0