1 5

Dirty Dancing 2017: il film che distrugge per sempre le tue fantasticherie adolescenziali

/pictures/2017/05/25/dirty-dancing-2017-il-film-che-distrugge-per-sempre-le-tue-fantasticherie-adolescenziali-1228817040[2966]x[1238]780x325.jpeg
Cara realtà, va bene volerci insegnare che sei brutta e cattiva, ma potevi lasciarci almeno Jhonny.

Dirty Dancing

Alzi la mano chi non ha mai sognato a occhi aperti di incontrare l’amore della vita sulla pista da ballo, in una torrida estate indimenticabile, corpo a corpo stretti in un ballo sensuale. Dirty Dancing è uno di quei film che cambiano le aspettative di ogni donna nei confronti dell’Uomo Della Vita, quello che continuerai a sognare anche quando, anzianotta, abbraccerai il tuo marito paffutello con i baffi (a cui vuoi tanto bene, per carità, ma Johnny è Johnny).

Dirty Dancing è quel film che fanno 10 volte l’anno in tv, e tutte e 10 le volte lo guardi con gli stessi occhi colmi d’amore che riservi solo alla nuova palette di ombretti e al rossetto rosso Mac preferito. E sognando immagini di essere al posto di Baby e farti rivoltare come una cotoletta da un aitante ballerino che alla fine – aaahh – s’innamora anche perdutamente di te.

La verità sepolta in fondo ai nostri cuori è che noi siamo cresciute, piccole Baby, con un buco in fondo al nostro cuore. Una mancanza di consapevolezza in grado di minare i nostri rapporti presenti e futuri, un’incognita da far impallidire i buchi neri e compagnia cantante, un abisso che ognuna di quelle 10 volte torna a mordere nel profondo della nostra anima tormentata.

Baby e Johnny saranno rimasti insieme dopo la fine di Dirty Dancing?

Bene, un nuovo film del 2017, che si chiama Dirty Dancing anche lui, ha risposto all’annosa domanda sulla fine della storia d’amore fra Johnny e Baby. E c’è chi non l’ha presa benissimo.

Dirty Dancing 2017, la trama

Il film, che originariamente doveva essere una miniserie tv ed è poi diventato invece un tv-movie da tre ore, è andato in onda il 24 maggio sulla rete americana ABC, che ne è stata produttrice. La trama, essendo un remake, ricalca abbastanza fedelmente quella dell’originale tranne che per due dettagli non da poco: l’inizio e la fine del film.

Dirty Dancing 2017 infatti inizia con Baby da grande, che va a vedere un musical il cui titolo non indovinerete veramente mai: esatto, Dirty Dancing, non vi si può nascondere niente eh?

Baby si accomoda in sala e lo spettacolo comincia: ma questo le fa ovviamente ricordare i bei vecchi tempi, e così inizia il vero film, che altro non è che il sogno a occhi aperti della donna che ricorda quando ragazza visse la storia d’amore sulla quale poi tutte noi abbiamo a nostra volta fantasticato.

Da qui partiamo con il remake vero e proprio: balli, baci, sorelle che s’innamorano, cocomeri, insomma, potete immaginare

Fin qui andrebbe tutto bene: il problema è che a un certo punto il film si discosta dall’originale prendendo la via della realtà (ma chi te l’ha chiesto!) e tornando a quel futuro in cui Baby è ormai donna e tanti anni sono passati da quell’incontro magico.

Quando il musical finisce e la sala si svuota, Baby incontra Johnny, che dello spettacolo è coreografo.  La piece, inoltre, è tratta da un libro di lei, che probabilmente è stato ispirato proprio dalla loro storia. Il momento è magico, i due sono emozionati nel rivedersi, e capiamo quindi che non sono rimasti assieme né si sentono da parecchio.

E il film potrebbe e dovrebbe finire qui, dico sul serio. Va bene, forse siamo un po’ deluse dal fatto che Baby e Johnny non siano rimasti assieme ma andiamo, quante fra voi sono ancora fidanzate con la prima cotta estiva? Non vedo mani alzate.

Il film, dicevamo, potrebbe finire qui e avrebbe anche un senso: così come per il Dirty Dancing originale, che ci lascia la possibilità di immaginare il lieto fine che vogliamo, anche queste remake 2017 potrebbe dirci “Ehy, sono cresciuti, si incontrano nuovamente e magari… chissà”. Potremmo passare anni a sognare nuovi sogni d’amore in cui Marco di quell’estate a Fregene torna e ci porta via sulla sua vespa dichiarandoci di non averci mai dimenticate.

Oddio, sarebbe bellissimo.

Ora, vita, parliamone.

Ci hai tolto Babbo Natale.

Ci hai tolto Marco di Fregene.

Ci hai tolto Johnny Depp nel peggiore dei modi.

Ci stai togliendo Brad Pitt. 

Potevi lasciarci Johnny.

E invece no, ti prendi anche lui, e con lui l'ultimo baluardo della nostra libertà di sognare.

Perché mentre Baby fantastica a occhi aperti e anche noi in fondo ci stiamo facendo piacere questo finale un po’ troppo realistico, mentre già pensiamo a Marco, all’estate del ’92, agli anni in motorino sempre in due....

Spem! Mai una gioia!

Entrano la figlia e il marito di Baby.

E due pensieri ugualmente angoscianti ci assalgono:

1. l’amore vero non esiste, Marco avrà sicuramente sposato una ragazza di 20 anni bionda e magra e ora starà ridendo di noi

2. ma Baby ha lasciato marito e figlia in auto per l’intera durata dello spettacolo?

gpt skin_mobile-notizie-0