1 5

Tre manifesti a Ebbing, Missouri: recensione e trama del film con Frances McDormand candidata all'Oscar

/pictures/2017/12/18/tre-manifesti-a-ebbing-missouri-recensione-e-trama-del-film-con-frances-mcdormand-in-odore-di-oscar-2564828391[4759]x[1985]780x325.jpeg Ufficio Stampa
Tre manifesti a Ebbing, Missouri è il film presentato a Venezia 74 con Frances McDormand, Woody Harrelson e Sam Rockwell, una storia drammatica che racconta le conseguenze di un omicidio irrisolto e della disperata voglia di giustizia

Tre manifesti a Ebbing, Missouri Film

Presentato al Festival del cinema di Venezia 2017, Tre manifesti a Ebbing, Missouri ha conquistato il premio per la migliore sceneggiatura e ha indotto più di qualcuno a sbilanciarsi e a parlare di Oscar. Il motivo è presto detto: una storia forte resa indimenticabile da un set di personaggi originali, pronti a stupirci ad ogni scena. A guidare il cast scelto dal regista Martin Donagh è Frances McDormand (già Oscar per Fargo), ma ci sono anche Woody Harrelson e Sam Rockwell che nel film Tre manifesti a Ebbing, Missouri offre una delle sue migliori prove d'attore.

La trama di Tre manifesti a Ebbing, Missouri con Franes McDormand

Mildred Hayes ha perso sua figlia, brutalmente uccisa da un aggressore che l'ha anche stuprata non molto lontano da casa. Dopo 7 mesi ancora non c'è stato alcun arresto, alcun segno che faccia pensare a Mildred che la cattura del colpevole sia vicina. La donna però non è incline a dimenticare, né a perdonare chi secondo lei non sta facendo il proprio dovere per ristabilire la giustizia, nel caso specifico lo sceriffo William Willoughby. Ecco perché Mildred acquista lo spazio pubblicitario su tre grandi cartelloni poco fuori la sua città, Ebbing, e su questi affigge altrettanti giganteschi poster in cui chiede giustizia per sua figlia accusando direttamente Willoughby di non aver fatto nulla. Questo gesto ovviamente scuote la comunità e Willoughby per primo. Malgrado i tentativi di ragionare con Mildred, che viene approcciata non solo dallo sceriffo, ma anche dal sacerdote, la donna non ha intenzione di mollare né di lasciar cadere le proprie accuse levando i cartelloni incriminati. I nemici di Mildred e di chi la sostiene aumentano, fra tutti è soprattutto Jason Dixon, poliziotto alcolista, razzista e fannullone che Willoughby cerca in tutti i modi di aiutare ad avercela con la donna. Ma, un evento imprevisto cambierà la sorte non solo di Mildred, ma anche del pessimo Jason.

La recensione di Tre manifesti a Ebbing, Missouri con Franes McDormand

Cosa rende Tre manifesti a Ebbing, Missouri un film diverso rispetto ad altri sullo stesso tema di lutto-giustizia-riscatto? Il fatto che la pellicola di Martin McDonagh semplicemente ne scardina la struttura base per regalarci qualcosa di più bello e profondo. Tre manifesti a Ebbing, Missouri non è il solito film di giustizia negata in cui si empatizza con la protagonista ferita, spesso ignorata o schiacciata da un potere più grande, è qualcosa di molto diverso. Il motivo principale è che i protagonisti non sono personaggi monodimensionali, ma sono invece ambigui, ricchi di sfaccettature, a cominciare proprio da Mildred/Frances McDormand. Non è la classica madre addolorata, è una guerriera che non vuole sentire ragioni, che non ha considerazione o pietà per gli altri, che vede solo il suo obiettivo e che non è disposta a scendere ad alcun compromesso, quasi oltre ogni logica. Allo stesso modo il Willoughby di Harrelson non è il solito sceriffo tronfio e incompetente, è un uomo buono che ha a cuore la sua comunità, compreso il caso della figlia di Mildred e che si trova a fare i conti con degli ostacoli oggettivi. Non vi nascondiamo però che il personaggio che più colpisce in Tre manifesti a Ebbing, Missouri è senza dubbio il Jason Dixon di Sam Rockwell, l'unico a subire una sorta di rivoluzione interiore che cambia, in qualche modo, le sorti del film. Un grande cast e una grande storia, certamente drammatica ma anche condita da sprazzi di humour nero e battute brillanti, questo è Tre manifesti a Ebbing, Missouri: non lasciatevelo scappare. Merita di essere menzionato anche il giovane Lucas Hedges, già visto in Manchester by the sea, che qui interpreta il figlio di Mildred.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri, i Premi vinti e le candidature per il 2018

Tre manifesti a Ebbing, Missouri ha trionfato ai Golden Globe 2018. Il film ha vinto il Globo d'oro come Miglior Film Drammatico, per la Migliore Attrice (Frances McDormand, ovviamente) in un film drammatico, per il Migliore Attore non Protagonista con Sam Rockwell e per la Miglior Sceneggiatura: un vero successo. Tre manifesti a Ebbing, Missouri è riuscito a portarsi a casa anche 5 Bafta come Miglior Film, Miglior Sceneggiatura, Migliore Attrice Protagonista e Migliore attore non protagonista, trionfando sul rivale diretto La forma dell'acqua - The Shape of Water. Ha conquistato altri premi e riconoscimenti, soprattutto Frances McDormand e Sam Rockwell hanno trionfato ovunque hanno ricevuto una candidatura. Il 4 marzo Tre Manifesti a Ebbing è entrato fra i vincitori degli Oscar 2018.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri, quasi una storia vera

Non sempre sono i film ad attingere dalla vita reale, ogni tanto proprio la realtà pesca a piene mani dalla finzione cinematografica, soprattutto quando c'è un'idea forte come nel caso di Tre manifesti a Ebbing, Missouri. Proprio i tre manifesti usati da Mildred per denunciare il mancato avanzamento delle indagini sullo stupro e uccisione della figlia sono diventati un simbolo di denuncia al punto di essere usati davvero. Come sono andate le cose?

  • Tre manifesti a Bristol, Regno Unito - Contro Theresa May e il suo governo e in particolare contro i tagli al servizio sanitario nazionale nella città di Bristol sono comparsi questi manifesti: "Our NHS is diyng" , "And still no more funding", "How come mrs May?"
  • Tre manifesti a Londra, Regno Unito - Dopo il terribile incendio alla Grenfell Tower del giugno 2017 e l'iniziale sdegno tutto tace. Nella capitale inglese sono quindi apparsi questi tre manifesti: "71 dead", "And still no arrests", "How come?"
  • Tre manifesti a Miami, Florida - I tre manifesti sono apparsi anche dopo la terribile sparatoria nella scuola americana di Parkland per sottolineare il problema del controllo delle armi. "Slaugthered in school", "And still no gun control", "How come, Marco Rubio?"

Uscita in Italia di Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Tre manifesti a Ebbing, Missouri uscirà in sala giovedì 11 Gennaio 2018, per inaugurare al meglio questo nuovo anno di cinema. La distribuzione è della 20th Century Fox che porta nei cinema italiani uno dei titoli più attesi anche in vista della stagione dei premi.

Tra manifesti a Ebbing, Missouri - Trailer

 

Tra manifesti a Ebbing, Missouri - Tutte le informazioni

  • Durata: 115 minuti
  • Data di uscita: 11 gennaio 2018
  • Distributore: 20th Century Fox
gpt skin_mobile-notizie-0