1 5

Matrimonio civile: come farsi sposare da un amico

/pictures/2015/02/18/matrimonio-civile-come-farsi-sposare-da-un-amico-2920133[2069]x[863]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-ros-0
Abbiamo un caro amico, magari lo stesso che ci ha fatto incontrare, a cui vorremmo chiedere anche di celebrare le nostre nozze? Ecco come è possibile esaudire il nostro desiderio

Come farsi sposare da un amico

Il rito civile in Italia se, fino a qualche anno fa, veniva officiato solo dal Sindaco o da un suo delegato, oggi viene riconosciuto a qualsiasi persona maggiorenne che goda di diritti civili, salvo i parenti (padre, madre, figlio...) che non possono sposare. L'iter burocratico è semplice. Una volta effettuate le pubblicazioni di matrimonio, gli sposi segnalano al Comune la persona che vorrebbero come ufficiante del rito. Fissata la data del matrimonio, l'amico si recherà in comune per sottoscrivere alcuni documenti necessari e riceverà la nomina per poter celebrare il matrimonio, nomina valida ovviamente solo per quel giorno e per quel matrimonio! Riceverà così la fascia tricolore da indossare durante il rito e il registro delle firme.

Come organizzare un matrimonio in casa

Perché farsi sposare da un amico

Quel giorno con lui ci sarà più emozione! Un amico è una persona speciale che vi conosce da sempre e potrà arricchire la semplice cerimonia del rito civile (che dura tra i 15/20 minuti) con un discorso creato ad hoc, con parole cariche di sentimento, che potranno ripercorrere le tappe della coppia, creando così una cerimonia speciale che tutti ricorderanno.

Come celebrare un matrimonio civile

I luoghi per sposarsi

Non è possibile celebrare il matrimonio di rito civile al di fuori delle case comunali poiché non è possibile portare all'esterno i registri del Municipio. Oggi però non dovete scoraggiarvi, sono molti i posti che si possono scegliere per poter celebrare il matrimonio. I comuni italiani infatti, oltre alle splendide sale comunali inserite in palazzi storici, offrono anche altri luoghi sempre più belli e speciali come ville o giardini, castelli o chiese sconsacrate. A Roma ad esempio è possibile sposarsi nella chiesa sconsacrata di S. Maria in Tempulo alle Terme di Caracalla e tra poco, sempre che venga approvata in via definitiva la delibera riguardo i matrimoni, anche al Colosseo o magari in spiaggia ad Ostia. Se invece il luogo che avete scelto non ha l'autorizzazione del Comune, potete sempre pensare di celebrare, con i soli testimoni, il rito civile in Municipio il giorno prima per poi riproporre la cerimonia, simbolica in questo caso, nel luogo scelto il giorno deciso per le nozze. L'atmosfera sarà ugualmente magica: ci saranno tutti i vostri invitati, sarà sistemato e decorato tutto secondo il vostro gusto, potrete personalizzare la funzione con musica, discorsi o promesse di matrimonio... l'emozione di ricelebrare le nozze non mancherà di certo!

gpt