1 5

Billy Lynn - Un giorno da eroe, la recensione dell'ultimo film di Ang Lee

/pictures/2017/01/25/billy-lynn-un-giorno-da-eroe-la-recensione-dell-ultimo-film-di-ang-lee-1629038443[646]x[270]780x325.jpeg Ufficio Stampa
La nostre recensione di Billy Lynn - Un giorno da eroe, il film del regista premio Oscar Ang Lee che racconta i terribili effetti della guerra in Irak attraverso gli occhi di un giovane soldato

Billy Lynn - Un giorno da eroe Film

Ange Lee porta al cinema un film sulla guerra diverso da quanto visto finora. Billy Lynn - Un giorno da eroe è una pellicola che invita a riflettere su questo tema con un approccio senza dubbio particolare e anche se non è un film riuscito fino in fondo offre senza dubbio spunti interessanti e vale la pena andarlo a vedere. Buono anche il cast e bella la sorpresa di trovare Vin Diesel in un ruolo che forse non ci saremmo aspettati dal protagonista di Pitch Black e Riddick.

Billy Lynn - Un giorno da eroe, la trama

Il giorno del Ringraziamento Billy Lynn e i suoi commilitoni del Reparto Bravo con cui ha combattuto in Iraq si trovano ospiti di un magnate, deciso ad omaggiarli nel corso di una partita di football dei Dallas Cowboys rendendoli parte dello spettacolo. Billy e gli altri sono però molto scossi dall'esperienza vissuta sul terreno di guerra e proprio l'azione che ha regalato loro la notorietà è anche quella in cui ha perso la vita Shroom, sergente e punto di riferimento per tutti i soldati della Bravo.

E' stato proprio Billy in quell'occasione a fare di tutto per salvare la vita del suo sergente, rendendosi protagonista di un'azione eroica in cui ha dovuto combattere contro il nemico corpo a corpo. Ironicamente proprio l'azione eroica è il ricordo che più lo ferisce e che quasi lo ossessiona.

Il ragazzo si trova ad un bivio. Tormentato dai ricordi vorrebbe forse seguire il consiglio di sua sorella Kat, la quale è perfettamente consapevole del fatto che il fratello mostra tutti i sintomi della sindrome da stress post traumantico, ma sente anche di voler restare al fianco dei suoi amici della squadra Bravo tornando con loro in Irak. Intanto i festeggiamenti proseguono e sempre più Billy e i suoi si rendono conto che i "civili" non hanno la minima idea di cosa sia la guerra e di ciò che sono stati costretti ad affrontare. Tutto sembra assumere i profili dell'assurdità: festeggiare un'azione di guerra in cui si è perso un uomo, un amico e si è stati costretti a guardare negli occhi il nemico da uccidere; partecipare ad una sorta di parata in cui le uniformi fanno parte dei costumi e in cui sono solo una parte dello show.

Cosa farà Billy Lynn? Partirà con i suoi o resterà ad affrontare i suoi demoni?

Billy Lynn - Un giorno da eroe, la recensione

Ang Lee ha realizzato un film interessante, scegliendo anche attentamente il cast. Il ruolo da protagonista è stato affidato dal regista a Joe Alwyn, praticamente un esordiente, che si dimostra più che all'altezza della situazione. La storia colpisce perché Ang Lee non calca praticamente mai la mano: Billy Lynn - Un giorno da eroe può non sembrare a prima vista un film contro la guerra, perché ha delle sfumature che spesso in questo genere di pellicola non ci sono. Billy non ha una vita distrutta, o non ancora, ma sa che sta camminando in quella pericolosa direzione; l'esercito non è quello descritto in Full Metal Jacket, ma ci sono rapporti umani, anche profondi, che possono nascere senza tenere conto delle gerarchie.

Eppure la denuncia contro la guerra è evidente, così come è evidente la solitudine del soldato, l'impossibilità di far comprendere all'opinione pubblica cosa realmente succede al fronte. Tutte queste sono per Billy esperienze intime e personali del soldato e come tali vanno trattate e non spettacolarizzate e glorificate come invece il pubblico sembra richiedere.

Ci sono tuttavia delle cose che non convincono nel film Billy Lynn - Un giorno da eroe, ma molto semplicemente perché sembrano superflue. L'incontro della famiglia con Billy è troppo poco approfondito per dargli un qualunque peso, sebbene i diversi membri della sua famiglia incarnino i diversi orientamenti rispetto alla guerra, in particolare le due sorelle. Forse sarebbe stato più efficace limitarsi all'incontro con Kat. L'altra debolezza del film è la rappresentazione del rapporto che Billy stabilisce nell'arco della giornata con un'avvenente e patriota cheerleader che, malgrado gli sforzi, non aggiunge nulla al film.

Billy Lynn - Un giorno da eroe, il trailer

 

Billy Lynn - Un giorno da eroe, tutte le informazione

  • Durata: 113 minuti
  • Data di uscita: 2 febbraio 2017
  • Distributore: Warner Bros

Film in Uscita Cinema Inverno 2017

gpt skin_mobile-notizie-0