1 5

Consigli per mamme che lavorano

/pictures/2017/06/20/piccoli-consigli-per-mamme-che-lavorano-3797747717[4901]x[2044]780x325.jpeg Shutterstock
Torni a casa dal lavoro coi capelli dritti perchè sai cosa ti aspetta? Tranquilla, solo Mary Poppins era più brava di te. Ecco qualche piccolo consiglio utile per il tuo quotidiano

Consigli per mamme che lavorano

Hai appena spento il pc, la tua giornata di lavoro è finalmente finita. Il rientro a casa per una mamma che lavora può tuttavia rivelarsi molto impegnativo. Faccende, preparazione di pranzo o cena, giochi con i bambini. Lavorare ed essere mamma al tempo stesso è davvero impegnativo ed è fondamentale imparare a gestire il nostro tempo e quello della nostra famiglia.

Mamme e figli in spiaggia: 10 consigli utili

Tutti per uno e tutti per tutti

Il gioco di squadra è qualcosa che si può imparare anche a 5 anni. La collaborazione in famiglia è il primo fondamentale principio che dovete infondere nel vostro nido. Uno stile di vita altruista, in cui ogni componente della famiglia si prende un po' cura di sé senza delegare sempre agli altri é la strada da percorrere per essere donne serene, che possono lavorare e occuparsi della propria vita domestica. Anche se avete a che fare con figli adolescenti niente deve allontanarvi dal vostro scopo: dividersi i compiti e aiutarsi a vicenda. Le cose da fare in casa sono un milione, ma se ognuno nel suo piccolo pensa a rifare il suo letto ogni mattina, a mettere i vestiti sporchi nel cesto quando rientra, a sparecchiare il suo angolo di tavola dopo la cena, il carico di lavoro si riduce notevolmente.

Se fare ordine diventa un gioco

Una delle cose belle dei bambini è che non hanno ancora dei vizi radicati. Anche se avete a che fare con delle piccole pesti che infilano giocattoli nel forno siete ancora in tempo per cambiare i loro comportamenti in casa. Con la collaborazione fondamentale del vostro compagno, educate sin dai primi anni i bambini all'autonomia. Insegnategli a vestirsi e lavarsi appena hanno l'età giusta per farlo. Fate in modo che contino anche su altre figure, come il papà o la nonna. Senza sobbarcarli di responsabilità spiegategli però – con l'aiuto di giochi, disegni da appendere al muro e piccoli premi – come eseguire dei compiti semplici in casa come sparecchiare, piegare i vestiti la sera, rimettere a posto i giochi dopo averli usati. Inventatevi una “favola dell'ordine”, disegnate insieme una tabella della settimana da colorare e riempire per vedere se ognuno ha svolto i suoi lavoretti, e al posto di dolci e giocattoli, in cambio della loro collaborazione speciale, offrite ai vostri piccoli una giornata un po' magica, per ringraziarli del buon lavoro svolto in casa.

Come diventare una mamma migliore

Il buongiorno si vede dal mattino. Anzi, dalla sera prima

Se avete poco tempo organizzarlo bene è fondamentale. Quando si ritorna a casa chiedete a ogni membro della famiglia di stare 15 minuti per conto suo. Il quarto d'ora di quiete vi permetterà di non vivere il rientro come un momento di panico e distenderà il vostro umore. La sera dopo cena preparate già i vestiti del giorno dopo, disponete la tavola per la colazione, impacchettate merende e pranzo se lo portate da casa, assicuratevi che nelle cartelle dei vostri figli ci sia tutto il necessario, organizzate la giornata dopo la scuola. Aiutate i vostri bimbi piccoli a svolgere da soli i loro compiti, lasciandogli delle colorate istruzioni – magari su lavagnette personalizzate - su quello che dovranno fare la sera e la mattina, dai denti alla colazione. 

Se il vostro lavoro ha turni serali concordate, se possibile, almeno un giorno a settimana in cui poter uscire prima. Fatevi aiutare da vostro marito nella preparazione della cena, alternandovi il più possibile nello svolgimento dei vari compiti. E una volta ogni tanto concedetevi una pizza fuori, in modo da saltare per un giorno le fatiche domestiche serali.

Come organizzarsi in cucina

Se materassi e ferro da stiro possono essere concentrati in un solo giorno settimanale, la cucina è un bisogno quotidiano. Quando cucinate cercate di fare porzioni doppie in modo da poter surgelare metà del pasto, e usarlo quando ci sarà meno tempo.

Tenete a portata di mano un libro di cucina con tante ricette semplici, da realizzare in poco tempo. Fate il grosso della spesa una sola volta a settimana, pianificando i pasti per tutti i giorni a seguire: risparmierete tempo e denaro. Congelate il pane, i sughi che avanzano, gli sformati, le lasagne, e create un piccolo cassetto d'emergenza, con una base per la pizza, un minestrone o l'avanzo dell'arrosto, da tirar fuori in caso di necessità.

Tempo di qualità per la famiglia, per la coppia, per te stessa

Il poco tempo di una mamma che lavora deve essere trasformato in tempo di qualità. Meglio stirare un paio di ore in meno ma godersi una serata in famiglia o a prendersi cura di sé. Con elasticità e comprensione reciproca, fate in modo di ricavare nella vostra tabella di marcia almeno questi tre momenti speciali: tempo per la famiglia, per la coppia e per te stessa. Per la famiglia, oltre al week end, si può fissare una sera a settimana in cui affittare un film da guardare tutti insieme o giocare, o ballare, o sentire la musica. E' importante che oltre al dovere la vostra famiglia senta il piacere del vivere insieme. Almeno una volta ogni due settimane cercate poi di dedicarvi solo alla coppia. Mollate i pargoli dalla nonna o chiamate una sorridente baby sitter e godetevi la vostra intimità, che sia un cinema, un concerto, una cena romantica, o una notte scatenata. E' importante che la mamma che lavora si ricordi anche di essere una moglie e soprattutto una donna, con desideri, esigenze, pulsioni. Proprio per questo è fondamentale, incastrando tutto, trovare anche un ritaglio di tempo solo per voi stesse. Che sia un ora dall'estetista, una lezione di ballo, la palestra, la cenetta con le amiche storiche, lo shopping, il gossip con taglio di capelli o un ora chiuse in una stanza a leggere, dipingere, dormire, il vostro tempo personale, decorato con le vostre passioni, non va mai trascurato.

gpt