1 5

Lavoro felice: il manuale per vivere meglio il lavoro freelance

/pictures/2015/07/24/lavoro-felice-il-manuale-per-vivere-meglio-il-lavoro-da-freelance-1084386105[5364]x[2237]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-notizie
Consigli per vivere bene il lavoro da freelancer, conciliando la vita professionale con quella privata. Un equilibrio che non sempre è facile da raggiungere

Vivere bene da freelance

Ci vuole “Metodo”. In tutte le cose, nel gestire la casa, i rapporti con gli altri che vanno protetti e stimolati ogni giorno, e soprattutto nel lavoro, a maggior ragione se fate parte dell’instabile mondo dei “freelance”, ovvero dei battitori liberi, quelli che giocano da soli, nel bene e nel male. Un folto gruppo di uomini e donne che gestiscono, in modo autonomo, i propri clienti e si relazionano direttamente con i diversi “capi”.

Lavorare da casa, da un bar con una veloce connessione wifi, garantisce, in primo luogo, libertà, ma la libertà è sempre una forma di disciplina. Ci sono regole che vanno seguite per non rischiare di imbruttire e farsi appesantire da Partite Iva e mancati pagamenti. Il freelance deve essere sempre “sul pezzo”. Deve essere stimolato perché da un’ idea nasce una nuova idea e poi un’altra ancora.

Da contatto nasce un contatto e tante occasioni. Una catena creativa che stimola lo spirito e aiuta il leone, che vive in ognuno di noi, a non dormicchiare mai. Dovete essere sempre pronte a ruggire, a gestire il vostro tempo, a vedere il risultato finale e a sentire che il vostro lavoro è utile ed apprezzato. Tutti elementi  importanti per trovare la felicità professionale. Vi suggeriamo alcune regole da manuale per vivere meglio lo status del free lance!

Equilibrio tra vita privata e professione

“Fai quello che ti piace e non lavorerai un giorno nella tua vita”, un mantra da ripetersi ogni giorno. Magari ci sono delle mansioni che non ci piacciono ma fa parte del gioco, per il resto cercate di fare quello che vi piace, che vi dia soddisfazione e che vi faccia sentire appagate. Rimanere entusiasti nella quotidianità sembra essere l'ingrediente magico. Alimentate la curiosità, l’unica che vi permetterà di vivere in maniera differente ogni attimo e che tiene lontana l'alienazione.

Antenne puntate

Il freelance deve sempre avere le antenne puntate, i riflessi svegli, la mente che elabora. E’ vero che passa con facilità dall’euforia alla depressione ma il segreto è avere un cervello che interagisce. La mattina si alza e segue orgoglioso la lista delle cose da fare. Dà anche tanta energia e aiuta a far brillare la creatività nella nostra vita. Socrate diceva “Tutto quello che so è che non so nulla”. Ricordatevi che nel mondo c’è sempre tanto da imparare e con cui confrontarvi. Ogni giorno è un’opportunità per crescere.

Visualizzazione positiva

Ricercate l'azione di visualizzazione, cosa è? Qualcuno la chiama anche proiezione dei desideri, un metodo che si può applicare in molti aspetti della vita. Non solo nel lavoro ma anche in amore, ed è importante per il raggiungimento degli obiettivi che ci poniamo. Chiudete gli occhi, per alcuni minuti, immaginatevi “realizzate e felici” con gli obiettivi desiderati già raggiunti. Poi per il resto del tempo imparate ad essere sempre presenti in ciò che si sta facendo. Consapevoli del momento vissuto. All'inizio potrebbe essere difficile, poi scoprirete, con sorpresa, di lavorare con maggior profitto e concentrazione e gestirete meglio il tempo e le risorse mentali.

Vita da freelance: pro e contro

Focalizzate i punti di forza

Prendete in considerazione e in esame i vostri punti di forza, i talenti e le vostre capacità. Non state sempre a pensare ai vostri difetti che vi fanno provare solo emozioni negative, come ansia, tensione, nervosismo e fastidio. Non permettete più ai pensieri limitanti di bloccarvi. Scoprite le vostre forze e sperimentatele sul lavoro, nella vita quotidiana, vi accorgerete che si può raggiungere più soddisfazione e gratificazione, aumentando il  tasso di felicità. Gli effetti collaterali? Vi ritroverete totalmente nel flusso del “to do”, del lavoro, delle relazioni e noterete subito un grande miglioramento nelle performance.

Vivete sano

Sembra banale e scontato ma alla base della mente sana, attiva, impegnata e concentrata sul lavoro c’è un corpo in forma. Questa è una delle aree più importanti, perché ha un impatto anche sulle altre persone. Vivere in modo sano significa mangiare correttamente, dormire abbastanza e fare esercizio. La società e la velocità nel riuscire a fare tutto e nel migliore dei modi, spingendo sull’acceleratore del “successo”, possono portare a trascurare questi aspetti, a scapito dell’equilibrio psicofisico. La salute è importantissima e bisogna assolutamente vivere in modo più naturale.

Pausa vitale di 10 minuti

Non tirate troppo la corda e non state sempre con la mente sulle mille cose ancora da fare. Ricordatevi sempre che siete “freelance” e non chirurghi. Siete pieni di appuntamenti e tanto lavoro da sistemare, ma non scavatevi la fossa da sole. Per evitare brutti mal di stomaco e crisi di panico è meglio concedersi delle piccole pause per poi ricominciare con più energia, riuscendo a risolvere un problema in un minuto, rispetto all’ultimo tentativo che vi ha fatto perdere tanto tempo e andare in tilt. Fermatevi, prendetevi un caffè, ritirate una camicia in lavanderia o fate un veloce salto in posta. Distraetevi e vedrete come ritornerete up. L’ideale è prendervi almeno 10 minuti di pausa ogni due ore. Un piccolo break durante la giornata lavorativa che vi aiuterà nel recupero della concentrazione e vi farà schiarire le idee.
 

gpt skin_mobile-notizie-0