1 5

Campari Red Diaries | Cos’è Killer in Red di Paolo Sorrentino con Clive Owen (con tutte le ricette dei cocktails)

/pictures/2017/01/24/campari-red-diaries-cos-e-la-rivoluzionaria-campagna-red-diaries-con-killer-in-red-di-clive-owen-e-paolo-sorrentino-con-tutte-le-ricette-dei-cocktails-3512680828[1722]x[718]780x325.jpeg
Svelata la campagna Campari Red Diaries a Roma, con il corto - e il nuovo cocktail - Killer in Red: ecco le 12 ricette di cocktail Campari con le loro storie e tutto quello che c'è da sapere sul corto di Paolo Sorrentino

Campari Red Diaries

C’era molta attesa per la nuova campagna Campari Red Diaries svelata a Roma il 24 gennaio alla presenza delle due stars di punta del progetto, Paolo Sorrentino e Clive Owen.

Un’attesa dovuta non solo all’ovvio richiamo di due nomi del genere, ma anche e soprattutto alla rivoluzione di un progetto che ha mandato in soffitta un’icona, quel calendario Campari che ogni anno si attendeva al pari di altri rinomati dello stesso livello. Ma scopriamo insieme in cosa consiste Campari Red Diaries e cosa c’è in Killer in red, il cortometraggio girato da Paolo Sorrentino con Clive Owen che racconta la nascita di un nuovo cocktail mai assaggiato sinora: appunto, il Killer in red.

Campari Red Diaries presenta Killer in Red

Così a Roma, alla presenza di centinaia fra bartenders – dopo vedremo chi e perché – e giornalisti, Campari ha finalmente svelato a tutti una campagna di cui Killer in Red è solo la, scintillante, punta dell’iceberg. 

Innanzitutto abbiamo potuto vedere in anteprima il corto di 7 minuti – “mi hanno chiesto di meno, ma io proprio non ce la faccio a essere breve” ha detto Sorrentino in conferenza stampa – con Clive Owen protagonista assieme al nuovo cocktail Killer in Red, che dà il nome al cortometraggio. Eccolo:

 

Non vi sveleremo ovviamente la trama di Killer in Red (la ricetta invece sì, qui vi sveliamo come si fa). Quello che possiamo raccontarvi è invece l’essenza che abbiamo colto da questa grande operazione del brand Campari, che con questa svolta ha voluto dare un segnale moderno, olistico, nuovo, di coraggio.

Cambiare un’icona come era il calendario Campari (solo per citare alcune delle ultime protagoniste: Eva Green, Kate Hudson, Penelope Cruz, Uma Thurman) è una scelta, da parte del brand, sicuramente di avanguardia. E ancor più lo è scegliere di comunicare su varie piattaforme e in vari modi una storia che mette finalmente al centro della scena il prodotto, senza muse, senza accompagnatori, con la sua storia e l’arte intrinseca che può generare.

In conferenza stampa qualcuno si è domandato quale fosse il significato che il brand voleva comunicare: noi crediamo il cambiamento. La proiezione verso un racconto che - complice la poliedricità delle narrazioni che solo le nuove tecnologie permettono - abbraccia lo spettatore e gli fa vivere il prodotto nelle varie sfaccettature che può assumere.

Racconto, immagini e gusto sono le tre facce della medaglia di un "calendario" che va oltre il concetto di calendario e diventa qualcosa di diverso e più moderno. Raccolto in un book a tiratura limitata che sarà la ciliegina sulla torta di un nuovo modo di raccontare anche il mestiere del bartender, come testimonia la partnership con Mixology Academy, che forma barman in tutto il mondo.

Perché quello del bartender, racconta Campari Red Diaries, non è solo un mestiere, è un modo di fare arte: arte da vedere, da ascoltare e da gustare, come spiegano i 12 bartenders che hanno voluto condividere una delle loro ricette con Campari, per un “calendario” che fra gusto, racconto e immagine diventa una forma d’arte diversa, nuova, moderna e olistica.

Campari Red Diaries, le 12 ricette e i 12 artisti che le propongono

Arte e “viaggio”, quello che Campari propone ai suoi amici con questa nuova avventura dei Red Diaries, che per 12 diversi paesi e 12 diversi artisti offre spunti per scoprire ricette diverse, magari da provare a casa per regalarsi il piacere di un nuovo hobby, e scoprire quanto possa essere piacevole e artistico comporre un cocktails come se fosse un quadro. Ecco le 12 ricette Campari che compongono i Red Diaries, con il nome del bartender di riferimento e il corrispondente video su Youtube che ne racconta l’affascinante storia!

gpt skin_mobile-notizie-0