1 5

Tanti modi per riutilizzare un vaso in vetro

/pictures/2018/03/06/tanti-modi-per-riutilizzare-un-vaso-in-vetro-1810691801[4899]x[2045]780x325.jpeg Shutterstock
Avete un vecchio vaso di vetro e non sapete cosa farne? Ecco tante idee per riciclarlo e trasformarlo in qualcosa di utile ed originale, in linea con l'arredamento della vostra casa

Come riciclare un vaso di vetro

Spesso capita di acquistare un vaso per poi, una volta giunti a casa, accorgersi che non è proporzionato alle dimensioni del tavolo ove avevamo pensato di sistemare quel meraviglioso mazzo di fiori recisi che abbiamo comprato. Altre volte i vasi che non utilizziamo ci sono stati regalati, ma non incontrando il nostro gusto, restano in qualche sgabuzzino a prender polvere per anni. I vasi di vetro, in realtà, oltre che ospitare fiori freschi, possono essere usati in mille maniere e venir così trasformati in qualcosa di utile e originale, in linea con lo stile generale della casa e finalmente in grado di soddisfarci.

Come scegliere il vaso da fiori per esterni

Se il ‘problema’ sono le dimensioni, allora sarà sufficiente trovare al vostro vaso un utilizzo diverso: riempitelo per metà con chicchi di caffè, riso, sassolini bianchi o pietruzze colorate ed utilizzatelo per tenere sempre a portata di mano i pennelli del trucco; sistemate il tutto su una mensola e il gioco è fatto. In maniera simile, ma utilizzando magari sabbia e conchiglie (ma anche sassolini neri, grigi o semplici ciottoli di fiume) potremo ottenere un originale accessorio fermalibri. L’importante è riempire il vaso di vetro con elemento decorativi che ne aumentino il peso, per poi sistemarlo sulla nostra libreria come vero e proprio complemento d’arredo.

Se avete invece deciso di riciclare un vaso di medie dimensioni, come ad esempio quello delle olive (circa 18/20 cm di altezza e 10/12 di diametro), sappiate che al loro interno si possono creare dei piccoli, deliziosi terrari: tutto ciò di cui avrete bisogno consiste in corteccia, muschio, qualche legno di fiume levigato, una piantina tipo felce e magari una piccola orchidea da posizionarvi al centro (ottimi sono i generi Paphiopedilum e Phalaenopsis). Se desiderate invece una terrario roccioso, procuratevi sassi di varia dimensione, del terriccio per piante grasse da posizionare tra i ciottoli e alcune piantine (per esempio l’Haworthia, tra le varietà più semplici da coltivare in casa).

Qualsiasi vaso in vetro può poi trasformarsi in un utilissimo portacandele, da posizionare sul tavolo durante una cena romantica (se di piccole dimensioni) oppure da usare per donare atmosfera a terrazzi e balconi nelle sere d’estate, magari accostando più vasi di diverse forme e altezze. L’effetto finale sarà strepitoso, ed anche se un determinato vaso non rispecchia esattamente il vostro gusto, state certi che, complice l’oscurità, così mimetizzato nessuno si accorgerà che è bruttino oppure ormai vecchio e rovinato.

Sempre in tema di candele, i vasi di vetro possono poi essere trasformati in centrotavola o composizioni da variare in base alle stagioni: posizionatevi al centro una candela alta e poi riempite per metà il contenitore con chicchi di mais, legumi secchi, oppure ghiande e nocciole. Per un perfetto centrotavola invernale, ponete invece sul fondo del vaso alcuni rametti di pino, aggiungete neve finta, posizionate la candela e poi legate all’estremità superiore uno spago con qualche pigna spruzzata di bianco. Per le sere di primavera create invece uno strato di sassolini sul fondo del vostro vaso di vetro, riempite d’acqua per 3/4, aggiungete un fiore di plastica e infine una o più candele galleggianti, a seconda del diametro.

Un vaso di vetro alto e stretto è poi perfetto come contenitore per gli utensili da cucina: mettetelo in bella mostra e riempitelo con mestoli di legno. Un vasetto più basso può invece essere messo su un tavolo da buffet e riempito di posate, così che ogni ospite possa servirsi autonomamente.

Se invece il vaso di vetro che avete ricevuto in regalo proprio non vi piace, perché magari colorato, o a causa di qualche inserto particolare, sappiate che con il fai da te è possibile trovare una soluzione a tutto. Provate ad esempio a rivestire il vaso con dello spago o del filo di lana: fissate un capo con un punto di colla a caldo e poi realizzate tanti giri di filo quanto basta per coprire i decori che non vi piacciono; potete fermarvi a metà altezza, oppure ricoprire interamente il vaso, a seconda dei casi e del vostro gusto personale. Una volta terminato, fissate quindi il tutto con della colla spray.

In alternativa, potete scegliere di dipingere il vaso con colori per il vetro. Anche in questo caso, spazio alla fantasia: potete dipingere a mano libera o aiutandovi con delle mascherine da stencil; realizzare scritte, oppure decori geometrici; creare una base bianca su cui poi andare a disegnare particolari (ad esempio rami e uccellini stilizzati sfruttando il contrasto bianco/nero), oppure optare per la tinta unita, ma anche applicare glitter e realizzare decorazioni con la tecnica del decoupage, cambiando così completamente l’aspetto di quel vaso vecchiotto e fuori moda che proprio non vi convinceva.

gpt skin_mobile-ros-0