gpt skin_web-coppia-0
gpt strip1_generica-coppia
gpt strip1_gpt-coppia-0
1 5

Giornata Mondiale contro l’AIDS: come fare sesso sicuro

Solo in Italia, ogni anno ci sono 4000 nuove diagnosi di infezione da HIV, 40% delle quali individuate tardivamente. All’HIV si affiancano le malattie sessualmente trasmissibili e l’unico modo per non contrarle resta il preservativo. Ecco come usarlo bene

Come fare sesso sicuro

Il 1 dicembre ricorre la Giornata Mondiale contro l’AIDS, istituita nel 1988, trent’anni fa. E oggi, a trent’anni di distanza, è una giornata attuale più che mai. Perché, solo in Italia, ogni anno ci sono 4000 nuove diagnosi di infezione da HIV, 40% delle quali individuate tardivamente. E, sempre secondo i dati di AnlAids, la fascia d’età più colpita è quella 25 – 29 anni, e la principale modalità di trasmissione resta quella dei rapporti sessuali non protetti. All’HIV, il virus che se non adeguatamente trattato diventa AIDS, si affiancano poi altre malattie sessualmente trasmissibili come la gonorrea, la tricomoniasi, la clamidia e la sifilide. L’unico modo per non contrarle resta lui: il preservativo.
Ecco perché MySecretCase ha deciso, per tutta la giornata dell’1 dicembre, di regalare i suoi preservativi “Piacere Sicuro” dando la possibilità di aggiungerli al carrello a costo zero.

Perchè abbiamo paura di chiedere il preservativo

In attesa (fiduciosa) di manovre a livello governativo, è importante non solo ricordare quanto sia fondamentale l’utilizzo del preservativo (soprattutto, ma non solo, in caso di rapporti occasionali), ma anche quanto sia importante utilizzarlo nel modo corretto perché sia efficace al 99%. Ecco le 5 cose da tenere sempre a mente quando si utilizza un preservativo:

1. Scegliere la taglia giusta

I preservativi sono un po’ come i vestiti, bisogna scegliere la taglia giusta. I preservativi classici hanno dimensioni standard, adatte alla maggior parte degli uomini, ma non a tutti. Scegliere il profilattico della propria taglia non serve solo a “stare comodi”, ma anche e soprattutto a garantirne l’efficacia. Un preservativo troppo grande, infatti, rischia di sfilarsi durante il sesso, mentre uno piccolo potrebbe riarrotolarsi o rompersi. Fate un gioco (ma molto utile): misurate il vostro pene, in lunghezza e in diametro, e prima di comprare la prossima confezione di preservativi leggete lo specchietto che ne riporta le dimensioni

Conservarlo nel modo giusto

I preservativi hanno una data di scadenza, oltre la quale non è più garantita la loro massima funzionalità. Il lattice di gomma è infatti un materiale che, dopo molti anni, rischia di deperire e perdere elasticità. Controllate sempre la data di scadenza sulla confezione, e ricordatevi di conservare i preservativi nel modo opportuno. No ai condom infilati nel portafogli, nella tasca dei jeans o – orrore! – nel cruscotto dell’auto: gli sbalzi di temperatura, lo sfregamento e lo schiacciamento possono danneggiarli in modo invisibile ma grave. E attenzione anche a unghie, denti, anelli o bracciali: cioè a tutti gli oggetti taglienti che potrebbero rovinarli durante l’apertura

Indossarlo nel modo giusto

Il preservativo va indossato sul pene eretto, con il serbatoio rivolto all’insù e l’anello srotolabile rivolto all’esterno. Sembrerebbe un promemoria banale, ma non è infrequente che, complici il buio, l’agitazione o la fretta, venga posizionato al contrario. Cosa fare se succede? Buttarlo e prenderne un altro! Ricordate anche di tenere il serbatoio schiacciato per evitare che rimanga aria al suo interno e di srotolarlo fino alla base del pene

Indossarlo al momento giusto

L’errore forse più diffuso riguarda la tempistica: troppo spesso il preservativo viene indossato troppo tardi, già a metà rapporto. Eppure, per garantire la sua efficacia, sia come anticoncezionale sia come protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili, il condom va indossato sul pene eretto prima di iniziare il rapporto (orale, vaginale o anale). Non ha nessun senso iniziare la penetrazione e poi interromperla quando lui sente che “sta per”: da un lato perché il pene emette in modo impercettibile il liquido pre-eiaculatorio, che può contenere tracce di sperma perfettamente capaci di portare a una gravidanza, dall’altro perché la trasmissione di infezioni o di malattie avviene attraverso il contatto tra mucose e liquidi, cioè da subito

Toglierlo al momento giusto

E non finisce qui: il preservativo non solo va indossato nel momento giusto, ma va anche tolto nel momento giusto. Toglierlo prima che finisca il rapporto equivale a non utilizzarlo del tutto (e se fatto senza il consenso dell’altro/a partner è riconosciuto come violenza sessuale), ma anche aspettare troppo è rischioso. Bisogna sfilare il pene dalla vagina o dall’ano prima che perda del tutto l’erezione e tenendo il preservativo fermo alla base del pene con le dita. Questo per evitare che si sfili, scatenando non solo il panico (oddio mi è rimasto dentro!) ma anche annullando la sua azione
gpt inread-coppia-0
gpt skin_mobile-coppia-0