gpt
gpt
gpt
1 5

Oscar: tutto ciò che volevate sapere sulla magica notte...ma non avete mai osato chiedere

/pictures/2016/02/22/oscar-tutto-cio-che-volevate-sapere-sulla-magica-notte-ma-non-avete-mai-osato-chiedere-2360755698[2838]x[1180]780x325.jpeg
gpt
Il sogno di ogni attore o regista è stringere fra le mani la preziosa statuetta d'oro, ma la strada è lunga: ecco come funziona la cerimonia degli Oscar

Come funziona la cerimonia degli Oscar

La notte degli Oscar, la serata più lunga e attesa, sta per arrivare. Il 4 marzo 2018 conosceremo la verità e il nome del vincitore che dopo “The Winner Is” solleverà la preziosa statuetta. Manca pochissimo per la consegna dei 90esimi Academy Awards, i più importanti premi cinematografici dell'anno.

Evento glamour e imperdibile presentato dal bravo Jimmy Kimmel che si svolgerà al Dolby Theatre di Los Angeles. Finalmente scopriremo chi si aggiudicherà l’omino color oro! Intanto proviamo a capire meglio insieme come e chi vota, i casi più strani e alcune curiosità della notte più brillante e luminosa del cinema internazionale.

Premi Oscar: chi vota i vincitori delle categorie

I premi Oscar, sono assegnati ogni anno dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, un’organizzazione fondata nel 1927 in California con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo del cinema statunitense. L’Academy è composta, da 6291 giurati con diritto di voto agli Oscar. Questi giurati sono divisi in tante categorie, ognuna delle quali ha ovviamente una consistenza numerica e un’influenza diversi. Ogni membro di una categoria vota per quella categoria, quindi gli attori votano per le quattro categorie degli attori, gli sceneggiatori per le due della sceneggiatura, i costumisti per i costumi, e così via. Solo e soltanto per la categoria Miglior Film, votano TUTTI i membri, anche coloro che non appartengono ad alcuna categoria specifica.

Chi sono i membri dell’Academy

I membri dell’Academy sono per il 77% maschi e addirittura per il 94% bianchi, l’età media è di 62 anni, ma soprattutto i giurati al di sotto dei 50 anni sono appena il 15%. L’Academy stessa è consapevole del problema e di essere per la maggioranza bianca, di sesso maschile, di mezza età e anziana. Negli ultimi due anni ha provato a porre rimedio invitando molti nuovi membri al di sotto dei 40 anni d’età.

Come si diventa membri dell’Academy

Ci sono tre modi per essere invitati a fare parte dell’Academy e quindi avere il diritto di votare per gli Oscar: ottenere nella propria carriera almeno una nomination agli Oscar, ricevere una raccomandazione da almeno due membri di un settore dell’Academy o guadagnare l’approvazione del comitato a capo di ogni settore per aver partecipato a un film di grande successo commerciale o di critica.

Oscar: tutte le categorie

Le categorie sono 25 dal 2019: Film, regia, attore, attrice, attore non protagonista, attrice non protagonista sceneggiatura originale, sceneggiatura non originale, film d'animazione, scenografia, fotografia, costumi, montaggio, sonoro, montaggio sonoro, effetti visivi, documentario, cortometraggio documentario, film in lingua straniera, trucco, canzone originale, colonna sonora, cortometraggio, cortometraggio d'animazione, Miglior Film Popolare. Ricordate di seguire le shortlist degli Oscar per essere sempre aggiornati.

L’importanza di chiamarsi Oscar

La famosa statuetta è alta 34 cm, pesa quasi 4 chili ed è realizzata dalla R.S. Owens di Chicago in britannium, placcata in oro. Raffigura un cavaliere in stile Art Decò, per cui fece da modello un attore messicano, Emilio "El Indio" Fernandez, e fu disegnata dall'art director nella MGM, Cedric Gibbon. Riguardo l’origine del nome "Oscar" ci sono numerose leggende, ma quella più nota ha come protagonista Margaret Herrick, segretaria del Presidente dell’Academy, che vedendo la statuetta, esclamò sorpresa: "Assomiglia a mio zio Oscar.”

