1 5

Perché abbiamo paura di chiedere il preservativo da adulte

/pictures/2015/12/17/perche-abbiamo-paura-di-chiedere-il-preservativo-da-adulte-1497610485[1656]x[691]780x325.jpeg iStock
Siamo adulte, eppure ancora non abbiamo il coraggio di chiedere al nostro partner di usare il preservativo durante un rapporto. Perché? Vediamo i motivi più frequenti

Perché abbiamo paura di chiedere il preservativo

“Ce l’hai il preservativo?” Una domanda doverosa che troppo spesso non facciamo, anche nei rapporti occasionali. Perchè è forse spiazzante o forse colpevole di spezzare la magia del momento, la parabola dell’eccitazione o chissà che altro. Rimane il fatto che secondo il Centro Operativo Aids nel 2013 in Italia ci sono stati circa 3600 nuovi casi di contrazione dell’Hiv, di cui l’83% a causa di rapporti sessuali non protetti, e che secondo l’Eurisko solo il 35% dei ragazzi e delle ragazze italiane usa il preservativo.

Legge sesso sicuro: Iva al 10% su preservativi

Pillola o preservativo? Come scegliere

Nonostante le campagne informative degli ultimi vent’anni, nonostante ormai anche i sassi sappiano che fare sesso senza protezioni sia pericoloso su più fronti. E la questione non riguarda solo i più giovani. Non si tratta soltanto del grado di conoscenza del partner, perchè anche la persona con cui stai al momento potrebbe aver contratto qualche malattia sessualmente trasmissibile o esserne portatore sano e inconsapevole; ma è indubbio che con partner occasionali lo stato di allerta dovrebbe aumentare e il nostro senso di autoprotezione dovrebbe imporci la fatidica domanda. E non solo: anche il dietrofront in caso di risposta negativa. Perchè se lui il fantomatico preservativo non ce l’ha, per quanto desideriamo profondamente fare sesso, dovremo accontentarci di qualcosa di alternativo alla penetrazione oppure tirarci indietro fino al prossimo appuntamento (accettando anche il fatto che potrebbe non verificarsi mai).

Ma perchè, invece, la famosa domanda non la facciamo quasi mai? Non abbiamo paura delle possibili conseguenze? Non usiamo cervello e coscienza? Ecco, forse in determinati momenti proprio no. I motivi della nostra riluttanza, nonostante siamo adulte e non più ragazzine inesperte, possono essere tanti:

  • paura di un epilogo insoddisfacente e deludente dell’incontro
  • paura della sua reazione: magari si arrabbia o magari cambia opinione su di te
  • paura di spezzare, come detto, la magia del momento
  • paura di essere accusate di poca fiducia o poca stima nell’altro (che peraltro nel caso di un partner occasionale potrebbe anche non farne un dramma, per definizione….tutte paranoie nostre!)
  • siamo talmente prese dall’eccitazione del momento da non mettere proprio in funzione il cervello, non ci pensiamo, non ragioniamo, non abbiamo paura, ci sentiamo invincibili perchè stiamo soddisfacendo un desiderio impellente
  • lui si fa forte di certezze che magari non ha, ma che ostenta convinto: “non è mai successo niente”, “figurati se io ho qualcosa”, “sono sempre stato bene”, “sono una persona seria”, bla bla bla
  • pensiamo sempre che le cose non possano accadere a noi “figurati se una malattia venerea viene proprio a me!”. E’ la nostra paura di ciò che non conosciamo e l’atteggiamento è lo stesso per qualunque genere di disturbo negativo; è una difesa certo, ma talvolta ci fa pensare che siamo immuni a tutto e non è affatto così purtroppo
  • semplicemente il lui della situazione ci sembra una persona pulita, corretta, incapace di mettere in atto comportamenti impropri. Ma che sia vero o meno, le cose possono capitare anche inconsapevolmente. E poi ci potremmo sempre sbagliare nel giudicare qualcuno che conosciamo poco
  • paura di non provare lo stesso piacere o di non farlo provare a lui
  • lui sostiene che col preservativo non riesce come dovrebbe: non gli si alza oppure non riesce a mantenere l’erezione. Potrebbe anche essere vero, ma i rischi rimangono ugualmente: meglio un pene funzionante o il rischio di contrarre infezioni anche molto pericolose come l’Hiv?

10 cose da sapere sul preservativo

Lo dico anche a me stessa: chiedere il preservativo, soprattutto nei rapporti occasionali, è un dovere e un diritto; significa portare rispetto a se stessi e al partner e tutelare entrambi. So che talvolta usare la testa non è così semplice e che se l’irrazionalità si impadronisce di noi, tutto il resto sembra perdere d’importanza. Ma facciamo germogliare una vocina nella testa che ci ricordi che stiamo sbagliando, anche nei momenti da noi giudicati meno opportuni. Forse, prima o poi, impareremo ad ascoltarla, nonostante tutto.

gpt skin_mobile-coppia-0