1 5

Rumori strani in casa: da cosa dipendono davvero

Vi è mai capitato di essere soli a casa e di sentire degli inquietanti rumori? Tranquille, non sono i fantasmi: ecco di cosa si tratta veramente

Rumori strani in casa

Soprattutto la notte ma anche nelle corte e buie giornate invernali, i rumori di casa sono ciò che più ci spaventa. Ovviamente la mente vola e crea fenomeni inspiegabili in risposta a tutto questo: niente paura, la spiegazione c’è ed è semplicemente naturale. Ogni oggetto, cosa o arredo, è caratterizzata da un materiale che si muove, si dilata o si contrae, creando rumori a noi poco familiari ma molto spettrali. Ecco allora cosa sono i rumori e gli strani eventi che percepiamo in casa soprattutto la notte e che ci spaventano tanto.

Consigli per chi compra casa: spese e lavori

Rumori notturni

Tutto ha una spiegazione scientifica, questo è un dato di fatto: spesso di notte sentiamo strani rumori provenire da pareti, pavimento e soffitto. Possono essere in alcuni casi, le tubature dell’acqua che a causa della pressione eccessiva, una bolla d’aria, o altro, fanno sibilare termosifoni, vibrare i tubi e noi ne percepiamo il rumore, distorto o magari ovattato dalla parete o dal pavimento. Ricordiamoci: più la casa è vecchia, maggiori saranno i rumori poiché le tubature e gli impianti più datati sono soggetti a vibrazioni e giochi che sfregando creano strani rumori.

Strani scricchiolii

Saranno i fantasmi? Beh, probabilmente loro sarebbero più silenziosi! Spesso percepiamo nella notte, ma anche durante le giornate invernali, degli scricchiolii: questi sinistri rumori sono in genere prodotti da materiali che si dilatano, poiché ogni differente materiale, con l’escursione termica caldo e freddo, tende a dilatarsi o contrarsi, creando rumori dati dallo sfregamento o dalla differenza di dilatazione dei diversi materiali accoppiati. Ecco perché quindi, una porta scricchiola, una parete o i mobili di casa emettono strani suoni: in genere sono costituiti da materiale ligneo rivestito anche con film plastici o parti in acciaio, che si muovono diversamente e creano rumori vari.

Per non parlare poi di tetti in legno, pavimenti in parquet e fondamenta che muovendosi in maniera impercettibile all’occhio, creano però rumori che percepiamo distintamente nel totale silenzio. Quindi, possiamo dedurre che tutto ciò che sentiamo, ha davvero poco di paranormale al contrario, piuttosto naturale!

Sobbalzi improvvisi: cosa sono?

Se mentre siamo rilassate a letto, comode sul divano oppure sedute in poltrona a leggere, sentiamo sbattere una porta o vedere la stessa muoversi senza che nessuno la stia toccando, non è nulla di anormale.
Assicuriamoci che in casa tutte le finestre siano chiuse, poiché anche piccoli spifferi, cambi di pressione, vento forte esterno oppure apertura di una porta di ingresso, creeranno uno spostamento d’aria che permetterà alle porte di aprirsi, muoversi o sbattere animatamente, anche a finestre dal piano terra alla mansarda. Certo, l’effetto è sempre molto scenico e inquietante ma ricordiamoci che non siamo in un film horror!

Luci e bagliori

Cosa sia quel bagliore rosso che lampeggia ogni notte, proprio non sappiamo. Non ci diamo pace: di giorno non c’è e come cala la notte, eccolo lì. Per scoprire cosa sia basta fare una passeggiata al buio tra le stanze e scopriremo che il led rosso dello stand by della lavatrice è illuminato, che lo spazzolino elettrico sotto carica lampeggia blu a intermittenza, che le varie tv presenti in casa, hanno sulla parte dello schermo un led rosso fisso e molti altri piccoli punti luminosi che di giorno non avevamo notato. Dobbiamo, per risparmio energetico ma soprattutto per sicurezza, ricordarci di spegnere tutte le mini luci e led di stand by degli elettrodomestici. In questo modo, non avremo più inquinamento luminoso la notte e riusciremo a dormire senza dubbio meglio e in maniera più rilassata.

Rumori metallici e vibrazioni

Nella notte spesso nel totale silenzio capita di sentire strani rumori simili a vibrazioni o lievi rumori metallici. L’abitudine sempre più radicata è quella di lasciare caricabatterie di cellulari, smartphone e tablet o pc sempre costantemente attaccati alla corrente elettrica, magari proprio sul comodino o vicino al letto. Col passare del tempo può capitare che i fili si deteriorino, tirino e lacerino, creando piccoli rumori dovuti a un arco elettrico per un mal contatto, che crea surriscaldamento e successivo problema alla presa che necessiterà di essere sostituita. Questo può accadere anche quando, per comodità o pigrizia, si utilizzino prese Schuko denominate anche “tedesche”, nelle quali abbiamo inserito le classiche prese non SchuKo. La differenza di dimensione della spina maschio-femmina, crea una deformazione che successivamente darà origine al tanto fastidioso brusio o vibrazione metallica.

gpt skin_mobile-ros-0