1 5

Le domande da fare a un uomo al primo appuntamento

/pictures/2015/06/19/le-vere-domande-da-fare-a-un-uomo-la-prima-volta-che-ci-esci-3699191563[5676]x[2369]780x325.jpeg
Le domande da fare a un uomo al primo appuntamento? Abbiamo poco tempo e molto bisogno di incontrare gente normale, quindi basta con domande sceme tipo di che segno sei. Per capire se l'uomo che ti attrae ha anche potenzialità sono queste le domande base che gli devi fare

Le domande da fare a un uomo al primo appuntamento

Le donne che al primo appuntamento chiedono il segno zodiacale, si meritano lo psicopatico. Perchè ammesso (e sacrosanto) che non si finisce mai di conoscere chi abbiamo davanti, ci sono cose davvero utili da sapere e altre davvero cretine da domandare. Insomma, che lui sia Leone o Pesci cambia poco, se poi ha la mummia della madre chiusa nell'armadio. Se vuoi sapere le cose fondamentali da chiedere durante i primi appuntamenti con un uomo che sembra interessante, siediti comoda e stammi a sentire. Sto per salvarti la vita

Domanda 1: Hai la mummia di tua madre chiusa nell'armadio? O, meglio formulata: Odi i tuoi genitori?

Scientificamente provato. Più è aperto il conflitto fra un uomo e la sua famiglia, più lui è da evitare. Va bene, può darsi che siate capitate con la versione cresciuta del Piccolo Lord (adulto con storia famigliare molto difficile alle spalle, ndR). Ma siamo onesti. Dopo i 30 anni i genitori non si odiano più. Magari si tollerano poco. Magari non ci si va a pranzo la domenica. Ma si è abbastanza adulti da deporre le armi e lasciar scivolare via la rabbia. In caso di dubbio, comunque, quando lui non vi vede, buttate un occhio nel suo armadio

Domanda 2: cosa ne pensi di Oscar Farinetti?

Potrà sembrare una domanda bizzarra, ma la questione sul patron di Eataly apre sempre scenari interessanti. In un colpo solo potrete infatti scoprire se lui: 

  • non legge i giornali (Farinetti quale, quello che fa le macchine?
  • ignora di vivere in una società (Farinetti quale, quello che fa il carrozziere?)
  • gli piacete così tanto che comprerebbe della carne chianina e del riso bio delle Langhe per voi (cara, andiamo a fare spesa da Eataly nel week end?)
  • è fissato con la cucina livello Masterchef (cara ieri da Eataly ho comprato delle radici di zenzero deliziose)
  • non sa cucinare (non capisco a cosa serva un supermercato)
  • mangia da McDonald (lo conosco, ma il McBacon è in offerta oggi)
  • vota Renzi (che grandi amici ha Farinetti)
  • tende alla calvizie (mio padre somiglia a Farinetti)

Domanda 3: che libro hai sul tuo comodino?

La questione libri è fondamentale. Un uomo che non legge a casa mia non entra. Ma pure un uomo che legge brutti libri. Ovviamente il divario bello/ brutto è personale. Io ti direi che se sei fissato con Terzani e mi citi Paulo Coelho non andremo mai a letto assieme. Ma sono gusti. Voi siete libere di essere meno radicali. Ma assicuratevi almeno che lui tenga un libro sul comodino. E che non si intitoli: Come mummificare mia madre

Domanda 4 o DALAS: la Domanda Assoluta Libera A Scelta

A questo punto della conversazione, è bene mettere subito in chiaro le questioni fondamentali. Siamo adulte. Sappiamo cosa ci piace e cosa odiamo. Inutile girarci attorno e continuare a frequentare una persona senza avergli chiesto la cosa che ci sta più a cuore. Ma qual è? Ovvio, lo sapete solo voi. Ma che riguardi la religione, lo scoutismo (io per esempio chiedo sempre: avresti mai voluto essere uno scout? E' vitale sapere che lui risponda: no, mai), il fare figli (questa magari, ponetela in modo blando, cioè non tipo: faremo un bambino domani?) il vivere storie a distanza, l'essere vegani, il fumare a letto, è giusto capire dal principio se questo uomo attraente porta con sè o no i semi della distruzione. Perchè incarna quello che per noi è il Male Assoluto. O perchè non ha o non vuole quello che cerchiamo noi.

5 domande fondamentali a bruciapelo (esigete 5 sì):

  • Hai un lavoro? (Se poi gli piace meglio)
  • Hai una casa? (Non sottovalutate mai l'effetto rassicurante della sua risposta affermativa)
  • Ti piace viaggiare? (Un uomo che non ama viaggiare vi convince?)
  • Tieni molto ai tuoi amici? (Un uomo senza amici o molto critico verso di loro, non è sfortunato, è problematico)
  • Hai fatto pace col tuo passato sentimentale? (Uomini che odiano a morte le ex e ne parlano ancora e spesso male dimostrano incapacità di andare avanti. Ma il passato, per definizione, per quanto doloroso o ingiusto, è, appunto, passato. Se per loro tutto questo è inconcepibile lasciateli indietro e tirate dritte per la vostra strada)
gpt skin_mobile-coppia-0