1 5

La tavola di Santo Stefano

/pictures/2018/12/07/la-tavola-di-santo-stefano-1965372904[680]x[283]780x325.jpeg
La tavola di Santo Stefano | Con questa ricorrenza per qualche giorno si chiude il ciclo delle grandi feste e grandi mangiate, in attesa del Capodanno

La tavola di Santo Stefano

Lo sapevate che la festività del giorno dopo Natale, ovvero giorno di Santo Stefano, giornata dedicata all’omonimo primo martire cristiano, non è da collegare alla ricorrenza del Santo ma è stata stabilita dallo Stato Italiano nel 1949 unicamente con lo scopo di allungare i festeggiamenti natalizi? Un po’ come Pasquetta, non sono feste di precetto in cui i cattolici devono assistere alla messa come Pasqua o Natale, ma sono state dichiarate proprio per rendere più solenni e fruibili le feste popolari. E a noi va bene cosi passiamo qualche giorno in più insieme ai nostri cari, vero? 

Tavola di Natale, idee per decorarla e apparecchiarla

Unico problema: arriviamo spesso a Santo Stefano già provati dalle grandi mangiate dei giorni prima e con tutto il da fare per mettere a posto. Ecco come ritrovare nuovamente lo spirito giusto per sederci a tavola. Prediligiamo in questa giornata cibi leggeri e poco lavorati accompagnati da tisane, freschi e allo stesso tempo gustosi. A questo proposito, vi propongo un modo di apparecchiare la tavola un po’ diverso: saremo un po’ minimalisti e molto moderni come ciò che serviremo

Le migliori ricette di Finger food per Natale

  • Tovaglia: non la useremo ma al suo posto andremo a sistemare delle tovagliette spesse a striscia, poste lungo i due lati lunghi del tavolo. Avremo in questo modo due sttisce di di tessuto simili ad un runner su cui andremo a posizionare i posti tavola. Prediligiamo il nero, se abbiamo una tavola bianca possiamo posizionarle così, se invece il nostro tavolo è di colore scuro, andremo a posizionare una tovaglia chiara - grigia o bianca a vostro piacere - come base sotto le due strisce.
  • Piatti: utilizzeremo piatto piano e antipasto uno sull’altro, tenendo da parte il fondo che verrà portato in tavola con il primo al suo interno. Al di sotto del piatto piano andremo a posare un tovagliolo bianco di medie dimensioni, in posizione rombo, in modo da far intravedere le punte da sotto: ne posizioneremo allo stesso modo un altro tra i due piatti.
  • Posate: forchetta e coltello verranno collocati alla destra del piatto, tenuti insieme da un nastro di raso bianco dello spessore di 5-6 cm legato con un fiocco, sarà molto di effetto e darà un tono di eleganza alla vostra tavola.
  • Bicchieri: utilizzeremo un grande calice da degustazione per il vino, e un bicchiere di vetro a fondo piatto per l’acqua. I due verranno rispettivamente posti uno al di sopra, al centro del posto tavola, e l’altro alla sinistra del calice spostato di qualche centimetro più in basso.
  • Centrotavola: come centrotavola utilizzeremo il piatto rotondo di grande misura dell’antipasto, su cui andremo a sistemare un mezzo melone invernale girato a pancia in giù, su cui infilzeremo degli spiedoni di legno preventivamente preparati con salumi formaggi e verdura fresca che darà un tono di colore
  • Decorazioni: in questo caso trattandosi di una tavola minimalista e molto essenziale andremo solamente a posizionare nella striscia centrale ai due lati del centrotavola dei vasi mono fiore di media altezza, in vetro trasparente molto lineari, con al loro interno un palmo d’acqua e un fiore reciso ciascuno. Opteremo per un fiore a grande corolla, potremo scegliere ad esempio tra uno splendido giglio dal bianco candido, una gerbera colorata dai lunghi petali, oppure un monopetalo, come la calla, molto delicata ed essenziale, o un anthurium, fiori eleganti e di grande impatto oltre che di rara bellezza. Consiglio: non utilizzate assolutamente fiori finti! Toglierebbero tutta l’eleganza e la poesia di questa vostra splendida creazione.

Per cosa si litiga nella coppia a Natale e durante le feste?

Ricordate una cosa: l’eleganza è data dal porre anche solo poche cose ma con gusto e raffinatezza, spesso le “cozzaglie” di oggetti di diverso colore, forma o quant’altro a prescindere da cosa siano diventano ridondanti e come si dice “il troppo, stroppia!”  Scegliete una base da cui partire e createvi una vostra idea, continuando sempre su quella linea: il risultato sarà altamente soddisfacente

/var/www/orion-templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt skin_mobile-cucina-0-0