gpt skin_web-ros-0-0
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Discipline Olimpiche PyeongChang 2018: programma e competizioni

/pictures/2018/01/12/discipline-olimpiche-pyeongchang-2018-programma-e-competizioni-950226466[2150]x[898]780x325.jpeg Getty Images
gpt native-top-foglia-ros-0

Quali sono gli sport che vedremo alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang? Ecco un elenco con descrizione delle diverse discipline, quando le vedremo in tv e qualche consiglio per praticarle

Discipline Olimpiche Pyeongchang 2018

Sono in totale 15 le discipline che vedremo alle Olimpiadi Invernali 2018 di PyeongChang, indoor e outdoor e le conosceremo anche grazie alla Cerimonia d'Apertura. Naturalmente per ciascuna si disputano più gare, dalle fasi eliminatorie fino alla medaglia, ma anche maschile e femminile o a squadre, quindi abbiamo più giorni e più occasioni per vederle. Come sappiamo sarà possibile vedere le Olimpiadi in tv grazie alla Rai e all'accordo raggiunto con Discovery, e sostanzialmente avremo occasione di seguire tantissime competizioni, imparando pian piano a conoscere anche quelle discipline che prima ci erano completamente ignote. Ecco un elenco di alcune di esse che rientrano nel calendario della squadra Italiana alle Olimpiadi.

Sci alpino. E' la classica discesa a valle su piste di varia difficoltà. I benefici di questo sport sono molteplici e tutti documentati scientificamente (in proposito esiste un bello studio della SASES pubblicato sullo “Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sport”): si tengono livelli bassi di colesterolemia e ipertensione, si perde peso e si hanno effetti salutari sui sistemi circolatorio, respiratorio ed ematico (anche a causa della pratica in alta quota); infine aumentano la tonicità e la massa magra. E il consumo delle calorie? Varia in base a quanto sei esperta: da un minimo di 300 a un massimo di 1000 kcal/h, che dipendono dalla velocità di discesa, dalla tecnica impiegata, dal movimento di risalita, insomma da tantissime variabili. Ovviamente più sei allenata e più calorie perderai. Quindi forza, cosa aspetti? A regalarci la prima medaglia in questo sport è Federica Brignone che ha raccolto un importante bronzo nel gigante contribuendo al medagliere.

Sci di fondo. Bè qui tocchiamo livelli altissimi. Lo sci di fondo infatti ha gli stessi benefici del running, ma senza i traumi alle articolazioni, in quanto invece di impattare a terra con lo scheletro, si scivola lggiadre sulla neve, come dice la parola. I benefici cardiovascolari non si contano, essendo uno sport di resistenza, per non parlare di quelli tonificanti su tutta la massa magra corporea (lo sci di fondo aiuta a disegnare un’ottima silhouette!!Perchè funziona all’incirca come i circuiti HIIT). Quindi le calorie perse? Si può arrivare fino a 800 Kcal in un’ora. Non male no? La combinata nordica ha un effetto ancora più importante perché allo fondo si abbina anche il salto. La speranza azzurra è Sofia Goggia.

Pattinaggio sul ghiaccio di velocità. Tra i benefici, la perdita di peso accelerata è evidente, date le 750 Kcal all’ora (che però dipendono anche dall’intensità e dalla velocità, sia chiaro). Poi il pattinaggio, oltre a essere molto divertente, modella gambe e glutei (soprattutto in caduta libera sul ghiaccio), non grava su ossa e articolazioni, ossigena meglio tutti i tessuti, abbassa i livelli di stress e aiuta a coordinare meglio i movimenti, insegnando nel contempo a prendere più coscienza dello spazio che si occupa e dell’aspetto che abbiamo quando ci muoviamo. Insomma è utile per il portamento (importante quanto una buona piega ai capelli). Lo short track è una versione del pattinaggio di velocità in cui però la pista è più corta e gli atleti non corrono stando nelle corsie, Arianna Fontana, la portabandiera Olimpica a PyeongChang, gareggia proprio in questa disciplina

Pattinaggio di figura. La preparazione atletica, soprattutto per il singolo femminile, il singolo maschile e il pattinaggio artistico di coppia si svolge sia in pista che in palestra e per certi versi ricorda la preparazione atletica della ginnastica artistica, anche per via delle evoluzioni e dei salti. La danza, specialità che si pratica solo in coppia, può apparire più leggera, ma richiede in realtà un grandissimo lavoro di precisione e di coordinamento. E' lo sport di Carolina KostnerAnna Cappellini e Luca Lanotte e Valentina Marchei e Ondrej Hotarek.

