1 5

Come non farti odiare dal tuo capo... e vivere felice in ufficio

/pictures/2015/03/10/come-non-farti-odiare-dal-tuo-capo-e-vivere-felice-anche-in-ufficio-96398403[994]x[414]780x325.jpeg
La serenità sul posto di lavoro dipende anche dal rapporto che si ha con il proprio capo. Vediamo allora come entrare nelle sue grazie in 8 mosse

Come avere un buon rapporto con il capo

Avere un capo simpatico, disponibile e magari sexy è il sogno di ogni impiegata. Ecco, un sogno, appunto. Ma poi ci si sveglia e si ritorna alla dura realtà, dove bisogna confrontarsi con persone non sempre disponibili e il più delle volte nervose, irritabili e sotto pressione. E pensare che la serenità in ufficio dipende in gran parte dal rapporto con lui, oltre che con i nostri colleghi, un'armonia facilmente raggiungibile attraverso le buone maniere e una serie di consigli che stiamo giusto per darvi. Perchè ricordatevi: capo felice = vita felice, allora mettiamoci "a lavoro" già da subito!

Paura di chiedere l'aumento? Ecco 5 idee per farlo nel modo giusto!

Comprendete ciò che conta per lui

Troppo spesso i dipendenti si comportano in base a ciò che essi percepiscono come necessario, senza prima cercare di comprendere bene cosa voglia il loro capo. Capire quali siano le priorità per lui, magari senza aspettare che egli ce lo dica, è un passaggio fondamentale per ottenere la sua fiducia e per dimostrare il nostro impegno sul lavoro.

Non mettetelo in ombra

Il vostro obiettivo è quello di essere brave in quello che fate, ma cercate comunque di non strafare, rischiando di superare quella linea sottile che divide "l'essere impeccabili" dal mettere in ombra chi sta sopra di voi, magari durante le riunioni di ufficio di fronte a colleghi e ad altri superiori. 

Non spettegolate su di lui

D'accordo, non è un mostro di simpatia, ma rimane comunque il vostro capo, quindi evitate di mettere in giro voci che potrebbero arrivargli alle orecchie. Dal rispetto si ottiene rispetto, pertanto date al boss il beneficio del dubbio e tenete per voi qualsiasi parere che prescinda da quanto vi viene chiesto sul lavoro.

Chiedete spesso un feedback 

Non bisogna aspettare il colloquio di fine anno per avere un feedback sulle proprie prestazioni, ma cercate di essere proattive e di confrontarvi con lui più spesso, anche in modo informale. Ciò dimostrerà al vostro capo l'impegno che mettete nel lavoro e la voglia che avete di migliorarvi giorno dopo giorno. Inoltre, se c'è qualcosa di negativo che vi viene sottolineato, un confronto vi darà la possibilità di risolvere il problema prima che sia troppo tardi.

Galateo in ufficio: come comportarsi in un nuovo posto di lavoro

Usate il tatto

Se non siete d'accordo su un progetto o sulle modalità di lavoro che vi sono state proposte, fatelo sapere senza timori al vostro capo, ma con molto tatto. Scegliete con saggezza le parole da usare e spiegate le ragioni per cui pensate che il lavoro potrebbe essere svolto in maniera migliore se svolto diversamente.

Offrite il vostro aiuto e tenetevi aggiornate

Siate disponibili se c'è bisogno di fermarsi di più in ufficio per portare a termine delle scadenze, e offritevi di seguire dei corsi di aggiornamento per rafforzare le vostre abilità o imparare qualcosa di nuovo.

Scegliete di avere un buon rapporto con il vostro capo

Una bella relazione con qualcuno nasce dalla voglia di instaurarla, pertanto scegliete di volere un rapporto fantastico con il vostro capo e impegnatevi ogni giorno affinchè avvenga. I risultati saranno sorprendenti!

 

gpt skin_mobile-notizie-0