1 5

Come raggiungere l'orgasmo: dalla teoria alla pratica

Come si raggiunge l'orgasmo? Insegnarlo non è possibile, ma ecco qualche utile consiglio per prendere in mano la situazione

Come raggiungere l'orgasmo

Per raggiungere l’orgasmo bisogna innanzitutto sapere cos’è e come si presenta. Godere ed eccitarsi sono preamboli necessari e indispensabili, ma non bastano da soli: l’orgasmo è un climax di piacere che arriva a ondate crescenti, fino ad un’esplosione che poi scema subito dopo.

Se non lo hai mai provato, niente paura: troverai il tuo modo, sia da sola che con il partner (senza bisogno di fingere l'orgasmo). In fondo ci sono molti tipi di orgasmo e molti modi per raggiungerlo; non è necessario conoscerli e/o sperimentarli tutti (certo, sarebbe interessante!), basta sapere come usare il proprio corpo, conoscendolo e “facendone esperienza”.

Le premesse per raggiungere l'orgasmo

Per raggiungere l’orgasmo sono necessari alcuni preamboli:

  • devi averne voglia
  • devi essere eccitata
  • ti deve piacere la persona con cui stai (se non sei da sola)
  • se sei da sola deve piacerti il modo in cui hai deciso di aiutarti a venire
  • devi sapere come fare.

Quest’ultima cosa dipende dalla situazione in cui ti trovi e dagli “strumenti” che hai a disposizione, oltre che dal tipo di orgasmo. Una cosa è assolutamente certa: l’orgasmo arriva dopo una certa stimolazione fisica e mentale. La componente psicologica è ovviamente importantissima e sta nei preamboli di cui sopra; ma senza stimolazione fisica, l’orgasmo non arriverà.

E qui entri in gioco tu: se sei da sola, puoi aiutarti con le dita o con un vibratore, guardando un porno, un film erotico o semplicemente pensando a qualcuno o a qualcosa che ti eccita (assicurati di avere del tempo e dello spazio da sola, da usare come vuoi senza essere interrotta).

Come raggiungere l'orgasmo clitorideo

Se invece sei in compagnia, la stimolazione può avvenire con le dita (tue e/o del tuo partner), con la lingua, con il pene o sempre con un sex toy. L’orgasmo clitorideo, il più facile da ottenere, arriva dopo aver stimolato il clitoride con movimenti solitamente circolari, più o meno veloci a seconda delle esigenze, e non troppo forti ma piuttosto delicati, in quanto si tratta di un organo molto sensibile. Niente unghie, un po’ di lubrificazione, mantienilo “coperto” dalla sua pellicina, altrimenti rischia di farti male.

La stimolazione del clitoride con la lingua da parte del partner è una cosa che richiede a lui impegno e pazienza, ma porta a risultati davvero soddisfacenti! Le dita sono la cosa più facile e veloce per quando sei sola. Anche i vibratori sono molto efficaci in questo.

Come raggiungere l'orgasmo vaginale

L’orgasmo vaginale è una storia più complicata: necessita di penetrazione e di movimenti “giusti”, che non sono uguali per nessuna. In teoria dovresti andare a stimolare per strusciamento interno la stessa zona del clitoride, ma dall’altro lato, chiamato favolisticamente punto G. Lo puoi fare con le dita (sempre tue o meglio le sue), con un vibratore oppure appunto con il pene. Devi trovare le posizioni che più ti aiutano a stimolare il tuo punto magico, nonchè velocità e ritmo che potranno soddisfarti. Se questo non basta a farti venire vaginalmente, puoi sempre stimolare il clitoride insieme alla penetrazione, contemporaneamente.

Toccandoti il clitoride mentre lui ti penetra, usando un anello vibrante attaccato al suo pene, oppure con un vibratore rabbit o butterfly, che stimoli insieme sia l’interno che l’esterno della tua vagina. In questo caso potresti raggiungere anche entrambi i tipi di orgasmo.

Altri tipi di orgasmo

In alcuni casi, continuando a stimolarti anche dopo il primo orgasmo, potresti sperimentare orgasmi multipli.

Infine l’orgasmo anale: anche questo avviene sempre tramite stimolazione penetrativa, e è difficile da raggiungere, anche perchè è difficile penetrare il lato b senza dolore; tocca conoscersi, essere delicati, usare il lubrificante (anche la saliva va bene) e cercare di raddrizzare il tiro. Poi tocca anche in questo caso trovare i punti giusti, le angolazioni giuste, la velocità e il ritmo giusti. E anche in questo caso potrebbe essere necessario stimolare altre parti contemporaneamente (sia vagina che clitoride).

gpt skin_mobile-coppia-0