1 5

Tradimento di una notte: come gestirlo senza sensi di colpa

Tradimento di una notte: come gestirlo senza sensi di colpa | Sopravvivere a un tradimento si può. Ecco i nostri consigli su come gestire un tradimento senza sensi di colpa.

Tradimento di una notte: come gestirlo senza sensi di colpa

Può capitare. Anche alle integerrime, anche a quelle che si sentono innamoratissime, anche a quelle che hanno sempre detto "Io non lo farò mai". L'occasione non fa solo l'uomo ladro, ma fa anche la donna traditrice. E porta a quello che, non a caso, si chiama tradimento occasionale: il tradimento che nasce e finisce nel corso di una notte, o poco più. E che in genere non lascia strascichi, a parte un senso di colpa che non riesce ad andare via, nonostante siate pentite e nonostante abbiate giurato a voi stesse che non capiterà più. Sentirsi in colpa per aver tradito è normale (ed è anche un po' giusto, tutto sommato), ma sopravvivere a un tradimento si può. Ecco i nostri consigli su come gestire un tradimento senza sensi di colpa.

Vendetta dopo un tradimento: ecco le donne più vendicative della storia

Cosa vi ha portato a tradire il partner?

Innanzitutto, cercate di essere razionali, come probabilmente non siete state quando avete tradito il vostro partner. Probabilmente vi siete lasciate sopraffare da sensazioni ed emozioni di "pancia": la frustrazione di non sentirvi più desiderate da lui, per esempio, e l'eccitazione di sentirvi estremamente desiderabili agli occhi di qualcun altro. Il tradimento femminile nasce quasi sempre da una mancanza, reale o percepita. E in queste circostanze, come cantava Caterina Caselli in "Perdono", "il fuoco di un cerino ti sembra il sole che non hai". Riflettete sul "sole" che vi manca, e ridimensionate il ruolo del "cerino" nella vostra vita

Tradimento: dirlo o no al partner?

Il senso di colpa è un cattivissimo consigliere, che molto spesso conduce ad agire d'impulso e a confessare i propri peccati in cerca di espiazione e redenzione. Anche qui, frenate l'onda delle emozioni e riflettete bene: rivelare al partner il tradimento vi farà sicuramente sentire oneste, ma altrettanto sicuramente farà soffrire lui. Se avete la certezza che il vostro tradimento è stato occasionale e non si ripeterà più, la soluzione migliore potrebbe essere il silenzio. Il senso di colpa andrà via via affievolendosi, e poco a poco vi sembrerà inconsistente ed effimero come un sogno.

Baciare un altro equivale a tradire?

Errare è umano, tradire anche!

Aver tradito il vostro partner vi avrà messo di fronte all'evidenza del vostro essere fallibili. Proprio come tutti gli esseri umani, del resto. Sfruttate questa occasione per rendervi conto che "sempre" e "mai" sono avverbi validi fino a prova contraria, e che a tutti può capitare di sbagliare. Anche al vostro partner. Perdonate voi stesse e siate disposte a perdonare anche lui: per gli errori che ha fatto e che magari vi hanno portate a tradirlo, e per gli errori piccoli e grandi che ancora commetterà. Un po' di indulgenza è l'ingrediente che forse mancava nella vostra relazione.

"Usare" il tradimento per migliorare la vita di coppia

Ogni volta che vi capitava di sentir dire che il tradimento può rafforzare la vita di coppia storcevate il naso? Vi renderete conto che può essere proprio così, invece. Un tradimento occasionale può essere la scossa che vi riscuote dal torpore dell'abitudine, e che vi ricorda che la vostra priorità è stare con il vostro lui, e starci bene. Lasciatevi il tradimento alle spalle: conservate solo quel pizzico di senso di colpa che vi fa venire voglia di farvi perdonare, e trasformatelo in arma da usare sotto le lenzuola. Mentre canticchiate "perdono, perdono, perdonooo…" profumatevi con gli olii e le creme di un set per il massaggio erotico e riscoprite la passione con il vostro partner!
gpt skin_mobile-coppia-0