1 5

Tradimento sul Nilo, o degli uomini che tradiscono in viaggio di nozze

In crociera sul Nilo vanno molte coppie in viaggio di nozze. Ma andai anche io, che ero single, e un neomarito pensò bene di provarci con me. Succede anche questo sapete?

Ciao, vi dirò una grande verità oggi, che mi è venuta in mente fumavo una sigaretta pensando alle malefatte fatte mio malgrado.
Durante il viaggio di nozze si può tradire, venire traditi, o provare a farlo.

Io non mi sono mai sposata, ma ahimè, sono stata l'oggetto del desiderio di un neosposo particolarmente focoso. Non verso la sua mogliettina nuova di pacca, ma verso di me. Ma andiamo con ordine, perchè mica ve lo vorrete perdere questo racconto d'antologia? Premetto che ogni riferimento è per niente casuale e tristemente vero.

Location: caicco sul Nilo. Io, molto giovane all'epoca in vacanza con i miei genitori, attorniata da altrettanto giovani coppie in luna di miele e coppie meno giovani, come i miei appunto. Avevo deciso di andare perchè all'Egitto non si dice mai di no e nemmeno ad una vacanza pagata interamente da papà.
Tra le coppiette felici una composta da romano simpatico, mediamente carino, molto alto e con gli occhi lunghi verso ogni cosa di sesso femminile gli si muovesse intorno. Lei molto carina, molto bionda, molto magra e simpatica come la tenda della doccia quando ti si appiccica sulle chiappe.

Morale: puoi essere magra e bionda ma tuo marito guarderà comunque le altre. E infatti...

Il caso volle che la maledizione di Montezuma non colpisse il potenziale fedifrago ma la mogliettina, costringendola a letto mentre il resto del gruppo andava a visitare il tempio di Karnak. E secondo voi il neosposo premuroso poteva rimanere in cabina con lei a curarla amorevolmente? Manco per sogno.
Il neosposo si unì al gruppo e mi si sedette a fianco sul pulmino. Fatto sta che per quella giornata fu per me, che comunque passavo il tempo a scrivere e fare foto, un piacevole diversivo dalla battuta pronta.

Durante il ritorno in albergo però ecco la mano morta posata con nonchalance sulla mia gamba. Tolgo la gamba.
Ecco il braccio che si struscia al mio braccio. Lo tolgo.
Ma siccome sono una stronza, decido di vedere fino a che punto può spingersi nella paraculaggine un neosposo in viaggio di nozze.
Inizio a fare la gattamorta, inizio a non togliere la mano e con occhi da cerbiatta rispondo "Ma certo" alla sua domanda "Sono curiosissimo di vedere che vista hai tu dalla tua cabina".

Non facciamo in tempo ad entrare in stanza che lui mi è addosso. Ma io lo blocco con un "E tua moglie? Pensa come sta male. Dovresti andare a vedere come se la passa. Come vedi la vista dalla mia cabina è decisamente bella, ma tu ne hai un'altra".
Perchè l'ho fatto entrare, allora, chiederete voi mie care bambine? L'ho fatto per voi. Per farvi capire con che stronzi potreste esservi sposate.

Sono nata per i servizi socialmente utili io.

gpt skin_mobile-coppia-0