gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Calendario e date festività religiose della chiesa ortodossa 2019

Il calendario festività religiose chiesa ortodossa 2019 con le date aggiornate: quando cadono Pasqua, Natale, Capodanno e tutte le altre importanti ricorrenze

Calendario festività religiose chiesa ortodossa 2019

Le date delle festività della religione ortodossa, praticata dalla maggioranza della popolazione dell’Europa dell’Est e in Medio Oriente, sono differenti rispetto a quelle di religione cattolica perché la Chiesa ortodossa, non riconoscendo l’autorità del Papa, segue il calendario Giuliano. Introdotto da Giulio Cesare nel 46 a.C. è stato seguito in tutto il mondo fino al 1582, quando Papa Gregorio XIII promosse quello Gregoriano che porta il suo nome. Entrambe le Chiese hanno una lunga storia e differenze vecchie di secoli. L’anno liturgico ortodosso comprende dodici grandi feste e cinque festività maggiori. Vediamo le celebrazioni più significative.

Date festività religiose Chiesa Ortodossa 2019

Vediamo ora il calendario delle feste della chiesa ortodossa 2019, quali sono le feste maggiori e in che date cadono precisamente. Come noterete praticamente nessuna data è in comune con le feste della chiesa cattolica. Talvolta la Pasqua cade lo stesso giorno ma per una pura coincidenza.

6 gennaio 2019: Santa Teofania e Battesimo del Signore

Il 6 gennaio si celebra l’Epifania della Trinità durante il Battesimo di Gesù, considerata tra le feste più antiche della chiesa ortodossa. In origine il nome della festa era Teofanie, al plurale, per indicare le manifestazioni al mondo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. E’ diversa rispetto alla Epifania della religione cattolica con i Magi che portano i doni a Gesù. Si preferisce quindi usare il termine Teofania (manifestazione di Dio).

7 gennaio 2019: Natale

Il Natale ortodosso cade il 7 gennaio al posto del 25 dicembre del Natale cattolico proprio perché la chiesa ortodossa calcola le date di alcune festività, come la Pasqua, secondo il calendario Giuliano. Nei paesi ortodossi non esiste il presepe come simbolo della nascita di Cristo mentre fa parte della tradizione addobbare l'albero di Natale. Prima del giorno di festa, i fedeli osservano una quaresima di 40 giorni in cui mangiano solo cibi magri, mentre per la vigilia si digiuna fino a mezzanotte.

14 gennaio 2019: Capodanno Ortodosso

Definito il “Vecchio Anno Nuovo” nella notte tra il 13 e il 14 gennaio i paesi di religione ortodossa festeggiano il Capodanno. Rispetto al nostro Capodanno non presenta caratteristiche molto differenti, a parte la data, e un approccio meno mondano e vivace e più intimista e privato. Il capodanno è il giorno dedicato al ricordo di una figura molto importante per la religione Ortodossa: San Basilio arcivescovo della Cappadocia. La sera della vigilia viene anche chiamata “la sera Vassiliev”.

2 febbraio 2019: Ingresso al Tempio di Gesù

La festa della presentazione di Gesù al tempio viene celebrata il 2 febbraio. Osservata anche dalla Chiesa cattolica è più nota da noi con il nome di "Candelora" . Nella celebrazione liturgica si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti". La  tradizione ortodossa vuole che i fedeli portino le proprie candele alla chiesa locale per la benedizione.

7 aprile 2019: Annunciazione della Beata Vergine Maria

L'annuncio sulla futura nascita di Gesù dell'arcangelo Gabriele alla Vergine Maria è chiamata la Santissima Annunziata. Fa parte delle 12 feste più importanti e avviene la domenica prima di Pasqua.  All'Annunciazione, che di solito avviene in tempo di quaresima, la chiesa consente di mangiare pesce.

1 aprile 2019: Ingresso del Signore a Gerusalemme

L'ingresso di Gesù nella città santa di Gerusalemme seduto su un asino e accompagnato da una folla che agitava in festa tanti rami di palma e acclamava gridando Osanna! E’ un evento descritto da tutti i quattro vangeli canonici: Matteo, Marco, Luca  e Giovanni. Precede di alcuni giorni l'inizio della Passione.

