1 5

Giardino di Boboli, il restauro sarà firmato Gucci e per la prima volta si sfilerà a Palazzo Pitti

/pictures/2017/04/04/giardino-di-boboli-il-restauro-sara-firmato-gucci-1122654004[2501]x[1042]1200x500.jpeg Shutterstock
Dopo il fattaccio di Atene, Gucci ritorna a far parlare di sè per una nuova opera di rivalutazione. Questa volta si tratta di un posto italianissimo: i meravigliosi Giardini di Boboli a Firenze

I giardini di Boboli a Firenze

4 Aprile 2017, Gucci ha annunciato presso Palazzo Vecchio a Firenze, il suo impegno per il restauro, la valorizzazione e la conservazione dei celebri Giardini di Boboli. All'evento erano presenti, oltre al sindaco di Firenze, Dario Nardella, il presidente di Gucci, Marco Bizzarri, il Ministro per i Beni culturali e il turismo, Dario Franceschini e il direttore della Galleria degli Uffizi, Eike Schmidt. L'impegno comune è quello di rendere Firenze uno dei luoghi più apprezzati e apprezzabili d'Italia, non solo per le sue doti artistiche e paesaggistiche, ma anche per la capacità di renderle sempre più fruibili e all'avanguardia. Basti pensare che nel 2016 il circuito museale ha superato gli ottocentomila visitatori.

Villa Rondinelli a San Domenico di Fiesole dove è nato il Garden Design italiano

Le case di moda e l'arte

Gucci, ma anche Fendi a Roma con la Fontana di Trevi e Bulgari per Piazza di Spagna, o Brunello Cucinelli a Norcia con il restauro della torre civica, danneggiata dal terremoto, sono tante le case di moda che si sentono profondamente italiane, e vogliono operare in modo filantropico sul territorio, sostenendo le spese per i restauri di alcuni dei più grandi siti architettonici e monumentali del nostro Paese.

Villa Gamberaia, i giardini di Firenze

Gucci aveva già investito in cultura nella città fiorentina con l'apertura del Museo Gucci, di cui metà dei proventi sono di default inseriti in un programma di iniziative per la salvaguardia del patrimonio artistico del capoluogo fiorentino.

Il rifiuto di Atene di ospitare Gucci, un'occasione persa?

Aveva fatto discutere qualche mese fa, il rifiuto da parte di Atene di ospitare una sfilata Gucci, della durata di pochi secondi, nella Valle dei Templi, soprattutto per il motivo: "il valore e il carattere dell'acropoli non sono compatibili con gli eventi di questo tipo", come riportato dal sito Repubblica. Insomma, un'occasione persa per Atene, considerando che la Maison avrebbe pagato lautamente e aveva proposto anche il restauro delle Cariatidi. Opportunità, però, colta al volo da Giuseppe Parello, direttore della Valle dei Templi di Agrigento che ha controproposto appunto, l'incantevole location siciliana per ospirate la sfilata, nel rispetto ovviamente del luogo e dei turisti che vorranno visitarla. Per il momento nessuna controrisposta dal gruppo di moda fiorentino, staremo a vedere se ci saranno delle novità. Intanto, ne è stata annunciata una in conferenza stampa, la sfilata Cruise del 2018 si terrà nella Galleria Palatina a Palazzo Pitti, che per la prima volta ospiterà un evento di questo genere. Siamo già curiosissime!

Visitare i giardini di Boboli, info utili

  • Sito per informazioni
  • Indirizzo: Piazza Pitti
  • Ingresso: Intero 7 euro / Ridotto 3.50 euro
  • Orari: aperto tutti i giorni dalle 8.15 alle 16.30 (a novembre), fino alle 17.30 a Marzo,fino alle 18.30 (aprile-maggio, settembre-ottobre) e 19.30 (giugno-agosto)
  • Chiusura: Chiuso il 1 e ultimo lunedì del mese, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

 

gpt skin_mobile-moda-0