1 5

Come indossare i pantaloni bianchi

/pictures/2015/05/28/consigli-per-indossare-dei-pantaloni-bianchi-1692548673[763]x[319]780x325.jpeg iStock
Come indossare i pantaloni bianchi | Magra, formosa, alta e bassa, a ciascuna donna il suo pantalone bianco. Ecco i consigli per scegliere quello più adatto a te!

Come indossare i pantaloni bianchi

Con l'estate dietro l’angolo, è bene rinnovare il proprio guardaroba e arricchirlo di abiti leggeri e colori pastello, e perché no, i tanti adorati (ma temuti) pantaloni bianchi.
Già, proprio così ragazze, parleremo oggi di come indossare e sfoggiare con orgoglio, i nostri adorati pantaloni “total white” qualunque fisico abbiate..
Ci sono -in effetti- piccoli segreti e alcuni accorgimenti che permetterebbero a tutte (ma proprio tutte) di indossare il capo tanto amato.
Siete curiose? Bene, allora leggete quanto segue..

Un pantalone bianco per ogni sedere

Scegliere il pantalone giusto (rigorosamente bianco) ci renderà felici e soddisfatte ma soprattutto metterà in evidenza i pregi, senza sottolineare eventuali difetti.. sempre che ne abbiamo!
Dobbiamo sapere che i pantaloni attillati enfatizzano il fondoschiena: dobbiamo però sentirci davvero a nostro agio per indossarli! In alternativa, scegliamo un jeans bianco normale a taglio dritto, che sappia valorizzare le forme al meglio, magari indossato con una bella casacca morbida in tessuto leggero e fresco.

Le tasche, care amiche

Forse non tutte lo sanno ma le tasche sono fondamentali per definire in maniera maggiore o minore il nostro lato B: infatti, le tasche attaccate in basso accorciano le gambe e allargano il sedere, quelle larghe e in alto accorciano la schiena mettendo ancora in evidenza il sedere. La scelta migliore è per quelle più centrate e leggermente a cuore che proporzionano tutta la figura, rendendola equilibrata e con le giuste forme.

Vita bassa o alta?

Se siamo prorompenti e formose, nulla ci vieta comunque di indossare i nostri adorati pantaloni bianchi.
Abbiamo un bel fondo schiena abbondante? Evitiamo di utilizzare pantaloni a vita bassa con cintura sottile: preferiamo invece un pantalone a vita alta con cintura importante; le strisce orizzontali in quel punto permetteranno di ingrandire la parte superiore enfatizzandola rispetto a quella inferiore.
Scegliamo poi un tessuto leggero ma resistente che sfini i fianchi contenendoli.
Se invece abbiamo la vita larga, scegliamo un pantalone a vita bassa, con pence in vita: in questo modo taglieremo in basso dando un senso di maggiore larghezza del fondo schiena, mettendolo in risalto.

Skinny, gamba dritta o palazzo?

Scegliere il taglio giusto della gamba ci permetterà di valorizzare nel migliore modo il nostro fisico: se siamo minute e magre un pantalone a palazzo indossato con un bel tacco sarà l’ideale. Il fisico a pera è perfetto con pantaloni a taglio uomo, vita alta, pence in vita e gamba dritta, morbida: nasconde bene le rotondità su fianchi e cosce e armonizza tutto con stile.
I pantaloni aderenti donano moltissimo ai fisici asciutti e a chi è dotato di fondoschiena ridotto: se però la vita è rotondetta, completiamo con una casacchina morbida non esageratamente aderente.

E infine, qualche consiglio..

Primo fra tutti, l’intimo: evitiamo perizomi invisibili quando indossiamo pantaloni leggeri, ma anche l’intimo bianco della nonna è altamente bandito! Preferiamo degli slip a taglio laser senza cuciture, color carne, che celeranno il nostro didietro in modo adeguato senza essere percepiti. Sì anche a culotte e brasiliane, sempre rigorosamente color carne e prive di cuciture e disegni.
Inoltre, occhio al tessuto che scegliamo: quelli troppo sottili, infatti, oltre a essere molto trasparenti, permettono di percepire -purtroppo- anche le irregolarità della pelle (vedi buchini di cellulite), meglio quindi un tessuto leggermente più spesso, come un cotone o un lino, rigorosamente opachi.
 

gpt skin_mobile-moda-0