1 5

Dove vedere le stelle cadenti quest'estate in Italia: i posti più belli per la notte di San Lorenzo

/pictures/2015/08/03/dove-vedere-le-stelle-cadenti-in-italia-nell-estate-2015-4262470112[5276]x[2193]780x325.jpeg
Dove vedere le stelle cadenti questa estate in Italia in occasione del 10 agosto, notte di San Lorenzo? Guardare le stelle cadenti nel cielo estivo è uno dei piaceri della bella stagione, ecco i luoghi top in Italia per assistere a questo romantico spettacolo

Dove vedere le stelle cadenti quest'estate in Italia

Spegnete le luci e ammirate la bellezza delle stelle cadenti. Il prossimo 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, Le stars precipitano luminose sulla Terra, permettendo ai comuni mortali di realizzare qualsiasi desiderio nascosto. E come vuole la tradizione si assiste ad uno spettacolo naturale che è da sempre considerato un appuntamento imperdibile dell’estate. Basta sdraiarsi in un luogo suggestivo,con il naso all’insù e farsi catturare dal meraviglioso scenario senza mai distrarsi. Come degli esperti “cacciatori di stelle” , di sogni e speranze. Vediamo i luoghi dove vedere le preziose meteore dette anche “Perseidi”. Controlla anche dove e quando vedere eclissi di Luna, stelle cadenti e costellazioni nell'estate 2019

Kit per una visione celestiale

Andate in un luogo il più possibile lontano da sorgenti luminose artificiali, come un bel prato di montagna o una spiaggia. Portate con voi un asciugamano, o una comoda sedia a sdraio. Dimenticate smartphone, tablet e tutta la tecnologia possibile: non servono neanche telescopi o binocoli. Fissate il cielo in direzione Nord-Est per circa mezzora, siate tanto pazienti e ricordatevi che il fenomeno è più visibile man mano che si avvicina l’alba. Avrete modo così di vedere più lacrime di San Lorenzo possibili. Le “stelle cadenti” sono chiamate anche così perché
rappresenterebbero le lacrime versate dal Santo durante il suo supplizio.

Lo Zodiaco a Roma con cena stellare

Se rimanete nella capitale, e siete in coppia, potete organizzare una romantica serata “stellare” solo per due. Iniziate con una cena mediterranea, nel centro della capitale. Ha aperto da poco il ristorante “Al Borghetto” (in via Flaminia, 77) dove gustare piatti molto ricercati, come quelli a base di pesce. Dopo le ostriche e champagne chiedete al giovane chef, Cristian Torsiello, di preparare il dolce che gli ha fatto conquistare una stella Michelin, l’afrodisiaco “ricotta e pera”. E dopo? Salite in macchina in direzione “Zodiaco”, leggendario luogo sulla cima del Monte Mario, conosciuto anche come il vialetto degli innamorati. E’ nella notte di San Lorenzo che questo romantico angolo i si trasforma in un vero e proprio osservatorio a cielo aperto, dove guardare le luci di Roma e le stelle che si gettano nella luminosa città eterna.

Calici di stelle in Toscana

Perché non festeggiare le stelle in una cantina? E’ l’alternativa di gusto proposta dal Movimento Turismo del Vino Toscana. Brindando con i migliori vini e godendo della natura vitivinicola della regione. Si può partecipare ad eventi ad hoc, riservati ai wine lovers e ai romantici. Le stelle potranno essere viste grazie ad un kit che lo “stellario” in persona distribuirà a tutti i partecipanti: ovvero una mappa celeste del cielo, fondamentale per esprimere i desideri. Ogni cantina aderente all’iniziativa offre la possibilità di guardarle direttamente dai propri vigneti accompagnati da un eno pic-nic a lume di candela e musica dal vivo.

A Manduria in Puglia

Comodamente seduti su un divano di un patio di una masseria pugliese, tutta bianca e dallo stile unico, è l’ideale per osservare le stelle. E’ quello che offre l’antica dimora “La Scalella”a Manduria (TA), nel cuore del Salento. Dalla storia antichissima, circondata da dune sabbiose e rada macchia mediterranea, da qui si gode di una vista del mare unica. Cullati dal lento scorrere della vita potete ammirare il cielo tenendo in mano un calice di vino, con uno spuntino di mezzanotte, a base di tipiche specialità pugliesi oppure salire sulla terrazza-tetto della costruzione principale, dalla quale si possono distinguere tutte le costellazioni.

