1 5

Vecchie cravatte: tante idee per riciclarle creativamente

/pictures/2017/06/22/vecchie-cravatte-tante-idee-per-riciclarle-creativamente-2301399252[2692]x[1124]780x325.jpeg Shutterstock
A volte ci troviamo per casa cravatte dei nostri uomini che non sappiamo come riusare ma che ci spiace buttare: ecco come dar loro nuova vita

Vecchie cravatte: tante idee per riciclarle creativamente

In versione classica e formale, a strisce o a pallini, le vecchie cravatte possono essere riutilizzate in tantissimi modi e trasformate, grazie al fai da te, in originali decorazioni per la casa o fantasiosi bijoux.

Con un paio di cravatte di colori e fantasie ben coordinate, si possono ad esempio realizzate eleganti set per la tavola. Per questo progetto avremo bisogno di: 2 cravatte, forbici, metro, ago e filo, bottoni e tessuto per la base delle tovagliette. Per prima cosa andremo a tagliare la punta delle cravatte, con cui realizzeremo una simpatica tasca porta posate. Procediamo quindi ‘aprendo’ la cravatta ed eliminando eventuale tessuto di imbottitura. Tagliamo ora la striscia di tessuto con cui creare un anello porta tovagliolo (da chiudere con un bel bottone) e procediamo tagliando un rettangolo di stoffa sufficientemente grande da fungere da base della tovaglietta. Tagliamo infine delle sottili strisce di tessuto dalle cravatte, con cui andremo a rifinire e decorare i bordi delle tovagliette. Armati di ago e filo (o macchina da cucire se ne possediamo una) andiamo ora a cucire tutti gli elementi del nostro bellissimo set da tavola.

Idee per riciclare barattoli e bottiglie di plastica

Creando un anello con la stoffa delle nostre vecchie cravatte, possiamo poi realizzare eleganti ferma tende, fantasiosi bracciali e originali copritazza che ripareranno le nostre mani dal calore eccessivo. Il procedimento da seguire è il medesimo: la parte di cravatta che andremo ad utilizzare è il fondo, in modo da conservare la V della punta; prendiamo quindi la misura desiderata e tagliamo la porzione di tessuto necessaria. Rifiniamo con un orlino il lato in cui abbiamo eseguito il taglio; applichiamo un bottone a pressione (automatico) nel punto in cui i due lembi di stoffa si sormontano ed applichiamo infine un bottone decorativo all’esterno (eviteremo così di cover creare l’asola).

Utilizzando questa volta la metà più fine della cravatta, si possono creare coloratissime fasce per capelli, cui aggiungere eventualmente qualche centimetro di elastico sul retro, in modo da garantire una maggiore tenuta. In alternativa, una vecchia cravatta è l’ideale per ricoprire vecchi cerchietti ormai logori o scoloriti.

Sempre in tema di accessori, che ne dite di trasformare le vecchie cravatte in originali collane? Il procedimento è molto semplice: sarà sufficiente scegliere una cravatta che ci piace; procurarsi delle grosse perle (perfette sono ad esempio le vecchie biglie) e armarsi di ago e filo. Iniziate ‘aprendo la cravatta’; tagliatela in due e cucite insieme i bordi delle due metà, così che creino un ‘tubo’ nel quale inserire le perle. Realizzate a questo punto un nodo a 10 cm circa da una delle estremità ed inserite la prima biglia; fatela seguire da un secondo nodo, quindi inserite la seconda. Procedete alternando nodi e biglie fino a 10 cm dall’altra estremità; fate l’ultimo nodo e indossate la vostra nuova collana chiudendola con un bel fiocco.

I possibili utilizzi delle vecchie cravatte non si esauriscono tuttavia qui: vi si possono realizzare copertine per libri, album, agende e diari; sono perfette per rivestire cinghie per chitarra o macchina fotografica; si possono trasformare in originali custodie per telefono, cinture e ghirlande natalizie, ma vi si possono anche ricavare divertentissimi pupazzetti per bambini, il più semplice dei quali è un simpatico serpentello imbottito, cui dovremo solo aggiungere occhi, bocca e una lunga lingua biforcuta.

gpt skin_mobile-ros-0