1 5

Natale in famiglia: come sopravvivere a tutto e tutti

/pictures/2015/11/04/natale-in-famiglia-come-sopravvivere-2617808254[963]x[401]780x325.jpeg
gpt
Natale in famiglia | Famiglie allargate, separazioni in corso, parenti serpenti alla riscossa: le feste rischiano di diventare ingestibili. O forse no. Ecco come organizzarsi e uscirne vivi

Natale in famiglia

Sta per arrivare. E in molti iniziano già ad aver paura. Lo dice anche una recente statistica: ben sette italiani su dieci soffrono d'ansia ancor prima di iniziare le feste, e molti di loro, durante e dopo, avvertono dei veri e proprio malori, che vanno dal bruciore di stomaco al prurito. Si tratta di un malessere così specifico da essersi meritato un inquietante nome a sè: sindrome natalizia. Parliamo di gente che diventa rossa e inizia a grattarsi, come nel peggior film horror. Senza urlare alla nuova epidemia, alzi la mano chi non ha provato almeno una volta in vita sua il desiderio di cancellare il Natale di dormire fino al 7 Gennaio e di trovarsi su un'isola cubana al posto di sedere alla tavola dove l'essere più amichevole é il cappone circondato da patate.

gpt

Pare infatti che il vero male natalizio, più della corsa al regalo e delle abbuffate, siano i parenti. Troppi, divisi, invadenti, lontani esemplari di famiglie allargate, divorzi in corso e scambi di coppia, ci obbligano a offrire il nostro meglio, generandoci terribili mal di pancia. Certo, è anche vero che tornare a casa per Natale è piacevole se generalmente si vive lontani dalla propria città di origine. Ma insomma, anche stavolta dobbiamo rassegnarci a vivere con tanto strazio le feste? Oppure esiste un modo di affrontare la famiglia perfino in questo periodo? Proviamo insieme a gestire il Natale.

Le 10 frasi più belle per superare separazione e divorzio

Come superare il Natale in una famiglia "normale"

Ammettetelo a voi stesse: voi siete le vere fortunelle del Natale. Per il tour de force che vi aspetta dal 24 Dicembre al 6 Gennaio dovete "solo" gestire i vostri figli, un marito che ancora amate  e al massimo un paio di zie rumorose e la suocera. Se i vostri figli sono grandicelli potreste avere a che fare con la fidanzatina.
In questi casi, lasciate loro la scelta di invitarla o no e accoglietela con un bel sorriso, anche se si presenta con la cresta da punk, segnandovi i seguenti argomenti tabù: ex fidanzate già passate in casa, progetti per il futuro, voti scolastici. Se i bambini sono piccoli, iniziate dalla lettera a Babbo Natale, e pianificate delle attività da proporgli per sopravvivere al loro entusiasmo.

Chiedete che vi aiutino con gli addobbi, portateli in cucina a far biscotti e la sera del cenone sistemateli in un tavolo per soli bimbi, lasciate che mangino quel che vogliono e rinunciate a rincorrerli per casa ogni volta che tenteranno di alzarsi urlando a che ora arriva Babbo Nataleeee. Se in tutto l'anno non siete riuscite a gestirli durante i pasti allontanate l'ansia di farlo proprio durante la fatidica notte. Chiedete a vostro marito una mano per fare i regali - soprattutto ai suoi paranti - e non aspettate l'ultimo momento.

Preparatevi psicologicamente al peggio, non cercate di tener tutto e tutti sotto controllo perchè tanto non ci riuscirete - l'arrosto si brucerà, ma nessuno morirà di fame - non pretendete la gioia repentina di tutti gli invitati nè la vostra. E iniziate a fare esercizi di respirazione per quando vostra suocera vi farà notare che avete messo un paio di chili. Ricordate: i parenti sono stati creati per minare la vostra pace interiore. Non permettete che ciò accada.

Come superare il Natale in una famiglia allargata in modo pacifico

Ormai le famiglie allargate sono tante quante quelle tradizionali. E forse il rodaggio e l'abitudine le hanno rese più innocue di quanto si pensi. In ogni caso si tratta pur sempre di gestire nuovi arrivati, vecchi pesi morti che a Natale non se ne vogliono andare, bambini spuntati qua e là dal nulla.

La lettera più bella da scrivere a una mamma separata

Il vero consiglio per sopravvivere a questo entourage é: pianificare e riempire il tempo al massimo. Come? Tanta musica all'arrivo degli invitati, nasconderà i commenti acidi e coprirà i silenzi imbarazzanti. Portate miste e un menù elaborato dopo un giro di telefonate, per evitare che la sorella vegana della nuova fiamma di vostro cugino non mastichi un boccone durante tutto il cenone.

Single a Natale, fra amici e famiglia

Soluzione ancora migliore? Ognuno porti il suo piatto forte. Così almeno eviterete di sentire il commento sulle lasagne della zia, molto ma molto più buone. Se potete scegliere fra il 24 e il 25 poi, optate per la Vigilia, perchè la sera prima o poi finisce, mentre un intero giorno è veramente lungo da far passare. Per i regali, se siete in molti, potete organizzare una divertente pesca o un'estrazione in cui ogni partecipante fa un solo regalo e ne riceve uno solo (escludendo i bambini): in questo modo limiterete i danni e le delusioni reciproche. Per finire: preparatevi una lista con ogni tipo di svago e alternativa per ammazzare il tempo. Dalle carte alla tombola, dai giochi di società al film natalizio (direi almeno una decina di titoli, da mettere ai voti) e tanto tanto buon vino da servire. Se non puoi batterli, cerca almeno di confonderli.

Come superare il Natale in caso di divorzio conflittuale

Quando a tavola col tacchino arrivano anche i dolori del divorzio, il Natale in famiglia può diventare una vera sofferenza. Se siete al vostro primo Natale senza vostro marito, che si tratti di una scelta comune, imposta o subita, le persone a cui dovete pensare più di tutto sono i vostri bambini. Anche se la vostra separazione é conflittuale e ancora non avete raggiunto gli accordi voluti, per le feste imponetevi uno stop e anche se dall'altra parte questo non avviene, non cadete nel gioco della litigata infinita.
Solitamente, quando i due ex coniugi non riescono a venirsi incontro diversamente, i figli minorenni trascorrono le feste fra una casa e un'altra, con varie opzioni (vigilia da uno e Natale dall'altro, prima di Capodanno e dopo, e così via).

Quando arriva il momento di pianificare il "calendario" mettetevi una mano sul cuore. Se sapete che da vostro marito i piccoli giocano coi cuginetti che adorano, date la precedenza alla loro gioia. I vostri figli non devono pagare i vostri conflitti, meno che mai durante le feste. Per la vostra serenità, oltre che per la loro, cercate poi di godervi quello che avete sempre amato delle feste, a prescindere da vostro matrimonio. Tornate bambine, decorate la casa, coccolatevi con una cioccolata calda con le amiche, andate al cinema o a teatro, approfittate delle vacanze per rigenerarvi. Il primo modo per far felici i vostri bambini, é essere sinceramente serene. Non dimenticatelo

/var/www/orion-templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt skin_mobile-cucina-0-0