1 5

Tutti i trend della moda uomo Autunno Inverno 2016-2017 dalle passerelle

/pictures/2016/01/13/tutti-i-trend-moda-uomo-autunno-inverno-2016-2017-dalle-passerelle-2723387463[2880]x[1200]1200x500.jpeg
Alle fashion week maschili contaminazioni di genere e tendenze. Il mood non è più univoco e lo stile normcore ha lasciato spazio a nuove contaminazioni, decisamente più pop

Trend moda uomo AI 2016-2017

Londra, come da calendario, ha alzato il sipario sulle anticipazioni della moda maschile per il prossimo autunno inverno. E Parigi, New York e Milano, ma anche il Pitti che si tiene a Firenze nello stesso periodo, sono pronte a portare in passerella tutti i trend della prossima stagione invernale, ognuna a modo suo.

Milano Moda Donna autunno inverno 2016-2017

London Fashion Week

Da sempre a Londra va in scena l'innovazione e la libertà di espressione è il leit motiv che caratterizza ogni collezione. La London Men Collection si è aperta con la notizia dell'annullamento dello show di Tom Ford che avrebbe dovuto aprire la kermesse; lo stilista ha deciso che preferisce presentare la sua collezione in showroom a buyers e addetti ai lavori piuttosto che vederla sfilare. Non la pensano allo stesso modo Burberry, JW Anderson, Jeremy Scott, Paul Smith e, tra gli altri, stilisti emergenti e non quali KTZ, James Long, Barbour, Dunhill, Lou Dalton, Nasir Mazhar, Craig Green, Sibling, Astrid Anderson, Agi & Sam, Matthew Miller, Christopher Raeburn, Oliver Spencer, Belstaff, Margaret Howell, Coach 1941, E. Tautz, Christopher Kane e Pringle of Scotland.

Uomini musicisti, viaggiatori, sognatori, eccentrici e un po' distratti, ma che riconoscono negli abiti uno strumento di comunicazione efficace per raccontare all'esterno le sfumature della propria personalità. Il normcore lascia spazio agli eccessi e alle contaminazioni, musica e cinema, personaggi di fantasia e icone. Da sottolineare l'omaggio di Burberry a David Bowie con la modella Hayett McCarthy e il ritorno dei piercing con Alexander McQueen.

White Milano

Dal 16 al 18 gennaio a Milano poco prima della Milano Moda Uomo, il White ospiterà brand emergenti e stilisti ormai sempre più affermati che mostreranno le loro collezioni autunno inverno 2016-2017. Tra questi Cividini che presenta al White in anteprima la collezione menswear. Dopo essersi dedicata per 10 anni prevalentemente alla moda donna, la maison torna con una collezione uomo in cui i suoi codici di stile sono ben definiti e dalla forte identità, realizzati con filati pregiati e lavorazioni artigianali, dove protagonista è il lusso destrutturato dal concept sofisticato, rigorosamente Made in Italy.

Pitti Uomo a Firenze

In Italia l'ispirazione per la moda uomo, che ormai alla Fortezza del Pitti vede la fucina delle nuove tendenze e il cuore pulsante dello street style, arriva da icone come Marcello Mastroianni e Gianni Agnelli. Sartoria e artigianalità, dunque, queste le linee guida della moda uomo dettate dai designer e stilisti italiani, emergenti e non.

Cucinelli, Bervest, Roy Rogers che firma una capsule collection con il fotografo di street style The Sartorialist, i colori Pantone rose quartz e blue serenity che fanno capolino, ma senza eccessi, tra le linee del guardaroba pulito ed essenziale dell'uomo autunno inverno 2017. Il lusso dei tessuti preziosi, i dettagli negli accessori che strizzano l'occhio allo stile anni '50 e l'eleganza innata dell'abbigliamento Made in Italy che rende l'atmosfera del Pitti, unica. Numerosi gli ospiti Vip, anche l'attore Marco Bocci per Patrizia Pepe.

Ritorna a Firenze il designer Yosuke Aizawa, già in passato protagonista al Pitti per il suo esordio europeo, questa volta invece assieme ad adidas protagonista del Designer Project di Pitti Uomo 89, special event della kermesse di moda.

“adidas è un brand con una storia incredibilmente ricca, un’infinità di prodotti e progetti lanciati negli anni, e lavorarci dall’interno ti fa vedere le cose con una prospettiva diversa. Iniziare una nuova collaborazione ci permette di guardare adidas attraverso uno sguardo fresco - spiega Nic Galway, Vice President of Global Design di adidas Originals - è così stimolante vedere il modo in cui un creativo come  Mr Aizawa interpreti adidas, e la nostra collaborazione con White Mountaneering è la perfetta testimonianza di cosa può accadere quando si lavora assieme". (Fonte Pitti Immagine).

