1 5

Autoerotismo: come cambia con l'età di una donna

/pictures/2016/10/04/autoerotismo-come-cambia-con-l-eta-di-una-donna-665747420[2925]x[1219]780x325.jpeg
Autoerotismo: come cambia con l'età di una donna | Come cambia e che benefici porta l'autoerotismo nella vita di una donna? Ecco tutte le risposte divise per età

Autoerotismo: come cambia con l'età di una donna

Dai primi anni di vita sino alla terza età, come cambia l'autoerotismo nella vita di una donna

Autoerotismo nell'adolescenza

In vent'anni una donna cambia forma un'infinità di volte, tante quante si trasformano la sua intimità e la sua sessualità. La masturbazione è una scoperta molto precoce, che inizia nei primissimi anni di vita, ma che il più delle volte viene “castrata” ed etichettata come cosa da non fare. E spesso, fino all'esplosione di ormoni tipica dell'adolescenza, l'autoerotismo femminile rimane confinato nel dimenticatoio.

Perchè lo stress rovina il sesso di coppia?

Poi, con la pubertà, la voglia di esplorare il proprio corpo e di ricavarne piacere diventa quasi irresistibile. La masturbazione femminile nell'adolescenza è proprio un impulso, tanto forte quanto “artigianale”: non si sa bene come funzioni il nostro corpo, e lo si sperimenta un po' a tentoni, cerando di capire dove e quanto toccare. Molto spesso, purtroppo, con l'ombra del senso di colpa che incombe, e che fa sentire sbagliate e sporche dopo aver provato piacere. Sensazioni naturali ma immotivate, come il senso di colpa generato ad esempio da una dipendenza affettiva.

Masturbazione in età adulta

Dopo un'adolescenza passata a negare di fare “certe cose” (anche se forse, speriamo, le giovani d'oggi ammettono con maggior serenità di masturbarsi), si giunge all'età adulta, con il sesso che diventa una questione a due e non più solitaria. Ma proprio quando si è in coppia si rivela in maniera ancora più incisiva l'importanza “propedeutica” della masturbazione: donne che si siano masturbate e che si masturbino hanno una maggiore consapevolezza del proprio corpo, e sanno trarne maggior piacere anche in compagnia di altri. E poi, gli anni della maturità o dell'”adultità” (psicologica, fisica e sessuale) sono anni meravigliosi per quanto riguarda l'autoerotismo: la voglia di sperimentare e di provare piacere è ancora tanta, e il corpo reagisce meravigliosamente agli stimoli. Il trentennio dai venti ai cinquanta è il periodo giusto per assecondare i propri desideri, anche aiutandosi con qualche stuzzicante sex toys. Per esempio, perché non sondare il terreno del piacere del lato b?

Autoerotismo over 50

Finalmente (quasi) nessuno più pensa che con il sopraggiungere della terza età le donne entrino in un irrecuperabile stato di letargo sessuale. Certo, con l'assestarsi della menopausa la sessualità femminile cambia e per certi versi si complica, e anche il desiderio non è esattamente stabile. Ma gli anni che seguono i sessanta sono grigi solo per quello che riguarda il colore dei capelli! 

Sesso over 50, cosa cambia per gli uomini?

A quest'età, infatti, una donna è perfettamente consapevole di cosa le procuri piacere e cosa invece non le piaccia, ed è capace di arrivarci da sola. Appartenete invece alla schiera di sessantenni cresciute con il tabù del piacere sessuale (ma dov'eravate negli anni Settanta)? Niente paura: questo è il momento per scoprire voi stesse dalla vita in giù! Armatevi di un buon lubrificante ad acqua, con una formulazione delicata (e magari con un'eccitante effetto caldo, perché no?), e avventuratevi nelle vostre lande inesplorate. Se vi va, provate a utilizzare anche un sex toy, magari un mini vibratore da usare sia per stimolare il clitoride sia per esplorare, dolcemente, la vagina. Siete donne, non solo nonne!

Le vere zone erogene di una donna e come toccarle

gpt skin_mobile-coppia-0