1 5

Centri contro la violenza sulle donne, come funzionano

La violenza di genere è una piaga che continua a colpire il nostro Paese, e a tale proposito sono nate delle associazioni, come la Casa delle Donne, che hanno lo scopo di supportare le vittime di abusi

Centro antiviolenza contro gli abusi sulle donne

Avete il sospetto o avete la certezza che una persona di vostra conoscenza sia vittima di violenza, stalking o abusi da parte di un uomo? Non sapete cosa fare? Non azzardate consigli, perché spesso si tratta di situazioni delicate e dinamiche piuttosto pericolose. Quindi, tenetelo bene a mente e chiamate La Casa delle donne

Che cos'è la casa delle donne?

È un’associazione ideata da alcune femministe che hanno fondato un centro antiviolenza. È aperto dal 1990, ed è in grado di accogliere e sostenere concretamente le donne in difficoltà o che subiscono maltrattamenti quotidiani. La Onlus è senza fini di lucro, ed è impegnata a combattere ogni forma di violenza, promuovendo il cambiamento culturale, la sensibilizzazione e la prevenzione di questo dilagante fenomeno. Nel 2010 ha ottenuto il riconoscimento giuridico, e pertanto il centro si configura a tutti gli effetti, come un luogo ove le donne possono confrontarsi, e trovare ascolto e supporto alla loro drammatica situazione. 

Come funziona

Attualmente, l’associazione gestisce tre case rifugio con 16-18 posti letto, otto appartamenti di seconda accoglienza per piccoli nuclei, e una casa rifugio di emergenza con 9 posti letto. In queste strutture, le donne possono trovare ospitalità sia da sole, che con la propria prole. Inoltre, dal 1995 è attivo il progetto “Oltre la strada”, che offre accoglienza alle straniere vittime della prostituzione, ospitandole in una struttura residenziale protetta (12 posti letto) e seguendole passo, passo nel loro percorso di reinserimento sociale, legale, sanitario e lavorativo. A tutte le donne viene garantita la riservatezza e tutti i servizi elargiti sono gratuiti. Un’altra eccellenza è che nel centro di accoglienza pubblico, che si trova a Bologna in via dell’Oro 3, le donne possono avere colloqui e consulenza legale, trovare gruppi di sostegno e aiuto psicologico, persino per i minori vittime di violenza. E dopo questo breve excursus esplicativo, scendiamo nei dettagli.

Come capire se una donna viene maltrattata?

Esistono dei segnali psicologici, comportamentali e fisici che possono aiutarvi a comprendere se una donna subisce violenza, come ad esempio la paura, gli stati d’ansia, lo stress, gli attacchi di panico, la depressione, la perdita di autostima, l’agitazione, l’auto colpevolizzazione, i ritardi o le assenze sul posto di lavoro, i racconti incongruenti relativi a lividi o ferite, l’isolamento sociale, i disordini alimentari, ecc. Inoltre, le donne che subiscono abusi sono reticenti a parlare per vergogna, per paura che il compagno lo venga a sapere, per timore di non essere credute, o perché pensano addirittura che sia colpa loro. Quindi, è molto importante ascoltare, senza giudicare e non forzatele a prendere decisioni, perché spesso e volentieri sono vittime anche di un forte plagio psicologico da parte del partner che tenta in ogni modo di tenerle sotto scacco.

Come agire?

Evitate di dare giudizi o suggerimenti su quello che la donna maltrattata deve o non deve fare. Inoltre, considerate che al maltrattamento spesso si associa una chiusura verso l’esterno. Pertanto, la vicinanza e la solidarietà sono fondamentali. Eventualmente, sostenete le sue decisioni e datele il numero di telefono del centro antiviolenza più vicino, rassicurandola del fatto che lì verrà ascoltata, e troverà informazioni utili, all’insegna della riservatezza.

I numeri utili:

Casa delle donne di Bologna
Tel. 051-3331
Fax: 051-3399498
Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 17:00 
Sabato e domenica: reperibilità telefonica dalle 10:00 alle 16:00 
 
Per accoglienza e informazione
Tel. 051-333173
casadonne@women.it
 
Per il progetto “Oltre la strada”, potete scrivere a: olas.casadonne@women.it
Per il servizio minori, potete scrivere a: minori@women.it
Per trovare un centro antiviolenza vicino a voi, potete consultare: http://comecitrovi.women.it/
 
gpt skin_mobile-notizie-0