 
TC ETHICAL FASHION INITIATIVE - l'evento speciale dedicato a promuovere i giovani talentuosi del continente africano -  ha portato in passerella il progetto Generation Africa. Quattro designer africani emergenti che portano in passerella diverse sfaccettature della moda uomo di questo continente. In passerella, per rafforzare il concetto, sfilano profughi (veri), con negli occhi e sulla pelle la loro (dis)avventura per raggiungere posti più sicuri per la loro vita. In passerella anche tre richiedenti asilo, Ethical Fashion Initiative e l'associazione italiana Lai-momo hanno organizzato l'iniziativa per promuovere il confronto interculturale e ridurre i pregiudizi.
 

Milano Moda Uomo - Hogan

Argento, nero e rosso, questi i colori protagonisti della collezione maschile Hogan presentata a Milano durante la fashion week maschile. I capi autunno inverno del brand sono pensati per un casual luxury adatto alla vita di tutti i giorni. Hogan introduce chi lo indossa in un club esclusivo ma riconoscibile, per l'attitudine grintosa ed essenziale, raffinata e rilassata, caratteristiche che contraddistinguono da sempre il brand e ne hanno temprato l'heritage.

La combinazione di eleganza e formalità è contraddistinta dalla combinazione di eleganza e informalità conferita ai capi e agli abbinamenti, come il tuxedo sartoriale portato con le luxury sneakers, passando per i gym pants indossati con giacche doppio petto in cashmere e ai piedi high-tops in pelle nera spazzolata, ma anche pantaloni dal taglio denim in pelle con sneakers slip-on a stampa optical.

Milano Moda Uomo - Tod's

Un modo di vivere indipendente ed individuale, Tod's Band racconta gli uomini contemporanei e l'attitudine che unisce personaggi simili che seppur con background differenti hanno lo stesso approccio al "saper vivere".

Uomini accomunati dalla ricerca dell'alta qualità e del buon gusto, dall'attenzione al dettaglio. Viaggiatori che si legano all'Italian Style e al prodotto iconico di Tod's: il Leo Clamp che si arricchisce del Clamp, accessorio distintivo che ridefinisce con nuove declinazioni di colori e pellami lo storico mocassino.
Nell'abbigliamento grande novità con il piumino in pelle, protagonista della nuova collezione. La spazzolatura è la protagonista del trattamento e il colore assume un aspetto vissuto grazie alla tecnica della "ceratura al nero". A dispetto delle apparenze questo piumino è super leggero, ma caldissimo ed elegante.

Milano Moda Uomo - Calvin Klein

La nuova linea Calvin Klein Collection uomo autunno/inverno 2016 è sensuale, magnetica, essenziale. Tutto l'heritage del brand in capi base maschili che coniugano accurata sartorialità, ricchi tessuti e dettagli inaspettati.
Prosegue la reinvenzione dei fondamentali americani già esplorati nella collezione estiva. La silhouette punta ad un'esplorazione del tailoring maschile attraverso i capi base fondamentali per l'identità del brand. La sartorialità è solo in apparenza imperfetta, con pantaloni e giacche indossate a pelle su petti nudi. Mentre i cappotti over, i montgomery e i parka, danno dimensione assieme alla maglieria. Oro, argento, oro rosa infondono al tutto un'energia vibrante.
 

Milano Moda Uomo - Stella Jean

La diversità come funzione necessaria dell'evoluzione sociale nella prospettiva di una nuova, caleidoscopica e lungimirante ricchezza culturale. Questo il concetto da cui parte ancora una volta Stella Jean declinando la sua moda sempre più multirazziale ed openminded sui poncho-mantella e il trench in cotone stampato spalmato; blouson dal taglio dritto in tessuti classici maschili, parka e giacca  pea -coat; cappotto monopetto manica raglan e giacca monopetto dal taglio classico; pantaloni classici regular & high waist; camicie classiche e camicie con collo coreano in tessuti classici maschili; maglia girocollo e giacca in maglia con disegni ndebele in jacquard.

Milano Moda Uomo - Daks

Filippo Scuffi, direttore creativo di DAKS ci fa immergere nell'eleganza dell'English Evening con la sua collezione Autunno Inverno 2016-2017. Con un twist ironico e irriverente ridisegna il classico smoking e le sue declinazioni. Velluto nero, raso di sera e il moiré per esprimere l'animo dandy della collezione. DAKS traduce così l'elegante ironia inglese, con elementi im apparente contrasto tra loro che diventano veste da sera. 