28 aprile 2019: Pasqua Ortodossa

Miti, leggende ed usanze sono legati alla Pasqua, un’antica festività che è molto sentita dalla chiesa ortodossa. Si tratta del più sacro e importante avvenimento dell’anno. Ed è anche un’opportunità per stare insieme con i propri cari. La Pasqua cade nella domenica che segue la prima luna nuova dopo l'equinozio di Primavera. E’ molto difficile che la data della Pasqua cattolica coincida con la data della Pasqua ortodossa. Nel giorno di Pasqua si conclude la commemorazione dei defunti di tutta la Settimana Santa.

L’Ascensione di Gesù (40 giorni dopo Pasqua)

L’Ascensione, ovvero la trasfigurazione e il passaggio di Gesù al cielo il mattino di Pasqua, è una delle 12 grandi feste della chiesa ortodossa. Gesù salendo al cielo ha completato il lavoro della redenzione. Si festeggia di norma 40 giorni dopo la Pasqua nel calendario ortodosso. E’ una festività antica e segna il preludio della Pentecoste e l’inizio della Chiesa.

Pentecoste (50 giorni dopo Pasqua)

Pentecoste è l'anniversario della venuta dello Spirito Santo 50 giorni dopo la risurrezione e cade il cinquantesimo giorno dal "giorno dopo il sabato" di Pasqua. E’ una delle 12 grandi feste. La Chiesa ortodossa considera la Pentecoste come il compimento finale della missione di Gesù Cristo e oltre a celebrare la venuta dello Spirito Santo si onora anche la piena rivelazione della Trinità divina, Padre, Figlio, e Spirito Santo.

6 agosto 2019: Trasfigurazione di Nostro Signore

La Trasfigurazione di Nostro Signore viene celebrata il 6 agosto, anche dalla chiesa cattolica. E viene celebrato un episodio avvenuto quaranta giorni prima della crocifissione di Gesù, quando Gesù scelse di prendere con sé alcuni discepoli per salire sul Monte Tabor a pregare.

15 agosto 2019: Dormizione di Maria

Le Chiese ortodosse celebrano il 15 agosto la festa della Dormizione della Vergine, una  delle più antiche feste Mariane. In Occidente viene chiamata Assunzione della Vergine Maria al cielo. La Madonna, come Gesù, preservata dal peccato originale fu risuscitata da Dio per la vita eterna. Fu papa Pio XII il 1° novembre 1950 a proclamare dogma di fede l’Assunzione di Maria.

8 settembre 2019: Natività di Maria

La nascita della Vergine Maria da Gioacchino e Anna è una festa liturgica della Chiesa cattolica e della Chiesa ortodossa che ricorda la nascita di Maria e che si celebra l'8 settembre. Per la Chiesa ortodossa la nascita di Maria riveste un'importanza particolare ed è considerata come una delle 12 feste maggiori.

14 settembre 2019: L'esaltazione della Santa Croce

Il 14 settembre, giorno dell'Esaltazione della Santa Croce, ricorre l’anniversario del ritrovamento della vera Croce di Gesù, da parte di sant'Elena (14 settembre 320), madre dell'imperatore Costantino, e della consacrazione della Chiesa del Santo Sepolcro in Gerusalemme. La tradizione vuole che Sant'Elena portò una parte della Croce, segno della sofferenza e del dolore di Cristo, a Roma, in quella che poi diventerà la basilica di Santa Croce in Gerusalemme, e l’altra rimase nella Città Santa, a Gerusalemme.

21 novembre 2019: Entrata di Maria al Tempio

Viene celebrato il primo ingresso di Maria al Tempio all'età di 3 anni, quando i genitori l’hanno portata per offrirla al Signore, facendo dono di due tortore o di due colombi. La festa vuole ricordare il legame tra Maria e la Chiesa, e anche tutto il periodo che va dalla Natività sino al fidanzamento con Giuseppe e all’Annunciazione.

gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0