1 5

Come si attacca un bottone: il tutorial

/pictures/2018/04/05/come-si-attacca-un-bottone-il-tutorial-2267640954[2018]x[841]780x325.jpeg iStock
Attaccare un bottone è un'operazione abbastanza semplice anche per chi non è esperta nell'arte del cucito: ecco tutto l'occorrente necessario e cosa si deve fare per attaccare uno o più bottoni

Come attaccare un bottone

Non è certamente necessario essere delle maghe del cucito per imparare ad attaccare un bottone: si tratta infatti di un’operazione molto semplice, ma al tempo stesso estremamente utile, dal momento che non è certo raro che da un giorno all’altro i bottoni di camicette, cappotti e maglioni decidano di rimanerci in mano senza alcun preavviso.

Se siete anche voi vittima di questa piccola tragedia, ecco che la prima cosa da fare è assicurarsi di avere in casa tutto l’occorrente per il cucito, per rimediare al pasticcio. Avrete quindi bisogno di un ago sottile, del filo resistente e di colore simile a quello utilizzato per gli altri bottoni dell’indumento da aggiustare e, naturalmente, il bottone caduto o quello di scorta.

Come imparare a cucire

Iniziate quindi tagliando il filo (almeno 15 cm di lunghezza) ed inserendolo nella cruna dell’ago. Per facilitare il lavoro, è anche possibile tenere il filo doppio: fatelo scorrere nell’ago in modo da pareggiare la lunghezza dei due capi, quindi realizzate un paio di nodi sovrapposti all’estremità.

Appoggiate ora il bottone nel punto esatto in cui intendete cucirlo e verificate che sia in linea con agli altri bottoni presenti sull'indumento, nonché in corrispondenza della sua asola. Tenendo saldo il bottone tra pollice e indice, infilate ora l’ago da sotto la stoffa e fatelo passare in uno dei buchini presenti sul bottone. Tirate il filo fino a raggiungere il nodo e rituffate l’ago nel buco adiacente, riportandolo così sul rovescio dell’indumento.

Ricominciate quindi dall'inizio, infilando l’ago da sotto la stoffa e facendolo passare nel primo buco, poi nel secondo e così via. Ripetete l’operazione almeno 6 volte (tirando bene il filo ogni volta che si effettua un punto), o fino a quando il bottone non risulterà ben saldo. Se si tratta di un bottone a quattro fori, ripetete ora l’intero procedimento sugli altri due fori. In questo caso, ricordatevi di verificare come sono stati cuciti gli altri bottoni (a punti incrociati o paralleli) ed utilizzate lo stesso tipo di punto.

Quando dovrete effettuare l’ultimo punto, infilate l’ago da sotto in su, ma non fatelo passare nel buco del bottone, bensì fatelo uscire a lato. Per rinforzare i punti, fate qualche giro di filo intorno all’attacco del bottone e terminate infilando nuovamente l’ago dall'alto verso il basso, attraverso il tessuto. Fate 3 o 4 impunture per fissare il filo e il gioco è fatto. Concludete annodando il filo e tagliando l’eventuale eccedenza.

Se desiderate realizzare un intervento a regola d’arte, ricordate infine di eseguire i punti in maniera tale che il rovescio della stoffa risulti ordinato come il davanti. Man mano che prenderete confidenza con il procedimento, cercate quindi di migliorare il groviglio di fili che probabilmente si andrà a creare sul rovescio durante le prime esperienze.

gpt skin_mobile-ros-0