1 5

Vi presento Toni Erdmann: la recensione della divertente commedia tedesca in corsa per l'Oscar

/pictures/2017/02/14/vi-presento-toni-erdmann-la-recensione-della-divertente-commedia-tedesca-in-corsa-per-l-oscar-1611499845[983]x[409]780x325.jpeg Ufficio Stampa
La nostra recensione di Vi presento Toni Erdmann, il film della regista tedesca Maren Ade che racconta il toccante rapporto fra una figlia troppo presa dal lavoro e un papà deciso a farle scoprire i lati divertenti della vita. Scopri il contest legato al film

Vi presento Toni Erdmann, il Film

Cosa non farebbe un papà per la propria figlia? La regista Maren Ade con il film Vi presento Toni Erdmann ci presenta una indimenticabile coppia padre-figlia capace di divertire e commuovere. Il film, che ha vinto prestigiosi premi ed è candidato all'Oscar, è un vero gioiello del cinema europeo e non può non conquistare chiunque abbia dei ricordi speciali del proprio papà e delle cose, talvolta imbarazzanti, che ha fatto per noi.

Scopri il contest del film Vi presento Toni Erdmann

Proprio questo è lo spunto del contest ispirato alla pellicola e che ci propone di raccontare le situazioni più esilaranti in cui siamo finiti con o per colpa del nostro papà, usando l'hashtag #ViPresentoMioPadre sul Facebook ufficiale.

Vediamo ora insieme di cosa parla questo film e perché non dovete perdervelo assolutamente!

Vi presento Toni Erdmann, la trama

Winfried è un uomo a cui piace fare scherzi, divertisi, raccontare buffe storielle delle quali i suoi amici e i suoi familiari ridono. L'unica che sembra non trovarle divertenti è sua figlia Ines, troppo focalizzata sul suo lavoro per potersi concerdere una risata con il suo papà. Ines lavora a Bucarest e quando è di passaggio in Germania per fare un saluto ai genitori trascorre più tempo al cellulare che in loro compagnia. E' così che Winfried decide di partire e raggiungere sua figlia dove meno se lo aspetta, in Romania. Il suo arrivo però mette a disagio Ines, che cerca di tenere sotto controllo la natura esuberante del padre e si mostra seccata del suo atteggiamento. Il problema è che Winfried è davvero preoccupato per sua figlia, perché evidentemente non è una donna felice, non è capace di godersi i momenti belli e non sa nemmeno cosa vuol dire essere felici e l'idea di lasciarla sola non lo rende affatto sereno.

Winfried, l'ingombrante papà, si fa da parte e al suo posto Ines si ritrova ad avere a che fare con Toni Erdmann, un bizzarro personaggio nato dall'estro paterno che la segue ovunque spacciandosi per un life coach e che cerca di aiutarla a vedere la vita e ciò che fa da un diverso punto di vista, portandoci un briciolo di felicità e spensieratezza. In questo gioco delle parti Ines diventa invece la signorina Schnuck, segretaria di Toni Edermann e tenuta, per via della sua posizione, a seguirne le assurde direttive.

Ma la scoperta dell'altro non è a senso unico, non è solo Ines a dover entrare nel mondo di Winfried/Toni Erdmann, ma è anche il padre a dover fare i conti con l'universo lavorativo e umano in cui vive la figlia e con le sue regole. Un punto di incontro è possibile?

Vi presento Toni Erdmann, la recensione

Una volta visto Vi presento Toni Erdmann non si può avere dubbi sul perché abbia ricevuto critiche così positive. Il film della Ade è completo, profondo e mai superficiale. I personaggi principali, Ines e Winfried, sono sempre credibili malgrado le loro bizzarrie ed è facile empatizzare tanto con l'una quanto con l'altro. Vi presento Toni Erdmann è sicuramente un film che parla di amore, per i figli e per la vita, della capacità di rendere speciali e indimenticabili anche momenti altrimenti banali e del fatto che per riuscire a compiere questa magia e regalare attimi di bellezza si possono affrontare anche le situazioni più imbarazzanti.

Anzi, forse sono proprio quegli attimi di vergogna condivisa a creare più di tutti un legame unico fra la figlia e il papà. Se si vuole essere felici, non ci si può preoccupare delle formalità e dei rischi di apparire ridicoli. Ad interpretare Winfried e Ines sono Peter Simonischek e Sandra Huller, bravissimi e commoventi. Se è vero che Toni Erdmann è una commedia e che si ride parecchio, è infatti altrettanto vero che qualche lacrima e un occhio lustro ci accompagnano in diversi momenti. Il rapporto di questo padre con sua figlia, al di là dei punti di follia, è il classico rapporto che si crea fra un genitore e un figlio, fatto di tenerezza ma anche di rifiuti. Non "bastano", ed è questa l'abilità della Ade, le scene surreali del film a renderlo incredibile, perché i sentimenti che legano Ines e Winfried sono veri e sinceri e lo spettatore lo sente nel profondo. Vi presento Toni Erdmann è un film da non perdere, perché di pellicole così attente alla vita e alle dinamiche umane ce ne sono davvero poche in circolazione.

Vi presento Toni Erdmann, la nomination agli Oscar 2017

Vi presento Toni Erdmann ha ricevuto il plauso della critica e sono arrivati anche i riconoscimenti, sia dai festival internazionali, come ad esempio Cannes, sia dagli Academy Awards. Vi presento Toni Erdmann è candidato come Miglior Film Straniero agli Oscar 2017 ed è certamente il titolo favorito e la cosa non ci stupisce affatto.

Vi presento Toni Erdmann, il trailer

Vi presento Toni Erdmann, la data di uscita in Italia

Il film di Maren Ade Vi presento Toni Erdmann uscirà nelle sale italiane il 2 marzo 2017, un bellissimo modo per cominciare il mese andando a vedere questo gioiellino al cinema. Segnate la data di uscita in Italia sul calendario.

Vi presento Toni Erdmann, tutte le informazioni

Film in Uscita Cinema Inverno 2017

gpt skin_mobile-notizie-0