Milano Moda Uomo - Emporio Armani

L'eleganza di Armani non può mancare sulla passerella milanese. Come sempre fa sfilare anche capi femminilli e per la collezione autunno inverno punta tutto sui volumi morbidi ed avvolgenti, i tessuti preziosi e i colori intensi con il verde antracite protagonista di giacche in velluto e sciarpe imbottite come piumini. L'eleganza ed il casualwear deluxe sempre più protagonisti, con quel tocco Armani, mix di storia e modernità difficile da replicare anche per gli stilisti più esperti.

Milano Moda Uomo - Gucci

È stato definito un saccheggio creativo della storia quello portato in passerella da Alessandro Michele per Gucci per l'autunno inverno 2016-2017. Un vero e proprio archeologo di epoche passate, sapientemente mixate al presente e alla contemporaneità. Il desiderio di riempire di significati e incuriosire con i suoi abiti, lì dove siamo fagocitati solo da quello che le tecnologie e la loro spesso confusionaria identità ci hanno donato e ci offrono ogni giorno. Alessandro Michele vuole riscrivere le pagine del brand e lo fa al meglio, collocandosi in un frammento di storia della moda che non è troppo schiacciato nel passato, ma anzi sa andare ben oltre i confini di qualsiasi tipo, soprattutto identitari. Anche per questo, ma non per provocazione ha portato in passerella anche l'attrice e artista americana Hari Nef attrice, prima modella transgender a firmare un contratto con IMG Models.

Milano Moda Uomo - Marras

Lo stilista algherese riporta in passerella il lontano West ma s'ispira alla sua terra, la Sardegna, precisamente al villaggio di San Salvatore, nel Sinis. Una moda senza confini, con tanto di balletto folk messo in scena dai cowboy modelli. Ispirazioni che riportano in scena anche film cult come "Giarrettiera Colt", "Il buono, il brutto e il cattivo" e "Sette spose per sette fratelli". Grandi applausi per lo stilista algherese.

Milano Moda Uomo - Ermanno Scervino

È vanitoso, ama guardarsi allo specchio e piacersi l'uomo portato in passerella da Ermanno Scervino. Un dandy di oggi che indossa completi eleganti e tessuti sportivi. Dallo sport al glam, questo il percorso dello stilista, che passa dalle camicette con rouches alle maglie a collo alto con cristalli swarovski, i jeans spalmati effetto pelle, la maglieria oversize con le due scritte "Heroes" (dedicato a Bowie) e Wild. Non mancano i parka e lo stile militare, ma i cristalli adesivi o ricamati rendono tutto deluxe. Ad aprire la sfilata il modello americano 17enne Lucky Blue Smith.

Milano Moda Uomo - Dsquared2

#mangapunk l'hashtag d'ispirazione della collezione autunno inverno 2016-2017 firmata dai due fratelli Dean e Dan Caten. Mixa Oriente e Occidene, tra gonne a pieghe e pantaloni culotte, come quelli dei samurai, maxi zaini e occhiali da sole, colori saturi, linee pulite e stampe fumetto, l'uomo Dsquared2 è moderno e cosmopolita, determinato e non disdegna tocchi di egocentrismo nel suo outfit.

Milano Moda Uomo - Trussardi

S'ispira alla musica, alle anime vibranti, agli amanti dei look con personalità la collezione uomo firmata Trussardi per l'Autunno Inverno 2016-2017. Pelle, tweed, raso, lana, tessuti da vivere e che danno comfort e stile alla silhouette maschile. Pezzo di punta il montone giallo. La live performance ideata da Gaia Trussardi si è tenuta nella suggestiva cornice della Pinacoteca di Brera.

Milano Moda Uomo - Giorgio Armani

Nessuna stravaganza per Re Giorgio, che porta in passerella come sempre l'eleganza e la sartorialità che hanno reso il suo brand icona in tutto il mondo. Con il suo immancabile blu, le giacche doppiopetto, i pantaloni larghi in tweed (boicottando decisamente il trend del risvoltino con il pantalone stretto). Non mancano gli accessori, i capelli a bombetta, gli occhiali da sole e tutto quello che rende l'uomo di Armani, meno metrosexual e decisamente più italianamente virile, di quello stile che ci porta un po' indietro nel tempo.

Parigi Moda Uomo - Valentino

Un mix di contaminazioni, tra Oriente ed Occidente, anche per Valentino, i suoi intarsi, le sue decorazioni, le borchiette che sembrano non voler abbandonare quel tocco firmato Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, che sia una collezione maschile o femminile non importa. Tessuti preziosi, tagli geometrici rigorosi che cadono a pennello su questi modelli che ormai tutti definiscono genderless, una delle parole più usate per raccontare queste nuove collezioni della moda uomo autunno inverno 2016/2017 e che giustifica anche il nostro desiderio di rubare qualche accessorio dal guardaroba pensato per lui, le borse in primis.

