1 5

Essere etero e amare una donna? istruzioni per donne curiose

La fantasia femminile riguardante un rapporto con una persona dello stesso sesso è molto più comune di quel che si creda. Ecco come gestirla al meglio, pur essendo etero, ma molto curiose
Vi è mai capitato di sognare a occhi aperti di passare una notte di sesso con un'altra donna? Scenari lesbici sono la fiamma che accende il vostro desiderio durante l'autoerotismo e sono quelle a sfondo omosex le frasi erotiche che più vi stuzzicano? Tranquille, siete in buona compagnia: secondo il Kinsey Institute circa l'80% delle donne ha fantasie erotiche omosessuali, come dimostrano anche le ricerche effettuate nei siti pornografici, che vedono il genere saffico in cima alle preferenze femminili.

"I kissed a girl, I liked it"

Ma magari a qualcuna di voi è anche capitato di passare dalla fantasia all'azione, trasformando le oniriche immagini saffiche in un vero incontro amoroso con un'altra donna. E, forse, a più di qualcuna: un sondaggio condotto da un settimanale femminile rilevava, già nel 2013, che un terzo delle donne eterosessuali tradisce il proprio partner con un'altra donna, mentre Chelsea Reynolds, dell'Università del Minnesota, ha più recentemente stimato che circa il 25% delle donne americane ha occasionali relazioni sessuali con esponenti dello stesso sesso, rese più facili da combinare grazie a siti e app per incontri. E si tratta perlopiù di relazioni "usa e getta", consumate segretamente nell'idilliaco quadro di una relazione stabile eterosessuale.

Quindi sono lesbica?

Se rientrate in una delle percentuali appena esposte, forse vi sarete poste questa domanda. Provare attrazione per una persona dello stesso sesso, quando si è sempre state convinte della propria eterosessualità, può creare un po' di confusione. Soprattutto se all'attrazione ha fatto seguito un'esperienza "tangibile". Sì, insomma, se avete fatto sesso con la donna in questione, e se vi è anche piaciuto. Ma non basta certo un'incursione (o anche più d'una) in territori saffici per dirsi omosessuale. Le definizioni più calzanti e quotate, per questi casi, sono quelle di etero curiose o etero flessibili.

Aiuto, mi sono innamorata del mio amico gay

Allora sono bisex!

Nemmeno la bisessualità è conseguenza necessaria del sesso con un'altra donna. Il sesso lesbico può attrarre (e dare piacere) per diverse ragioni, tra le quali rientrano la maggior complicità che si può creare tra donne ma anche una motivazione molto lontana, come il gusto per la trasgressione e per la realizzazione di una propria fantasia proibita. Perciò se le vostre "scappatelle" con altre donne restano occasionali, e soprattutto se non sono seguite dall'instaurarsi di una relazione stabile, con ogni probabilità non siete né lesbiche né bisex!

Come vivere un'esperienza lesbica (senza far male a nessuno)?

Ci sono situazioni in cui il desiderio lesbico può scatenarsi: un rapporto particolarmente complice con un'amica che vi attrae fisicamente, o la stimolante frequentazione con una donna dichiaratamente lesbica, per esempio. Non c'è ragione di reprimere questa pulsione e andare a "eterocuriosare", ma un paio di accorgimenti di buon senso vanno tenuti a mente. Se la persona che vi attrae è eterosessuale, prima di lanciarvi in ardite avances accertatevi che possa condividere il vostro stesso desiderio carnale: il fraintendimento è dietro l'angolo! Se invece è scattata la scintilla con una lesbica, abbiate l'accortezza di mettere in chiaro che per voi si tratta di una piacevole fuga dalla vostra quotidiana eterosessualità e non di una "conversione": meglio non lasciare morti e feriti per soddisfare un proprio desiderio sessuale!
gpt skin_mobile-coppia-0