1 5

Vagina: come cambia con l'età

/pictures/2016/04/28/vagina-come-cambia-con-l-eta-3319172357[998]x[417]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-coppia
Le nostre parti intime cambiano con il passare degli anni, come accade a tutte le altri parti del nostro corpo. Gli amici di MySecretcase ci spiegano cosa accade e soprattutto, come rallentare l'invecchiamento intimo

Vagina: come cambia con l'età e il passare degli anni

Il trascorrere degli anni non si manifesta solo attraverso le rughe sul viso che si fanno più numerose e profonde e i capelli che si riempiono di fili bianchi e argentati. A cambiare con l'età sono anche la nostra vagina e la sua vicina, ovvero la vulva. I cambiamenti strutturali e ormonali che si susseguono dall'infanzia alla vecchiaia hanno inevitabili ripercussioni anche sulle nostre zone più intime. Vediamo come cambiano vagina e vulva con l'età e cosa fare per rallentare l'invecchiamento intimo!

Cattivo odore intimo nella donna: cause e rimedi

La vagina, così come la sua parte esterna, ovvero la vulva, restano pressoché invariate dalla nascita fino alla pubertà. Verso gli 8 - 9 anni si manifestano i primi segni dell'imminente adolescenza, con un aumento delle dimensioni delle piccole e grandi labbra e la comparsa dei primi peli pubici. A causa dell'importante aumento nella produzione degli ormoni femminili (estrogeni e progesterone), negli anni successivi vulva e vagina si modificano ulteriormente, raggiungendo l'aspetto dei genitali adulti: il monte di Venere "spinge" verso il basso la vulva, che rimane meno esposta, aumenta la presenza dei peli e la dimensione delle piccole e grandi labbra. L'apparato genitale, esterno e interno, giunge a maturazione.
 
Vulva e vagina non smettono di subire modificazioni nemmeno in età adulta, e già dai trent'anni si inizia a registrare una perdita di tono sia interna che esterna, anche se lentissima e impercettibile, e il più delle volte priva di sintomi. Gravidanze e parti contribuiscono a cambiare ulteriormente la forma della vulva e della vagina, che dopo il parto impiegano molto tempo a recuperare il tono precedente (e, se trascurate, non lo recuperano mai). Con l'avvento della premenopausa e della menopausa si registra quello che viene definito il vero e proprio invecchiamento vaginale o invecchiamento vulvare: il drastico calo di ormoni porta a un progressivo assottigliamento sia della vulva sia delle pareti vaginali, con conseguenze spiacevoli come la secchezza vaginale che può dare luogo a perdite, prurito intimo e il dolore durante i rapporti sessuali tipici anche di infezioni come la candida.

Come evitare la cistite in vacanza

L'invecchiamento intimo è fisiologico, ma ciò non significa che non si possa fare nulla per mantenere in forma la nostra vagina. Anzi: esistono piccoli trucchetti che possono rallentare in modo decisivo l'invecchiamento e soprattutto i fastidi che porta con sé.

Assorbenti lavabili fai da te

Per esempio, è consigliabile utilizzare le palline vaginali (note anche come geisha balls) a partire dai trent'anni d'età, e non farsele mancare per nulla al mondo come aiutanti per il recupero post parto.
Le palline vaginali, specialmente se utilizzate in combinazione con gli esercizi di Kegel, consentono di allenare il pavimento pelvico e le pareti vaginali, prevenendo disturbi che insorgono con l'età (e migliorando la qualità degli orgasmi!). E se oltre al benessere interiore tenete anche all'aspetto esteriore, provate un trattamento con un soft laser come Aurora di Lowe: stimolando la produzione di collagene ringiovanisce i tessuti, e aumentando la circolazione sanguigna migliora il tono muscolare e la lubrificazione. E non dimenticate che fare l'amore è il primo e più infallibile metodo anti invecchiamento, sia per lo spirito sia per il corpo!
gpt skin_mobile-coppia-0