1 5

Un uomo innamorato vuole dormire insieme a te

C'è una frase di Milan Kundera sul fare l'amore e il dormire insieme che ho sempre considerato bellissima ma esagerata. Finchè non l'ho vissuta

Un uomo innamorato vuole dormire insieme a te

"L'amore non si manifesta col desiderio di fare l'amore (desiderio che si applica a una quantità infinita di donne) ma col desiderio di dormire insieme (desiderio che si applica ad un'unica donna)".
Milan Kundera

Quando mi sono innamorato, ho creduto a tutto quello che avevo letto sull'amore.

Ho creduto a Kafka, ho creduto a Baricco e pure a Fabio Volo, ho creduto a Erri de Luca e a Bukowsky. Ma soprattutto ho creduto a Milan Kundera e a quella frase tratta da "L'insostenibile leggerezza dell'essere" che trovate qui sopra. Quella frase ha una storia lunga. Quando ho letto il libro non ero precisamente nel periodo più romantico della mia vita, anzi diciamo che passavo da una storia all'altra senza soluzione di continuità e facendo mio ogni clichè più odioso sul genere maschile del quale faccio parte.

Amare e dormire in letti separati: è possibile?

Fatto sta che quando ho letto la frase ho sinceramente pensato: "Sì certo, dopo averci fatto sesso, ci posso pure dormire insieme. Pacchetto completo please o io passo, e preferisco dormire da solo"

Ho cambiato idea, sapete?
Ho incontrato questa qua, e ho pensato che ero fregato.
Che volevo passeggiare e vedere i tramonti, che volevo parlare tutta la notte davanti ad una bottiglia di vino, che volevo vedere di quante sfumature fosse fatto il colore dei suoi capelli. Che mi piaceva come si vestiva e come parcheggiava (male) la macchina. Che se voleva presentarmi ai suoi, poteva presentarmi anche ai parenti di quarta generazione e mi sarebbe andato bene.

Che andavo a spiare i suoi profili sui social senza scriverle niente e senze metterle manco un like ad una foto, che mi mancava.
Che volevo dormirci insieme.
Che volevo baciarla sì, eccome se volevo, ma che non avevo il coraggio di farlo.
Che volevo farci l'amore fino ad abituarmi al suo profumo come ci si abitua a quello del proprio cuscino.

Ecco com'è andata che ho iniziato a credere alle parole degli scrittori. Quelle parole che ti servono per capirti dentro prima che ti capisca tu stesso.

gpt skin_mobile-coppia-0