Parigi Moda Uomo - Raf Simons

Dopo la sua dipartita da Dior, lo stilista belga si è potuto dedicare anima e corpo al suo marchio eponimo, e visti i risultati si conferma uno degli stilisti più talentuosi del panorama internazionale. Nightmare and dreams il nome scelto per rappresentare l'idea che si cela dietro la collezione autunno inverno 2016/2017 e che arriva a cavallo dei primi venti anni del brand e come prima uscita pubblica dopo l'uscita (volontaria) dalla Maison parigina. Ad ispirarlo il regista David Lynch (il 20 gennaio, quando è andata in scena la sfilata compiva 70 anni), il designer Martin Margiela, la fotografa Cindy Sherman e il film The breakfast club. 

Perché Raf Simons ha lasciato Dior

Parigi Moda Uomo - Louis Vuitton

Kim Jones, direttore creativo della sezione maschile Louis Vuitton s'ispira al mondo dark e vampiresco per la collezione autunno inverno 2016-2017 presentata a Parigi. Lo stile dandy si mixa sapientemente a quello retrò con linee pulite, ma anche dettagli che richiamano il passato, con scarpe derby, berretti e cappotti lunghi.

Parigi Moda Uomo - Thom Browne

I rigorosi completi in tweed o a quadri, dai tessuti corposi e pensanti, trovano contrasto nei dettagli decisamente sopra le righe, come la borsa bassotto o il cappello indossato sul volto. Una sorta di decadentismo post-bellico, si legge tra i fili dei cappotti dai tessuti pregevoli consunti e logorati, sfilacciati che non perdono la loro dignità, nonostante la povertà e la scarnezza del contesto (scenografico) in cui vengono collocate.

Parigi Moda Uomo - Dior Homme

Kris Van Assche ci ha abituato al rigore sartoriale, ma la moda che propone per Dior Homme è ricca anche di contaminazioni moderne, di stile preso dal passato e riadattato alle esigenze di chi vuole declinare la sua immagine in sfumature che guardano al passato, ma che trovano risposte in un mix&match genderless, come i tailleur a fiori con pantaloni palazzo, i completi a fiori che si abbinano ai bomber. Senza dimenticare gli accessori, come le borse bauletto. Il rosso e il nero sono protagonisti, e si fondono nell'atmosfera minimal resa ipnotica dal maxi lampadario che sovrasta la doppia passerella.

Parigi Moda Uomo e Donna - Balmain

Prendete il concetto di minimal e rovesciatelo, avrete in passerenza l'opulenza della collezione Balmain uomo con piccole anticipazioni di donna, nella sfilata presentata a Parigi per la moda uomo autunno inverno 2016-2017. Un mix di stili, di tessuti pesanti, di passamanerie baldanzose, il tutto legato dalla presenza dell'oro: protagonista sulle giacche che prendono spunto dai boleri dei toreri, ma anche delle scarpe impreziosite da ricami dallo stile barocco o ricoperte d'oro con un'opulenza che, ai giorni nostri, vedremmo benissimo in un video di Drake o Fifty Cent. Il rap, infatti, sembra aver ispirato Olivier Rousteing o, in ogni caso, è protagonista fragoroso sulle note di pezzi Hit riarrangiati con l'aiuto di un'orchestra che suona live. Gli abiti da donna, sagomati in quella corazza che ormai è solo firma di Balmain, vedono modelle quali Alessandra Ambrosio e Isabeli Fontana muoversi sinuose nei corpetti strizzati, con nappe e paillettes fruscianti ad ogni passo. Uno stile eccentrico, decisamente sovraesposto, non per niente lo stilista è uno dei più amati dalle sorelle Kardashian.

Parigi Moda Uomo e Donna - Givenchy

L'ispirazione Givenchy arriva dagli Americanos e dai cowboy del Texas, le frange diventano protagoniste sulle giacche di pelle ma anche sui completi da sera, vistose per il giorno, si trasformano in sottili drappeggi che oscillano ad ogni passo sulle lunghe giacche la sera. Le stampe di aquile e combra campeggiano su bomber e maglioni che strizzano l'occhio allo stile anni '90, ma che nelle silhouettes pulite hanno il loro tocco di modernità. I dettagli metallici sui colli delle camicie e le cinture ci ricordano il cuoio dello stile western. La luce rosa della stanza e la musica tecno-elettronica ci riportano con i piedi nel 2016 e la testa in quello stile macho ma non troppo, rustico ma couture. Stonano gli abiti donna che non hanno alcun legame con la collezione maschile, trasparenze e strati di chiffon, ma niente di nuovo.

gpt skin_mobile-moda-0