A Tavola Sotto Le Stelle a Bevilacqua

A Montagnana, nel cuore della pianura veronese, c’è il Castello Bevilacqua un posto magico sospeso fra presente e passato. Una dimora del Trecento ricca di fascino per un soggiorno particolarmente suggestivo. Per la notte di San Lorenzo offre l'opportunità di andare a caccia di stelle cadenti insieme agli astrofili del Planetario di Padova. Sarà inoltre l'occasione per trascorrere una piacevole serata assaporando una ricca e deliziosa cena, circondati dalla musica e dallo spettacolo del fuoco.

Castello di Petroia in Umbria

Nel cuore verde della bellissima Umbria, poco distante da Gubbio, si trova la fortezza medievale Hotel Castello di Petroia, abbarbicata su una collina e circondato dalla natura. I cacciatori di stelle possono contare sul “buio certificato”, come quello che circonda il suo cielo visto che ha ottenuto la certificazione “Gold” da Astronomitaly, la prima rete di turismo astronomico. Questo riconoscimento viene assegnato da un gruppo di esperti alle location che godono di un cielo stellato di qualità. E quindi quale luogo migliore se non un antico
maniero per osservare le stelle cadenti?

Chia in Sardegna

All'Hotel Aquadulci di Chia (Cagliari) potete osservare la stelle cadenti che si specchiano nel mare sia dall'ampia terrazza oppure da una delle più famose spiagge sarde, Su Giudeu, che si raggiunge camminando su una lunga passerella in legno. La sabbia delle dune è circondata dai ginepri secolari, mirti e lavanda. La luminosità dell’acqua dalle infinite sfumature blu, a ridosso della battigia, accentuerà ancora di più la bellezza delle stelle nella magica notte di San Lorenzo per un'esperienza avventurosa, romantica, dal fascino speciale.

A Tuoro sul Trasimeno

Sulle rive del Lago Trasimeno, al confine tra Umbria e Toscana, si trova l’Antico Casale di Montegualandro e Spa di Tuoro sul Trasimeno (PG). Una residenza nobiliare del 1700, affrescata e completamente circondata da ulivi e fiori. Tra un tuffo in piscina, lunghe passeggiate e una puntatina al centro benessere, potete trascorrere ore in pieno relax. E la sera? Dopo una romantica cena, accomodatevi in piscina o nel parco che circonda il Casale e ammirate la caduta delle stelle.

A Bonassola

Lasciatevi cullare da tutti i confort del Resort “La Francesca” di Bonassola (SP) che per la notte delle stelle cadenti mette a disposizione la piccola spiaggia privata, un telo e un lettino su cui accoccolarsi per lasciare libero lo sguardo verso l’infinito stellato. Per chi poi lo desidera si possono anche usare i binocoli. Ci sarà a disposizione anche il “cestino delle stelle”: uno scrigno di prelibatezze che potrete gustare comodamente seduti sulle chaise-longue della terrazza.

Dolomiti altoatesine

In Val D’Ega, in Alto Adige in mezzo alle Dolomiti altoatesine al cospetto delle vette del Catinaccio e del Latemar, è nato il primo Astrovillaggio d’Europa . I due paesi di Collepietra e San Valentino ospitano meridiane, punti d’informazioni astronomiche, l’unico Osservatorio dell’Alto Adige e un Planetario dove è possibile letteralmente toccare il cielo con un dito grazie a strumenti ottici 3D. E’ un vero paradiso per chi ama passeggiare lungo i sentieri per poi godersi, il 10 agosto lo spettacolo della natura e una “cena celestiale” proposta dai ristoranti tipici delle zone.

Chalet il Capricorno, Salice d'Ulzio (TO)

Nel cielo è visibile la decima costellazione dello zodiaco, il Capricorno, e i proprietari da veri appassionati di stelle hanno deciso di chiamare il loro chalet "Il Capricorno”. Un amore nato nel tempo al punto che il ristorante all’interno si chiama Naskira, come la più luminosa della costellazione. La loro passione li ha portati ad organizzare eventi unici, come per il 10 agosto, con gruppi di astrofili che sfruttano la terrazza all'aperto e la sua strategica posizione sopra il paese, in mezzo al bosco, lontano da ogni altra fonte di luce, per raccontare le stelle, le costellazioni e la storia delle loro origini.

Il video con le tradizioni di San Lorenzo

In questo video scopriremo come mai le stelle cadenti si chiamano anche Lacrime di San Lorenzo e perché il 10 agosto si parla di Fuochi di San Lorenzo

 
gpt skin_mobile-notizie-0