gpt skin_web-coppia-0
gpt strip1_generica-coppia
gpt strip1_gpt-coppia-0
1 5

Erezione involontaria o indesiderata: quando e perché accade?

L’erezione maschile è un meccanismo complesso e delicato, dipendente da innumerevoli fattori, che non sempre si manifesta nei contesti e nei momenti più opportuni. Ecco cosa sono e come funzionano le erezioni involontarie, e non sempre desiderate

Erezioni involontarie o indesiderate: quando e perché accade?

Quando serve (a volte non c’è) e quando non serve c’è. Che cos’è? L’erezione! L’erezione maschile è un meccanismo complesso e delicato, dipendente da innumerevoli fattori, che non sempre si manifesta nei contesti e nei momenti più opportuni. Pensate che l’alzabandiera mattutino del vostro lui sia dovuto alla vostra presenza al suo fianco in pigiama di flanella e mascherina? Vi sbagliate. Ecco cosa sono e come funzionano le erezioni involontarie!

Come funziona l’erezione?

L’erezione è un meccanismo tutt’altro che semplice, che dipende dal sistema nervoso centrale e periferico. L’erezione può avvenire sia per attivazione dei meccanismi centrali, cioè come risposta a stimoli visivi, olfattivi o a fantasie sessuali, sia per una diretta stimolazione genitale (il più delle volte si ha la combinazione dei due tipi di attivazione). Durante l’erezione avvengono diverse modificazioni fisiologiche nel corpo, ma le più evidenti sono proprio l’ingrossamento e l’indurimento del pene, causati dal sangue che affluisce nei corpi cavernosi e nel corpo spongioso, indispensabili perché possa avvenire la penetrazione

Se lui fa cilecca e non riesce a fare l'amore

Cosa sono le erezioni involontarie?

Fin qui, abbiamo visto come funziona la “classica” erezione che ci troviamo davanti quando siamo con il partner. Ma come funzionano, invece, le erezioni involontarie? Si stima, infatti, che durante il giorno un uomo abbia in media 9 - 11 erezioni; di certo non avvengono tutte all’interno della vostra camera da letto. Dobbiamo perciò immaginare i nostri partner che si aggirano viscidi per le strade con occhiali da sole e impermeabile, pronti a totalizzare il loro numero di erezioni quotidiane?
Niente affatto: le erezioni involontarie possono essere legate sì a stimoli erotici o sessuali di tipo visivo, uditivo o olfattivo (erezione psicogena), ma possono essere anche semplicemente legate a meccanismi fisiologici del tutto indipendenti dalla volontà maschile. Come l’erezione mattutina, legata al picco del livello di testosterone

Perché le erezioni involontarie sono importanti

È il caso, per esempio, delle erezioni notturne (note anche come tumescenza peniena notturna). Si tratta di erezioni spontanee, che si manifestano in corrispondenza delle fasi REM (in media, in un sonno di durata normale, si susseguono 3 o 4 fasi REM). Non si conosce ancora perfettamente il meccanismo che sta dietro a queste erezioni involontarie notturne, che accomunano giovani e meno giovani, uomini con una vita sessuale soddisfacente e solitari incalliti, ma uno studio del 2005 pubblicato sul Journal of Sexual Medicine ipotizza che si tratti di una sorta di allenamento, volto a mantenere il pene in salute. L’erezione permette infatti di ossigenare i tessuti e di far fare esercizio ai muscoli penieni, assicurando che il meccanismo funzioni poi anche in stato di veglia. Tant’è che se le erezioni notturne dovessero mancare, è il caso di contattare uno specialista.

Erezioni indesiderate e priapismo

Un’altra possibile tipologia di erezione, non solo involontaria ma anche del tutto indesiderata, è il priapismo. C’è davvero poco di desiderabile nell’avere un pene eretto e dolente per addirittura sei ore! Al di là di battutine e battutacce, il priapismo è una condizione patologica che può avere cause psicologiche e fisiologiche e che può portare a conseguenze anche molto gravi. Anche in questo caso l’erezione è slegata dal desiderio o dall’eccitazione sessuale, ed è anzi spesso collegata a un forte dolore. Abuso di alcol, droghe o farmaci per l’erezione, ma anche malattie cardiocircolatorie o la rottura o l’ostruzione di un’arteria cavernosa possono provocare il priapismo. Non provate nemmeno per sbaglio ad “approfittare” di questa erezione a scopi sessuali: una corsa al pronto soccorso è la scelta migliore!
gpt inread-coppia-0
gpt skin_mobile-coppia-0