1 5

Sesso, farlo bene senza i falsi miti: guida per uomini

Sesso: farlo bene senza i falsi miti, una guida per uomini. Dai veri preliminari al sesso orale, dalla scelta dei tempi al "mistero" dell'orgasmo femminile. Tutti i falsi miti sessuali che un uomo deve cancellare dalla sua mente se vuole diventare un buon amante

Sesso, farlo bene senza i falsi miti: una guida per uomini

Amate farlo selvaggiamente in piedi contro un muro o spegnere la luce e poi spogliarvi piano? Il risultato, se siete fortunate, non cambia. Questo dovrebbe suggerirci che il sesso non ha regole nè istruzioni. Eppure un modo per farlo meglio c'è. Dopo esserci date i voti fra le lenzuola e avervi raccontato tutti i modi per insegnare al vostro partner le mosse giuste del piacere, oggi spostiamo l'attenzione su di lui e vi sveliamo i falsi miti sessuali di un uomo. Ovvero tutte le cose che il vostro partner dovrebbe cancellare dalla sua mente per diventare un buon amante.

Le 20 scuse più usate dalle donne per non fare sesso

I falsi miti sulle donne ai quali gli uomini troppo spesso credono

1) Le donne vogliono sempre i preliminari

Andiamo con ordine. Il primo grande mito da sfatare riguarda proprio la prima fase del rapporto sessuale. Siamo cresciute sentendoci dire che senza quei 20 minuti di riscaldamento sarebbe stato impossibile arrivare alla meta, e questo, qualche essere di sesso maschile, deve averlo segnato sul suo taccuino del vero uomo. E va bene, è vero, la donna media ha bisogno di una certa atmosfera e di qualche attimo di preparazione. Di un margine di tempo e passione non diretta all'unico bersaglio veramente interessante, per abbandonarsi e prepararsi all'atto.
Ma chi ha insegnato ai maschi che per preliminari si intendono smanucciamenti meccanici e violenti sfregamenti in zona bikini?
Chi è stato quel genio che ha suggerito di avanzare con la regola a 3 bocca-seno-mutandine, dedicando 3 minuti ai baci, 2 minuti alla contorsione del capezzolo e svariati quarti d'ora alla stimolazione manuale del clitoride? Questi, signori miei, non sono preliminari. Questi sono atti vandalici

35 consigli sul sesso che gli uomini vorrebbero dare alle donne

I veri preliminari richiedono intesa, il tocco giusto, una tempistica adeguata. La lingua al posto dei denti, gli sfioramenti al posto dei morsi a sangue, uno sguardo intrigante al posto della faccia da pesce eccitato. I veri preliminari sono la ciliegina sulla torta o la panna che scivola nell'incavo del braccio. Sono un olio sapientemente massaggiato. O capire che a volte a noi donne piace anche farlo subito, senza tergiversare troppo come scolaretti in prova. E che forse il tempo da dedicarci, sarebbe meglio prenderlo dopo.

2) Toccare una donna è come farsi toccare

Una delle sensazioni più inquietanti che una donna possa provare durante l'atto sessuale è quella di sentirsi trattata come un pene. Mani sudate e impacciate che scavano alla ricerca di simulazioni, velocità da dildo col turbo, dita enormi che cercano di riprodurre l'atto sessuale senza riuscirci. Se il creatore avesse voluto che le mani dell'uomo fossero il proseguimento del suo organo genitale non pensate che lo avrebbe dotato di altri 10 organi sessuali? Le mani, cari uomini che la sanno lunga, servono a ben altro che a sfregare fino all'esaurimento brandelli di pelle in zona bikini. Le mani servono per toccare, sfiorare, fare pressione, solleticare, abbracciare, stringere, conquistare, intrigare, stuzzicare

3) Alle donne il sesso orale non piace

La stragrande maggioranza degli uomini adora il sesso orale. O meglio, adora riceverlo. Chi prova anche a farlo, di solito, è mosso da una sorta di do-ut-des fisso: se io te lo faccio, in modo sbrigativo e casuale per qualche minuto, tu non vedrai l'ora di correre a farlo a me, alla perferzione, per una buona oretta

Perchè il sesso ci fa belle e in salute?