Hockey su ghiaccio. Essendo uno sport completo e in qualche modo un’evoluzione rispetto al pattinaggio semplice, l’hockey produce i benefici sia del lavoro aerobico che di quello anaerobico, quindi utili sia al sistema cardiocircolatorio che all’aumento di massa muscolare. Sviluppo di potenza, coordinazione, agilità e velocità poi non sono da sottovalutare. Calorie perse: 6-700 kcal in un’ora.

Curling. Un gioco a squadre che richiene precisione e concentrazione, si può praticare ad età diverse se non ci sono complicazioni di tipo ortopedico, perché richiede scivolate e un grande lavoro su caviglie e ginocchia. Si lavora anche molto sul fiato e sulle braccia che "governano" i diversi attrezzi, si suda e di conseguenza si brucia parecchio.

Snowboard (freestyle). Oltre al modellamento glutei in seguito a rovinose cadute, lo snowboard è uno sport che aiuta a sviluppare equilibrio e coordinazione, oltre alla massa magra, ed inoltre permette di praticare attività aerobica. Ed è divertentissimo, se lo sai fare. Le calorie perse sono poi tante: una giornata sullo snow può far perdere dalle 2000 alle 5000 kcal. La nostra campionessa Michela Moioli ha conquistato l'oro!

Slittino o skeleton e Bob. Si attivano tutti i muscoli del corpo per manovrare lo slittino, sia in senso prono che in senso supino, compresi gli addominali. Lo slittino non crea particolari rischi di infortuni al sistema muscolare (salvo i fuoripista contro alberi vari) e non richiede una grande prontezza di riflessi. Il vantaggio dello slittino è che probabilmente si tratta della disciplina più divertente e insieme meno pericolosa da praticare in inverno ad alta quota. Anche l’impiego di energia non è da sottovalutare: circa 400 kcal in un’ora!

Biathlon. E' una combinazione che si ottiene aggiungendo alla prova classica dello sci di fondo il tiro al bersaglio con la carabina. Si attivano quindi tutti i muscoli coinvolti nel fondo e in più si richiede una grande attenzione mentale e precisione nella parte di sparo, per allenare corpo e mente. Il nostro asso nella manica è Dorothea Wierer.

Programma olimpico e competizioni in gara

Nel tabellone delle Olimpiadi che si può scaricare in PDF si possono trovare tutte le gare delle relative discipline olimpiche con data e orari. E' importante tenere conto del programma e allo stesso tempo tenere d'occhio gli orari in cui la Rai offrirà la copertura delle Olimpiadi in modo da capire quale gara sarà possibile seguire in diretta o rivedere in replica dal 9 al 25 febbraio 2018. Chiaramente il programma olimpico è estremamente ricco e per questo sarà talvolta necessario fare delle scelte su cosa seguire e cosa invece bisognerà lasciar perdere.

Paesi partecipanti Olimpiadi 2018

  • Atleti Olimpici della Russia
  • Australia
  • Austria
  • Belgio
  • Bielorussia
  • Brasile
  • Bulgaria
  • Canada
  • Cina
  • Corea del Nord
  • Corea del Sud
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Georgia
  • Germania
  • Giappone
  • Gra Bretagna
  • Israele
  • Italia
  • Kazakistan
  • Lettonia
  • Lituania
  • Malesia
  • Norvegia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Singapore
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Stati Uniti d'America
  • Svezia
  • Svizzera
  • Turchia
  • Ucraina
  • Ungheria
  • Uzbekistan

Sono 41 i paesi che prenderanno parte alle Olimpiadi Invernali 2018. Come potete notare la Russia in quanto paese autonomo non c'è, ma c'è un raggruppamento di atleti russi che gareggeranno sotto la bandiera olimpica. A seguito degli importanti problemi di doping riscontrati all'interno della Federazione Russa infatti, si è deciso di escluderla per evitare che i Giochi Olimpici siano meno che trasparenti. Tuttavia è parso ingiusto penalizzare quegli sportivi che hanno sempre avuto un comportamento corretto, e per questo si è trovata una soluzione alternativa, che permetta a chi non è colpevole di doping di prendere parte regolarmente a PyeongChang 2018. Ci sono anche alcune nazioni, nello specifico Brasile, Singapore, Malesia e Uzbekistan che arriveranno alle Olimpiadi Invernali 2018 con un solo atleta! I paesi più rappresentati sono invece il Canada, con ben 95 atleti, la Corea del Sud (abbastanza prevedibilmente), gli Stati Uniti, gli atleti Russi. L'atleti si presenta alle Olimpiadi con 34 atleti ed è la delegazione numericamente più importante del nostro paese che abbia mai partecipato alle Olimpiadi Invernali.

gpt native-bottom-foglia-ros-0
gpt