1 5

E' la festa dei nonni!

Il 2 Ottobre si festeggiano i nonni. Dolci, affettuosi, giocosi, sono una vera risorsa in ogni famiglia. Spesso ex genitori severi, ai nipoti regalano amore colorato e caldo come una sciarpa di lana. Giocattoli, dolci e perdono. E per chi pensa che siano diseducativi e troppo permissivi un solo consiglio. Buttate i manuali e godeteveli...

Festa dei nonni

Fra le cose più belle della mia infanzia c'è una foto di me, piccolina, visibilmente sporca e con le scarpe sempre slacciate, che guardo avanti, mentre mio nonno guarda me. Mio nonno e mia nonna, sua moglie, erano di quei nonni che leggi nei libri e vedi nei vecchi film, quelli delle storie buone prima di dormire, che ti abbracciano quando ti sbucci il ginocchio, che ti preparano la torta con la crema, che ti portano a fare la passeggiata per vedere il treno. Di quelli che quando ci ripensi ti domandi, ma dove la prendevano tutta quella forza, per fare mille cose ogni giorno e sorriderti sempre? Dei miei nonni ricordo le pentole della cucina, tutte per terra per farmi giocare alla piccola cuoca, la tv accesa per il telegiornale e le riviste sul tavolo, il budino e le frittelle con lo zucchero - perchè dai nonni si mangiano sempre cose buonissime - le cinquemilalire ogni mese per la paghetta, le lenzuola che sapevano di buono quando dormivo da loro, le coccole e il giro mano nella mano sotto la pineta, a sporcarsi coi pinoli. Dei miei nonni ricordo anche quando guardavano dalla finestra le luci lontane, e la storia tremenda del bobbo cattivo dietro la porta - il terrore della mia infanzia - e il latte e cacao la mattina per affogarcelo dentro. Soprattutto ricordo la calma, la pazienza, la dolcezza, di persone che avevano visto la guerra e sentito la fame, e che i figli li aveva sgridati a dovere. Ma che ci vuoi fare, i nonni sono questo. Genitori severi che si trasformano in omini di zucchero e amore.

Frasi sui nonni

Festa dei nonni: qual è il vero significato della festa

Ho scoperto oggi dell'esistenza della festa dei nonni, celebrata da qualche anno ogni 2 Ottobre. Non lo sapevo. E forse non c'era neanche bisogno di inventarla. Perchè per fare festa coi nonni non serve un momento speciale, basta andare al parco insieme. Basta ricambiare lo sguardo, corrergli incontro quando arrivano in casa, mostrargli la ferita sotto al cerotto quando si é piccoli. E buttare nel cestino i manuali sulla famiglia perfetta quando si diventa genitori. Perchè è vero, il rapporto fra nonni e nipoti é chiaramente squilibrato fin dal primo incontro, nella culla. Perchè i nonni, che siano giovani donne ancora nel fiore degli anni, senza una ruga e senza la minima voglia di invecchiare, o casalinghe coi capelli bianchi e il mal di schiena, hanno un debole per i piccoli di casa che verso i loro figli non hanno avuto mai. Perchè li viziano, li ascoltano, gli perdonano tutto. Perchè fanno a gara coi nonni "dell'altra fazione" per la lasagna più buona o il regalo più bello. Perchè il loro "diseducativo" acconsentire a ogni capriccio, strizzando l'occhiolino quando la mamma non guarda, non ha mai fatto male a nessuno. Al massimo ha fatto sentire più amato un bambino.

Festa dei nonni: il passaggio da genitori a nonni

L'ho scoperto guardando mia madre cosa succede quando diventi una nonna. E quando l'ho beccata in fallo l'ho sgridata e le ho anche detto: ma che sei impazzita? No, era solo "nonnite". Lei che era insopportabile e super esigente sui miei voti a scuola - praticamente dall'asilo - rideva e confabulava con suo nipote sulle ripetizioni in chimica! E' bastato poco per capire cosa significa perdere la testa, addolcirti, tornare bambino. E' la magia dei nonni. E' che il genitore più severo e ansioso davanti ai nipotini sfila i suoi panni più duri, li piega e li chiude a chiave nel cassetto. E tira fuori le favole e le concessioni. Il regalo più grande, le caramelle sempre in tasca, i dolci appena fatti. Le carezze, le rassicurazioni, il perdono per ogni piccolo sbaglio. E forse anche per ogni errore grande. E fuori dal forno, oltre alla torta più buona, profuma l'amore, che un bambino che non sa nulla della vita, si sente arrivare attorno come un filo di lana colorata, un filo che tende aquiloni e fa inciampare apposta per ridere, e che con gli anni diventa una sciarpa calda, un posto sicuro dove mettere sogni, ali, paure al sicuro da tutto. E che non va più via. E se qualcuno non ha avuto la fortuna di avere dei nonni-nonni come i miei magari non può capire le emozioni legate al loro ricordo e quanto mi mancano adesso che non ci sono. Quante volte la sera, dopo il traffico, la litigata, la delusione, vorrei arrivare di nuovo sotto casa loro, suonare col clacson - stavolta farlo io - un colpetto finchè la finestra non si apre. E correre di un fiato solo per tutti i 36 gradini, sapendo che la porta sarà aperta, per scivolare dentro e bere cioccolata calda e nera, affogare le dita nella panna o nel barattolo delle caramelle, nel loro sorriso rassicurante.

Buona festa a tutti i nonni!

gpt skin_mobile-mamma-0