gpt skin_web-coppia-0
gpt strip1_generica-coppia
gpt strip1_gpt-coppia-0
1 5

Cos'è l'infedeltà?

La causa dell'infedeltà è davvero un gene? E perchè alcune donne si ritrovano a frequentare uomini sposati? L'intervista allo psicologo e psicoterapeuta Luca Saita

Cos'è l'infedeltà?

La causa dell'infedeltà è davvero un gene? O il fatto di essere infedeli per natura è soltanto un magnifico alibi? E perchè molte donne affermano "ogni volta che mi piace un uomo è sistematicamente sposato?" Ne parliamo con il Dott. Luca Saita, Psicologo e Psicoterapeuta a Roma.

Dott. Saita spesso leggiamo di ricerche in cui si adduce a un gene la causa dell'infedeltà. Che cosa ne pensa?

Forse si potrebbe pensare ad un 'gene darwiniano' nel senso che biologicamente come specie siamo programmati per la continuazione della specie. Io penso che i genetisti potrebbero dedicarsi a ricerche più serie, su patologie più serie, in quanto l'infedeltà è determinata dalle dinamiche di coppia e dalle dinamiche sociali, quindi non c'è bisogno di scomodare la genetica per capirla e darle un senso. Ci sono persone patologicamente infedeli, ma non per via dei geni, ma per via delle loro dinamiche diciamo 'interiori', che tradiscono compulsivamente per tutta una serie di motivi che possono essere molteplici.

Alcuni tradiscono perchè sono affascinati dal tradimento, altri perchè il tradimento li eccita, altri ancora perchè hanno difficoltà ad avere un rapporto stabile e profondo, altri per trovare stimoli ed emozioni ad una vita che si sono costruiti come piatta, altri ancora per problemi di coppia. I motivi possono essere effettivamente tanti.

Sovente ascolto qualcuno affermare "non credo nell'amore" e il più delle volte questa frase è riconducibile a delusioni di tipo sentimentale in cui si è stati traditi. Secondo Lei non sarebbe più corretto affermare "non credo più nel prossimo"?

Effettivamente sarebbe molto più corretto e sintatticamente esatto. D'altra parte è più facile affermare di non credere all'amore così non si devono vedere e affrontare le ferite ed i fallimenti dei rapporti interpersonali che una persona ha vissuto. Diciamo che è una forma di difesa che la persona attua per non dover affrontare altre ferite e fallimenti, non che questi debbano per forza accadere, ma che la persona ferita immagina come probabili

Vorrei riprendere una frase di un celebre libro di Valentina G Rossi "100 Modi per scoprire se ti tradisce o per non farsi smascherare": "Ma l'amore, alla fine, deve farci felici o logorarci in maniera lenta e sapiente?"

Dipende da che tipo di amore si desidera. L'amore che logora è una amore sado-masochista, basato su dinamiche perverse di sofferenza e frustrazione. Molte persone hanno sperimentato solo questo tipo di amore, quindi questo trovano e coltivano, rivivendolo nella speranza che prima o poi cambi. L'amore che rende felici è un amore sano, appagante, che nutre e fa crescere la persona. Molto spesso le persone masochiste lo evitano, e poi dicono che non esiste, paradossalmente. Spesso nel corso di una psicoterapia, una persona che elabora la storia delle proprie relazioni disimpara il modo masochista ed inizia a vivere degli amori appaganti, pieni, con sua grande sorpresa: effettivamente questo tipo di amore non l'aveva mai conosciuto prima.



A quanto pare le donne che cercano in maniera più o meno conscia relazioni con uomini sposati, avrebbero una gran paura di una relazione stabile. Lei crede che sia effettivamente così?

Può anche essere questo uno dei motivi. Molte donne cercano il gusto del proibito perchè riescono a vivere l'eros solo nel suo aspetto perverso: per questo cercano situazioni di sofferenza nelle quali possono sentirsi vive e gratificate

La mancata soluzione del complesso edipico può far si che una donna vada a scegliere sistematicamente uomini sposati come partner?

Per quanto riguarda le donne Freud parla di complesso di Elettra: anche questa è una situazione in cui c'è un triangolo, e quindi le donne che sono rimaste imprigionate in questo triangolo tendono a riproporlo, cercando un uomo sposato solo per il desiderio di strapparlo ad un'altra donna. Spesso infatti accade che se l'uomo si libera e lascia la moglie, la 'magia' del rapporto si interrompa.
Questa è una della dinamiche (ad esempio) tipiche dell'anoressica, alla quale il padre fa credere di preferire lei alla madre: questo scatena una rivalità con la madre, rivalità che però alla fine viene vinta dalla madre stessa. Quindi nella relazione con gli uomini la futura Elettra tenta ti togliere l'uomo ad altre donne, cercando di dimostrare così di essere lei la vincitrice. Ci sono persone che vivono immerse nei triangoli più assurdi, ma che sono così abituate che non se ne rendono minimamente conto

Dott. Luca Saita Psicologo e Psicoterapeuta Roma
A cura di Antonella Marchisella

gpt native-bottom-foglia-coppia
gpt inread-coppia-0
gpt skin_mobile-coppia-0