1 5

Vanessa Incontrada da testimonial a stilista per Elena Mirò: “La mia collezione per tutte le donne”

gpt native-top-foglia-moda
/pictures/2017/03/10/vanessa-incontrada-disegna-elena-miro-la-mia-collezione-per-tutte-le-donne-3639139497[3183]x[1327]1200x500.jpeg Redazione
Vanessa Incontrada ci presenta la sua capsule primavera-estate per Elena Mirò, dedicata alle donne, che non rinunciano a piacersi e a piacere, sentendosi sempre a proprio agio, in tutte le forme

Vanessa Incontrada per Elena Mirò

È “un omaggio alla donna contemporanea” la nuova capsule collection disegnata da Vanessa Incontrada per Elena Mirò. Un sodalizio, quello tra l’attrice e la maison, iniziato con successo lo scorso autunno-inverno e che ora prosegue con una linea pensata per “permettere a tutte le donne, in tutte le forme, di vestirsi in modo bello, sensuale, aggressivo, semplice e con la voglia di vivere la giornata”. Così la neo-stilista ha presentato la sua creazione, in occasione della sfilata, organizzata l’8 marzo, presso l’atelier di Elena Mirò di Piazza della Scala a Milano. Un evento speciale in un giorno speciale, per lanciare, insieme alla linea, anche un messaggio per tutte le donne, quello di “non scordarsi mai di volersi bene”, riassunto nell’hashtag #nontiscordardite. Ad aprire la sfilata la stessa Vanessa Incontrada che, con grandissima emozione, ha ammesso: “Dovrei essere abituata a parlare col microfono, ma vi giuro che è più semplice stare su un palcoscenico che qua!”.

gpt native-middle-foglia-moda

Vanessa Incontrada per Elena Mirò collezione inverno 2018

Mara Venier per Luisa Viola, la collezione Autunno Inverno 2018

Costumi da bagno per donne curvy, tutti i modelli

Lo stile di Vanessa Incontrada: la fluidità si fa sensuale 

Un’eleganza casual, al tempo stesso comoda e sexy: è questo il comun denominatore della capsule primavera estate creata da Vanessa Incontrada per Elena Mirò. “Questa linea non è pensata per “coprire” le forme, ma per valorizzarle”, ha spiegato la showgirl a margine della sfilata, che ha visto così confermato il Vanessa-Style, perfettamente coerente con i valori del brand e già inaugurato nella collezione autunnale firmata insieme. “Ho seguito il concetto di fluidità, con linee che non costringono ma che accompagnano il corpo in modo naturale”, spiega la neo-stilista, “Un modo di vestire facile e molto versatile, una femminilità non ostentata ma ben presente, sottolineata dai top lingerie, pensati da indossare con le camicie in denim tencel dai volumi rinnovati, che strizzano l’occhio agli anni ’90”.

Moda curvy e taglie comode, le novità per la PE 2017

Il trend oversize, dunque, è reinterpretato,in modo sexy e per adattarsi a tutte le donne di tutte le taglie. “Ci sono tanti modi per essere sensuale”, ha spiegato Vanessa, “Basta una spallina che cade…”. Con questo spirito l’attrice ha costruito insieme alla maison la sua linea, fatta di 39 capi (30 di quotidiano e 9 eleganti), che lei stessa “indosserebbe ogni giorno”. Una collezione di must have di stagione, per rinnovare il proprio outfit in ufficio, nel tempo libero e durante le occasioni speciali.

Look da giorno

Per un every day disinvolto ci sono la giacca-cardigan bianca, da indossare col body nero incrociato e il pantalone ampio, o la giacca rosa cipria con revers nero a taglio maschile, da abbinare a un top stile lingerie. Tanti i pantaloni a palazzo, le camicie in denim e i completi gessati (giocati in positivo e negativo) o in fantasie floreali: “Io amo tantissimo le stampe floreali e in particolare le margherite, che ho cercato di mettere il più possibile qui”, ha spiegato la Incontrada, “Ho seguito un po’ il trend tropicale e quello del safari, che stanno andando tanto in questo periodo.” Per le occasioni più chic ci sono gli abiti lunghi, con gli scolli a V e la vita segnata, perfetti per mettere in risalto le forme. Si va dall’iconico abito in pizzo nero e nude, con sovrapposizioni diagonali, a quelli in georgette blu notte o rosso fuoco. Senza dimenticare il classico e immancabile tubino stretch.

Vanessa Incontrada: “Io da modella a stilista. Chi l’avrebbe mai detto!”

“Quando mi hanno proposto di diventare testimonial di Elena Mirò io ho pensato subito che mi sarebbe piaciuto fare di più”, ha raccontato l’attrice spagnola, ripercorrendo le tappe che l’hanno portata a diventare stilista (ma non chiamatela così!). “Io non so disegnare e non sono certo una stilista, ma vengo proprio dal mondo della moda e amo questo settore. A sedici anni iniziai come modella, ma siccome sono piccoletta, l’avventura durò poco. Pensate che per sembrare più alta mettevo persino degli alzatacchi all’interno delle scarpe! Poi la mia carriera ha preso altre strade e mai avrei pensato, dopo tanti anni, di trovarmi a una sfilata, da questa parte!”.

E proprio per vivere pienamente questo momento Vanessa Incontrada ha deciso di assistere come spettatrice al catwalk della sua collezione, stando tra il pubblico, in prima fila e non dietro le quinte, come usano gli addetti ai lavori. Un’esperienza fortissima. Forse troppo: “Ora ho capito perché gli stilisti stanno nel backstage. Nel mio piccolo anch’io oggi ho provato quello che provano loro e non voglio mai più stare seduta lì! Mi sudavano così tanto le mani!”, ha commentato la showgirl subito dopo la sfilata, “Innanzitutto perché era la prima volta che vedevo gli abiti della collezione indossati e poi perché mi sono ricordata di quello che provavo quando ero io una modella, e di quanto sia emozionante e difficile stare sulla passerella”. A ripagarla per il suo coraggio e la sua umiltà l’entusiasmo con cui è stata accolta la linea e la fiducia accordatale dalla maison, come ribadito da Hans Hoegstedt, nuovo AD di Miroglio Fashion, che ha parlato di “una collaborazione particolarmente felice tra Vanessa e Elena Mirò, iniziata nell’autunno 2016, che ha portato ottimi risultati e che con la p/e 2017 raggiungerà la sua massima espressione”. Una fiducia pienamente ricambiata dall’attrice che ha raccontato: “Quello che mi ha subito conquistato di questa azienda è stata la grande umanità delle persone che ne fanno parte e anche la loro normalità: una cosa non semplice da trovare nel campo della moda”.

gpt skin_mobile-moda-0