Oscar for sale

Le statuette sono di proprietà dei loro vincitori, ma dal 1950 il regolamento dell'Academy prevede che queste non possano essere vendute a terzi prima di essere offerte all’Academy stessa al prezzo simbolico di 1 dollaro.

Polemiche agli Oscar

Contro i gay

Sono anni che l’Academy viene accusata di discriminazioni e di essere razzista. Le accuse arrivano anche dagli attori gay. Sir Ian McKellen, attore notoriamente omosessuale, ha sottolineato che non c'è solo un problema di razzismo ma in generale di non rispetto per le minoranze e all’Accademy ha posto la domanda: "Avete mai visto un attore apertamente gay vincere l'Oscar?".

Contro attori-registi di colore

La polemica quest’anno riguarda la totale esclusione dai candidati, per il secondo anno consecutivo, di artisti di colore. La rete è diventata, immediatamente, luogo di proteste, accuse e rivendicazioni, postate principalmente su twitter sotto l'hashtag #OscarsSoWhite. Fra i sostenitori contro un'edizione, completamente "in bianco" , c'è il regista Spike Lee che ha deciso di boicottare gli ottantottesimi Academy Awards, non presentandosi il prossimo 28 febbraio alla cerimonia.

L'albo d'oro dei Premi Oscar

  • Correva l’anno 1974. Durante la premiazione, mentre l’attore David Niven è sul palco e sta per presentare Elizabeth Taylor, un uomo nudo corre dietro di lui facendo il segno della pace. L’impareggiabile e raffinato Niven, famoso per il suo senso dell’humor, elegantemente disse: "Non è affascinante pensare che probabilmente l'unica risata che potrà mai suscitare nella sua vita è spogliarsi e mostrare i suoi difetti?"
  • Non sempre Oscar è sinonimo di “bravura”. Il regista Stanley Kubrick, per esempio, non ha mai vinto un premio come miglior regista ma solo uno per gli effetti speciali con 2001: Odissea nello spazio. La stessa cosa vale per un altro talento, Alfred Hitchcock. Una delle personalità più importanti della storia del cinema non ha mai ricevuto un Premio Oscar ed è stato snobbato dall'Academy che gli ha poi consegnato nel 1968 un Oscar alla memoria Irving G. Thalberg.  I film con più nomination sono stati Titanic e Eva contro Eva: 14 candidature a testa.
  • I film più sfortunati da quando esiste l'Oscar sono Due vite, una svolta e Il colore viola: 11 nomination e nessuna statuetta vinta.
  • Meryl Streep è l'attrice più volte nominata: ben 19 candidature e 3 statuette. Katharine Hepburn, invece, l'attrice più premiata: 4 statuette.
  • Jack Nicholson è l'attore più volte nominato: ben 12 candidature e 3 statuette. Ed è anche quello che ha vinto più Oscar: 3 statuette su 12 nomination a pari merito con Walter Andrew Brennan - 3 Oscar su 4 nomination.
  • Il Paese ad aver vinto più Oscar per il “miglior film straniero” è l'Italia: ben 11 statuette, la più recente per La grande bellezza di Paolo Sorrentino.
  • Secondo uno studio del 2001, condotto dal dipartimento di medicina interna statunitense, gli attori pluripremiati agli Oscar vivono in media sei anni più di coloro che, nominati più di una volta, sono ritornati a casa a mani vuote.
  • Solo due attori hanno ricevuto un Oscar in anni differenti per lo stesso ruolo: Marlon Brando e Robert De Niro, entrambi nella parte di Don Vito Corleone, rispettivamente ne “Il Padrino” e Il “Padrino - Parte II”.
  • L'attore più sfortunato nella storia degli Oscar è Peter O'Toole: nominato per ben 8 volte senza mai vincere.

Segui PianetaDonna sui social

Link utili Oscar 2016

gpt skin_mobile-cucina-0-0