Va detto che sul sesso orale femminile esistono varie scuole di appartenenza. Ci sono donne che lo amano e altre a cui risulta indifferente. Soprattutto - aggiungo io - perchè non gli è mai capitato un uomo in grado di farlo degnamente. Fare del buon sesso orale verso una donna non ha nulla a che vedere con quei dieci minuti di immersione vorticando la lingua a caso in attesa di un orgasmo fulmineo. Fare del buon sesso orale è invece una questione di conoscenza del corpo femminile, di lententezza e tocco giusto. Neanche a dirlo che la zona che andrebbe stimolata con colpi decisi ma non violenti è il clitoride. E che ci vuole tempo, sapienza, la giusta pressione di labbra e lingua. E soprattutto, per una volta, la voglia di farlo senza un altro subdolo fine

4) Le donne non hanno il pene, quindi ogni momento va bene

L'idea grosso modo è questa. Il pene, ingombrante ed evidente, ha una sua fisicità palese e dei suoi ritmi sonno/veglia chiaramente manifestati. La vagina, nascosta e accogliente, non ha tempi e sta sempre là, fisiologicamente pronta all'uso. Niente di più sbagliato. Gli uomini ignorano forse che per una donna i momenti per fare sesso durante la giornata non sono tutti buoni.
Che ansie e preoccupazioni possono sedare la passione. Che in genere farlo la mattina - struccate, stropicciate e con la pressione basta - non è il massimo. Che di solito gli ormoni femminili carburano fra pomeriggio e sera. Che quando si prende la pillola o in determinate condizioni di stress il desiderio può finire sotto ai piedi, anche se il resto rimane al suo posto, a portata di pene e di mano.

Quante calorie si bruciano con il sesso?

5) Le donne che non hanno un orgasmo palese sono strane o svogliate o frigide

Il maschio crescendo impara che la sua sessualità è legata a prove evidenti. Se non bastasse l'esuberanza del pene e dell'erezione, il segno più tangente del suo orgasmo è senza dubbio l'eiaculazione. Avezzo a tanta lampante reazione allo stimolo, l'uomo passa gran parte del suo tempo fra le lenzuola a cercare il corrispettivo femminile del suo piacere. E non trovando prove, se non in lievi aumenti dell'umidità e in gridolini o gemiti - che possono però essere frutto di finzione - il povero maschio disorientato teorizza nella sua mente una formula che lo assolva da tutto: se lei non palesa il raggiungimento del piacere è frigida o le manca qualcosa. Una donna, il realtà, potrebbe non dimostrare di aver avuto un orgasmo (o sentirsi costretta a fingere) perchè non l'ha raggiunto davvero.

Perchè magari la posizione del missionario non è la più indicata a procurarle piacere, mentre adora stare sopra. Perchè è dannatamente vero che non tutte riescono ad arrivare dove devono solo perchè vengono penetrate. Una donna, inoltre, potrebbe scegliere di provare il suo orgasmo senza mettere i manifesti. Scegliere il silenzio, la lentezza o comunque un momento finale meno acrobatico e urlante, è forse solo un modo di godere appieno di quella situazione. Le dive porno dei vostri filmini adolescenziali vi hanno bucato i timpani? Abbassate il volume, il vero sesso è un'altra cosa.

I dubbi sul sesso delle donne adulte

6) Le donne hanno una sola zona erogena 

Se ancora credete a questa storia, altro che punto G, qui vi manca proprio l'A B e C del sesso! Le donne non hanno il pene al centro e anche se il clitoride lo ricorda vagamente andrebbe stimolato in maniera molto diversa. Le donne sono relative e possono nascondere angolini erotici praticamente in ogni parte del loro corpo. Si tratta solo di chiedere o di esplorare

7) Alle donne piacciono le parole forti, le manette, le sculacciate e anche il sesso a tre

Il punto riguardo a pratiche sessuali alternative, fantasie spinte o menage a trois è assolutamente relativo. E' ovvio che esistono donne a cui piace tutto questo e oltre. Il mito da sfatare è quello di dare per certo che un desiderio prettamente maschile sia condiviso anche dalla propria partner. Perciò prima di presentarvi con il gatto a nove code e la maschera in latex consiglierei di verificare o domandare se la cosa è altrettanto gradita

N.B. Questo profondo lavoro di ricerca è stato scritto sulle sensazioni di una donna media, raccogliendo confessioni inconfessabili fra spogliatoi di palestre e telefonate fra amiche. Le eccezioni, per fortuna, rientrano nella norma e rendono il sesso ancora più meravigliosamente sfuggente alle regole. Perciò se i nostri falsi miti a voi sembrano invece degli ottimi consigli per il vostro lui, girategli pure questo articolo, avendo cura di cambiare il titolo. Siamo certe che se gli parlate di sesso, a tutto il resto non farà proprio caso

gpt skin_mobile-coppia-0